Macro github per Confluence – Curiosiamo

Github per Confluence

In questo post andiamo a curiosare su di un aspetto un pò strano: andiamo ad esaminare un addon per Confluence, Cloud e Server, per connettersi a Github.

 

Subito al sodo

Attarverso questo addon possiamo connettere Confluence con un repository Github.

Possiamo includere sia le issue che le pull request che sono state operate

Il tutto attraverso l’introduzione di nuove macro

Conclusioni

Sicuramente interessante. Possiamo creare una documentazione migliore se integriamo il codice e possiamo creare delle pagine …. molto interessanti. Ho avuto modo di testare un addon prodotto da Mohamicorp e sono sicuro che non resterò deluso.

Reference

Maggiori informazioni sono reperibili nella pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Xporter for JIRA – Testiamo la versione Cloud – Parte 2

Xporter for JIRA

In questo post procediamo con il test di questo mirabolante e spettacolare addon.

Test

Nel precedente post abbiamo dedicato abbastanza tempo ad installazione e configurazione. Adesso passiamo al test :-). primo passo andiamo a creare il nostro Template.

Template

La generazione non presenta difficoltà particolare. Semplicemente andiamo a costruire un esempio basico e da li procediamo a memorizzarlo sul server FTP che abbiamo configurato nel nostro esempio.

Per questo test andiamo ad usare un template che la stessa Xpand mette a disposizione nel suo Store:

Da quello che vediamo, il template non p che un semplice documento WORD (formato DOCX) che ci permette di impostare il formato che vogliamo. Basta semplicemente riportare dei TAG nei campi che si vogliono visualizzare (abbiamo la lista completa nella documentazione) ed il gioco è fatto.

Lo carichiamo nella nostra istanza di JIRA:

Il template è stato memorizzato senza problemi :-). Se selezioniamo la nostra issue di test (in questo caso provo a stampare la issue relativa al mio Asset management personale.

e questo è il risultato 🙂

Non male come risultato :-). Se poi vogliamo anche esportare le informazioni su di un set di issues, il procedimento è il medesimo :-). Cerchiamo le nostre issue da stampare, con il JQL, come mostrato in figura:

Selezioniamo il menù Xporter for JIRA e procediamo con i wizard:

Selezioniamo il nostro template (anche in questo caso ne ho selezionato uno di quelli standard che la Xpand mette a disposizione nel proprio store).

Lasciamo lavorare le procedure di esportazione ….

… fino a quando non ci mettono a disposizione il risultato finale 😀

Lo scarichiamo ottenendo questo risultato:

 

Possibili usi alternativi 🙂

Il solo test ci fa venire in mente una serie di utilizzi di questo addon. Infatti, se utilizziamo JIRA per gestire delle risorse, possiamo anche utilizzare questo addon per costruire la documentazione dei vari asset :-).

Possiamo anche creare la documentazione tecnica da consegnare al cliente, in cui diamo tutte le indicazioni di test eseguite, come documentazione per la qualità :-).

Possiamo anche creare dei report per fornire un dettaglio delle attività per i nostri clienti, con tutte le informazioni che servono, da allegare alle fatture.

Per il resto, lasciamoci guidare dalla fantasia :-D.

Conclusioni

Si conclude il test di questo interessante addon, test dove abbiamo visto come poter esportare una documentazione o una lista di issue.

Likes(0)Dislikes(0)

Xporter for JIRA – Testiamo la versione Cloud

Xporter for JIRA

In questo post andiamo a testare questo mirabolante e spettacolare addon.

Installazione

Andiamo ad installare la versione Cloud. Ricordiamo sempre che l’installazione sotto Cloud presenta qualche piccola differenza e cerchiamo sempre di ricordarcela.

Partiamo sempre dalla fase di ricerca dello stesso, attraverso la procedura di amministrazione di JIRA.

Selezioniamo il tasto Free trial, e procediamo con l’installazione dell’addon.

Accettiamo le licenze e gli user agreement per poter procedere con la procedura di setup …..

… che esegue il download e installazione di tutto ….

… terminata l’installazione, si procede con la sottoscrizione (si aggiungono dei soldini da pagare: lo so 😛 ) ….

… ed una volta terminata questa fase ….

… si aggiorna la licenza …..

… che richiede qualche istante ma al termine di questa fase, siamo pronti per poter iniziare a lavorare con il nostro addon.

Configurazione

Passiamo alla fase di configurazione, molto importante: cerchiamo di non trascurarla :-). La prima cosa che notiamo è che nella sezione degli addon sono comparsi dei menu, che ci aiutano nella composizione della nostra configurazione. Curiosiamo bene :-D.

Global Settings

Come dice lo stesso nome, questa sezione descrive le configurazioni generali del nostro addon. Definiamo il formato di output selezionato, come eseguire i salti pagina (per componenti, per issue, etc), per applicare l’addon per tutti i progetti o meno, etc etc etc.

Manage Templates

In questa sezione gestiamo in nostri template da usare per le nostre …. esportazioni.

Template Store

Sezione dove possiamo acquistare i vari template.

Permission Schemes

Possiamo anche definire dei permission scheme per il nostro addon.

Possiamo definire quali operazioni possiamo eseguire e per quale progetto

Possiamo definire diverse permission, un pò per tutte le stagioni 🙂

Manage Servers

Si tratta di un opzione per la versione Cloud. Dato che quest’ultimo non mette a disposizione uno storage, dove memorizziamo i template? Xporter mette a disposizione la possibilitrà di poter reperire i template da un server FTP o da un server Confluence.

La definizione non è difficilissima: Pochi semplici parametri e definiamo tutto.

 

Documentation

Abbiamo sempre a disposizione la documentazione in ogni momento.

 

Test

Ci concentriamo sui test nel prossimo post 🙂

 

Likes(0)Dislikes(0)

Diamo della grafica al nostro PORTAL

Diamo della grafica al nostro PORTAL

In questo post andremo ad esaminare un addon che conosciamo molto bene, e che ci consente di dare uno skin particolare ai prodotti Atlassian, ma in questo caso andremo a vedere una piccola variante, che permette di dare della grafica a PORTAL 🙂 Refined Theme for JIRA Service Desk

Che cosa permette di fare?

Come sempre andiamo a dunque, cercando di evidenziare i punti più interessanti di questo addon 🙂

Possiamo dare una grafica più accattivante, anche se sempre minimal per evitare che il nostro utente/cliente si distragga troppo, ma trovi l’interfaccia un attimo più gradevole e piacevole e non troppo spartana

Dalla immagine vediamo che il PORTAL dispone di una interfaccia sempre semplice ma molto più piacevole dello standard.

Forti della esperienza già acquisita per Confluence, la RefinedWiki mette a disposizione uno strumento non indtfferente, che con pochi click ci permette di configurare il tutto.

I risultati, come vediamo da questa ultima immagine sono notevoli :-).

Conclusione

Non vediamo l’ora di provare questo addon per saggiarne le potenzialità. Sono più che sicuro che non ci deluderà :-D.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del markletplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Automation plugin – Test

Automatizziamo le operazioni

In questo post andremo a vedere come possiamo, ovviamente, automatizzare alcune operazioni del nostro JIRA. Ci appoggiamo in questo caso ad un addon (disponbile in due versioni, una gratuita ed una a pagamento nonchè disponibile sia per Server che per Cloud.

Installazione

In questo caso, andiamo ad installare la versione cloud, in modo da variare in questa sezione e ricordare sempre come avviene l’installazione per le versioni cloud. In aggiunta, andiamo ad installare la versione lite.

Selezioniamo il tasto Install per procedere con la installazione.  Una volta avviata, la procedura, veniamo avvisati che alcune informazioni possono essere memorizzate su di un server degli autori dell’addon. Ricordiamoci che le configurazioni Cloud sono differenti rispetto alla versione server. Ricordiamoci sempre di questo 🙂

Selezioniamo Accept & install per procedere con l’installazione.

Una volta partita …..

… si esegue il download e l’installazione. Terminata questa fase …..

… siamo pronti per poter utilizzare questo addon ….

… ed un agevole messaggio  ci segnala che siamo pronti 🙂

 

Configurazione

Passiamo alla fase di configurazione del nostro componente. Abbiamo due possibili punti di accesso: Sia dalla configurazione del progetto: System -> AUTOMATION FOR JIRA.

Quello che vediamo è la parte di attivazione della autocomposizione.

Possiamo anche attivare la stessa funzione anche dalla configurazione del progetto. Otteniamo lo stesso risultato.

Da li possiamo creare la nostra regola. Selezioniamo uno dei tasti Create Rule e da li passiamo alla autocomposizione:

 

 

Test

Come test cerchiamo di implementare una operazione molto semplice: Creiamo una issue. Nel nostro caso abbiamo voluto creare una regola per cui, alla creazione di ogni issue, viene compilata in automatico la due date.

Quindi creiamo una issue: Uso uno dei miei progetti di test e verifico come si comporta. Partiamo dalla form classica di creazione di una issue

Creo la issue e, lascio non compilata la duedate. Il risultato è il seguente:

ovvero una issue dove la Due Date viene compilata.

Conclusione

Abbiamo aperto un vaso di Pandora, in senso positivo. Abbiamo a disposizione un sistema con il quale automatizzare una serie di operazioni che altrimenti sarebbero manuali. Possiamo veramente fare di tutti. Questo non fa altro che scatenare la fantasia 🙂

Likes(0)Dislikes(0)

excellentable – ultime novità

Ultime novità

In questo post andiamo ad esaminare le ultime novità di questo prodotto. Ho avuto la possibilità di poter incontrare le persone della Addteq, durante il Summit Atlassian, con i quali mi sono potuto confrontare.

Persone fantastiche, preparate e molto alla mano. E’ stato un grande piacere poterle incontrare 🙂

Subito al dettaglio

Con l’introduzione del Concurrent Edit, l’addon ha introdotto la possibilità di poter eseguire l’editazione dei fogli excel in maniera concorrente, mantenendo grafica e notazioni

Viene salvato lo storico delle operazioni ….

…. e, udite udite, possiamo anche ripristinare le versioni salvate 🙂

Conclusioni

Mooooooooolto interessanti queste ultime novità. Questo addon si conferma essere uno dei prodotti di punta. Se vogliamo inserire dei fogli excel interattivi, non abbiamo molte alternative.

Likes(0)Dislikes(0)

Blog post template per Confluence – Un aggiornamento

Un piccolo aggiornamento

In questo post andremo a riprendere un argomento che ha raggiunto un importante traguardo:

SI tratta di un aggiornamento sulla https://jira.atlassian.com/browse/CONFSERVER-4174, ovvero la issue che richiede la generazione di blog post template, che ha superato l’età di 10 anni come issue aperta 🙂

Quali novità

Per la versione server, abbiamo a disposizione un addon che ci aiuta nel generare dei blog post template.

L’addon mette a disposizione il template Blog Post Template effettivo 🙂

Selezionando tale opzione, vien econsentito di generare il blog post in base ad un template che abbiamo definito

che troviamo sempre nella sezione dei template.

Un primo importante passo

Si tratta di un passo molto importante. Effettivamente abbiamo un primo strumento per gestire i blog post template. Anche se ancora si tratta di un addon per la versione server, non dispero che entro poco questa funzione sarà disponibile anche per il cloud 🙂

Reference

Maggiori informazioni sono disponibili nella pagina del marketplace.

 

Likes(0)Dislikes(0)

Automation plugin – Un addon interessante

Automatizziamo le operazioni

In questo post andremo a vedere come possiamo, ovviamente, automatizzare alcune operazioni del nostro JIRA. Ci appoggiamo in questo caso ad un addon (disponbile in due versioni, una gratuita ed una a pagamento nonchè disponibile sia per Server che per Cloud.

Che cosa mette a disposizione?

Questo addon permette di poter costruire delle regole che permettono automatizzare operazioni … ad hoc, evitando di doverle eseguire a mano successivamente o di ammattire.

In maniera visuale, e di conseguenza semplice, possiamo impostare dei trigger che, in presenza di particoalri condizioni, esegue delle azioni 🙂

La condizione di attivazione può essere anche un JQL, come mostrato nella immagine precedente.

Abbiamo a disposizione anche dei template per … semplificarci la vita.

Faccio i miei complimenti agli autori, per la procedura che hanno composto. Infatti, come possiamo vedere a precedente è molto semplice ed intuitiva.

 

Conclusioni

Questo addon è sicuramente U T I L I S S I M O, perché ci semplifica la vita e, sopratutto, ci aiuta tantissimo :-).

Reference

Maggiori informazioni sulla relativa pagina del marketplace. Solo una precisazione. Se cercate le informazioni per il Cloud, allora la pagina da referenziare è la seguente.

 

 

Likes(0)Dislikes(0)

Xporter for JIRA – Diamo la prima occhiata

Xporter for JIRA

In questo post andiamo ad esaminare uno degli addon più interessanti che ho visto al summit 2017 :-). Si tratta di Xporter for JIRA dei bravissimi XPand 🙂

SI tratta di una società portoghese che ha realizzato grandi addon e che permette di realizzare dei report ad hoc e personalizzati per le nostre issue. Ho avuto il piacere di incontrarli e di potermi confrontare con loro 🙂

Un grazie a tutti per le spiegazioni, per il grande lavoro e professionalità che avete sempre avete dimostrato

Um grande abraço para todos 🙂

Subito in dettaglio

Grazie a questo addon, abbiamo la possibilità di poter creare dei template, direttamente sotto Word o similare, dove andiamo a settare tutte le nostre informazioni.

usando dei semplici metatag, come mostrato in figura, costruiamo il nostro report per il cliente, con tutte le informazioni di cui disponiamo, ottenendo la nostra scheda tecnica. Il risultato ci lascia senza parole

riportando una scheda tecnica pronta per essere inserita nella documentazione del cliente 😀

Abbiamo la possibilità di poter estrarre le informazioni direttamente dalla scheda della nostra issue, senza dover richiamare altre schermate o funzionalità.

Abbiamo una ottima integrazione con il menà Export  presente nella sezione dei filtri, andando a completare la funzionalità standard con quanto serve: Una estrazione perfetta con le informazioni che ci servono 😀

Completa il tutto una pagina di amministrazione semplice, chiara e utilissima

ed anche la disponibilità di template direttamente dal marketplace

Conclusioni

Non riesco a smettere di pensare quante e quali soluzioni mi permette di realizzare questo addon, mettendo a disposizione le funzioni che mancavano per completare JIRA e renderlo lo strumento per le aziende.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del marketplace. Un semplice appunto: L’addon è disponibile anche per la versione cloud.

 

Likes(0)Dislikes(0)

Gestiamo le issue collegate con EasyLinks – Proviamolo

Proviamo questo addon

In questo post proviamo questo nuovo addon e cerchiamo di capire come si comporta effettivamente, andando a testarlo e verificando quali vantaggi.

Installazione

Prima operazione che mostramo, come sempre, è la fase di installazione. Come sempre partiamo dalla procedura guidata, cui siamo già abituati.

Selezioniamo il tasto Install ed eseguiamo la procedura di installazione.

.. la procedura esegue il download dell’addon ed alla installazione dello stesso ….

Una volta terminata la procedura di installazione, siamo reindizzati alla pagina di descrizione dell’addon e li ci accorgiano di una cosa magica…. l’addon è Free :-).

Configurazione

Se selezioniamo il tasto Manage, per andare a visualizzare la configurazione generale dell’addon, notiamo una prima cosa: viene richiesto di eseguire un re-index della nostra istanza di JIRA. Questa operazione viene sempre richiesta in quanto l’aggiunta di campi custom e nuovi tipi custom richiede sempre questa operazione.

Selezionado perform re-index, siamo subito reindirizzati nella procedura di re-index. La durata non è drammatica e richiede pochi istanti.

Al termine di questa operazione, procediamo con le restanti operazioni.

Test

Andiamo a definire il nostro primo campo. Selezioniamo dalla sezione di amministrazione per aggiungere un nuovo campo e andiamo a selezionare i nuovi tipi di campo:

Una volta selezionato il tipo, andiamo a definire i parametri del nuovo campo custom:

Selezionado Create abbiamo finalmente il nuovo campo.

Da li viene richiesto nuovamente di eseguire la re-index. Prima di procedre, procediamo con la configurazione del campo. Dalla schermata precedente, selezioniamo il menù Configure, come mostrato nella figura successiva

da li accediamo alla schermata di configurazione del campo custom

Da li andiamo a configurare sia la parte di Applicable context for scheme che la parte di Issue Link Type. Per questo ultimo parametro andiamo a configurare quale tipologia di issues costituiranno il serbatoio da cui si andrà a selezionare le issue da collegare, come mostrato in figura:

Una volta fatto questo e, eseguita nuovamente la fase di re-index, possiamo procedere con l’utilizzo del campo. Andiamo ad editare una issue di test e da li verifichiamo il funzionamento:

Dalla figura precedente vediamo che abbiamo a disposizione una ricerca mirata su tutte le issue che presentano sttao In Progress, e di conseguenza abbiamo limitato la ricerca a solo due issue (nel nostro server di esempio). Una volta che confermiamo la scelta notiamo che, oltre a compilare il nuovo campo custom, abbiamo anche la issue link valorizzata, come mostrato dalla seguente immagine:

che va a seguire le regole che abbiamo fissato in configurazione del campo. Se abdiamo ad aggiungere una linked issue e questa rispetta le regole che sono state impostate nel campo, allora questa viene visualizzata nel campo custom. Funziona da entrambi i versi :-).

Conclusioni

Abbiamo visto il funzionamento di questo addon gratuito e abbiamo visto che possiamo definire dei campi che ci servono per eseguire un link delle issues in maniera più organica, andando a selezionare solo quali issue ci servono. Aggiungere elementi al campo implica anche andare a impostare delle linked issues e, come conseguenza, lo abbiamo anche andando ad impostare le linked issues.

Abbiamo quindi un valido strumento che ci permette di avere una visualizzazione più organica e precisa e ci permette di avere sempre un quadro situazione sempre presente. Possiamo definirlo uno degli addon Must-Have per le nostre installazioni JIRA Cloud. Il funzionamento ci da parecchie idee su come usarlo. Nei prossimi post andremo a capire quali vantaggi possa portare.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti, come sempre, nella pagina dell marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)