Gestiamo le issue collegate con EasyLinks – Proviamolo

Proviamo questo addon

In questo post proviamo questo nuovo addon e cerchiamo di capire come si comporta effettivamente, andando a testarlo e verificando quali vantaggi.

Installazione

Prima operazione che mostramo, come sempre, è la fase di installazione. Come sempre partiamo dalla procedura guidata, cui siamo già abituati.

Selezioniamo il tasto Install ed eseguiamo la procedura di installazione.

.. la procedura esegue il download dell’addon ed alla installazione dello stesso ….

Una volta terminata la procedura di installazione, siamo reindizzati alla pagina di descrizione dell’addon e li ci accorgiano di una cosa magica…. l’addon è Free :-).

Configurazione

Se selezioniamo il tasto Manage, per andare a visualizzare la configurazione generale dell’addon, notiamo una prima cosa: viene richiesto di eseguire un re-index della nostra istanza di JIRA. Questa operazione viene sempre richiesta in quanto l’aggiunta di campi custom e nuovi tipi custom richiede sempre questa operazione.

Selezionado perform re-index, siamo subito reindirizzati nella procedura di re-index. La durata non è drammatica e richiede pochi istanti.

Al termine di questa operazione, procediamo con le restanti operazioni.

Test

Andiamo a definire il nostro primo campo. Selezioniamo dalla sezione di amministrazione per aggiungere un nuovo campo e andiamo a selezionare i nuovi tipi di campo:

Una volta selezionato il tipo, andiamo a definire i parametri del nuovo campo custom:

Selezionado Create abbiamo finalmente il nuovo campo.

Da li viene richiesto nuovamente di eseguire la re-index. Prima di procedre, procediamo con la configurazione del campo. Dalla schermata precedente, selezioniamo il menù Configure, come mostrato nella figura successiva

da li accediamo alla schermata di configurazione del campo custom

Da li andiamo a configurare sia la parte di Applicable context for scheme che la parte di Issue Link Type. Per questo ultimo parametro andiamo a configurare quale tipologia di issues costituiranno il serbatoio da cui si andrà a selezionare le issue da collegare, come mostrato in figura:

Una volta fatto questo e, eseguita nuovamente la fase di re-index, possiamo procedere con l’utilizzo del campo. Andiamo ad editare una issue di test e da li verifichiamo il funzionamento:

Dalla figura precedente vediamo che abbiamo a disposizione una ricerca mirata su tutte le issue che presentano sttao In Progress, e di conseguenza abbiamo limitato la ricerca a solo due issue (nel nostro server di esempio). Una volta che confermiamo la scelta notiamo che, oltre a compilare il nuovo campo custom, abbiamo anche la issue link valorizzata, come mostrato dalla seguente immagine:

che va a seguire le regole che abbiamo fissato in configurazione del campo. Se abdiamo ad aggiungere una linked issue e questa rispetta le regole che sono state impostate nel campo, allora questa viene visualizzata nel campo custom. Funziona da entrambi i versi :-).

Conclusioni

Abbiamo visto il funzionamento di questo addon gratuito e abbiamo visto che possiamo definire dei campi che ci servono per eseguire un link delle issues in maniera più organica, andando a selezionare solo quali issue ci servono. Aggiungere elementi al campo implica anche andare a impostare delle linked issues e, come conseguenza, lo abbiamo anche andando ad impostare le linked issues.

Abbiamo quindi un valido strumento che ci permette di avere una visualizzazione più organica e precisa e ci permette di avere sempre un quadro situazione sempre presente. Possiamo definirlo uno degli addon Must-Have per le nostre installazioni JIRA Cloud. Il funzionamento ci da parecchie idee su come usarlo. Nei prossimi post andremo a capire quali vantaggi possa portare.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti, come sempre, nella pagina dell marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Confluence 6.2 Beta – Novità in cantiere

Novità in arrivo 🙂

In questo post andremo a vedere le ultime novità su Confluence.

 

Subito al dunque

Una delle prime caratteristiche che sono state aggiunte riguarda la parte di Editazione concorrente.

Possiamo invitare gli utenti ad eseguire l’editazione concorrente di un documento :-). MI immagino la prossima domanda. Cosa succede se il documento presenta delle restrizioni al nostro utente?? Bene, abbiamo la possibilità di poter gestire questo aspetto richiedendo le autorizzazioni per editare lo stesso

Ma adesso vediamo la cosa più importante:

Come ho riportato in questo post, abbiamo finalmente la traduzione italiana di CONFLUENCE.

Reference

Maggiori informazioni sono reperibili nella pagina ufficiale della documentazione di Confluence.

Likes(0)Dislikes(0)

EazyBI – Diamo una occhiata da vicino

EazyBI – Diamo una occhiata da vicino

In questo post andremo ad esaminare questo addon particolarmente interessante. Infatti si tratta di un addon che permette di poter eseguire delle statistiche sui dati di JIRA e di poter mettere a disposizione tali statistiche.

Di cosa tratta l’addon

L’addon mette a disposizione, sia alle nostre istanze server che cloud, la possibilità di poter referenziare i dati presenti all’interno del nostro JIRA e di poterli organizzare in report/statistiche particolari. Come si può vedere dalla seguente immagine:

 

l’addon permette di poter combinare delle pivot table in maniera visuale e semplice.

In aggiunta permette di poter visualizzare le informazioni con grafici di vario tipo 🙂

Permette di creare facilmente una serie di misure ad hoc, da poter poi utilizzare nei nostr grafici/tabelle.

Mette a disposizioni delle interfaccie semplici e chiare per poter reperire i nostri report.

In aggiunta permette di poter referenziare anche una serie di campi custom.

Conclusioni

Statistiche, dati, BI tutto all’interno di JIRA. Questo addon si rivela subito interessante. Non vedo l’ora di provarlo sul campo e di saggiarne le particolarità e potenzialità.

Reference

Maggiori dettagli sono reperibili alla pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Exporter 2.0 per JIRA – Analizziamo le nuove funzionalità

Ultime novità

In questo post andremo ad analizzare le ultime novità su Exporter 2.0 per JIRA. Avevamo già analizzato questo addon nei nostri precedenti post, in particolare su questo primo post e su questo secondo post.

Subito al sodo

Disponibile sia per le installazioni server che su cloud, l’addon permette di:

  • Esportare sia su CVS che su Excel 
  • esportare oltre 1000 issues 
  • esportare informazioni aggiuntive, quali commenti e transazioni 
  • Importare le esportazioni precedentemente eseguite

Conclusioni

Abbiamo un addon che ci permette di poter essere usato per poter gestire diverse cose e che presenta caratteristiche interessanti. Continuiamo a tenerlo sotto controllo: sono sicuro che ci riserverà grandi sorprese. Come indicato nel seguente post, ho avuto occasione di potermi confrontare con le persone di Deiser ed ho imparato tantissime novità.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del marketplace e nel sito del produttore: Deiser.

Likes(0)Dislikes(0)

Atlassian Summit – Day 3

Prosegue l’avventura…

…. e concludiamo il nostro giro nel primo Summit europeo 🙂 partendo dal Keynote dedicato ai Partner e ad AtlasCamp.

Oggi è la giornata dedicata ai Partner ed alle novità che la Atlassian ha preparato. Tante le notizie che risulta difficile iniziarte a descriverle.

Si parte dal Marketplace e dai risultati incoraggianti per il Cloud.

addon che iniziano a prendere piede e che sono a disposizione degli utenti. Addons che aumentano di giorno in giorno, anche ai progressi ed alle nuove implementazioni che la Atlassian mette a disposizione. Abbiamo molto da fare noi partner.

Il Keynote è stato seguito da una breve pausa caffe (ottima organizzazione da parte della Atlassian) e successivamente dalle ultime novità per il programma Partner.

La certificazione è divenuta un must al fine di garantire una qualità non indifferente per i clienti Atlassian.

Nel pomeriggio ho assistito ad un ottimo intervento della Valiantys

Nella sessione: «Key Performance Indicators of Successful Solution Partners» Lucas Dussurget ha spiegato quali sono le Key Performance Indicators per un partner di successo ed ha risposto alle varie domande che gli sono state poste dai vari partecipanti.

Una utile analisi di come puntare ai veri obbiettivi e ottenere i risultati che servono :-).

Conclusioni

Oggi si conclude il nostro viaggio in questo Summit. E’ stata una grande opportunità per confrontarsi, imparare, accrescere la conoscenza su questi fantastici prodotti. Ho avuto il piacere di conoscere persone fantastiche ed imparare tantissimo. Si tratta di una esperienza che consiglio se si vuole imparare ed accrescere.

Likes(0)Dislikes(0)

Pivot Report per cloud – Diamo una occhiata

Continuiamo l’indagine

In questo post continuiamo l’indagine sugli addon dedicati alle analisi dei dati in JIRA. Andiamo ad esaminare Pivot Report, un addon disponibile sia per Server che per Cloud.

Di cosa si occupa

Si tratta di un addon che permete di analizzare lo stato di un progetto, partendo dai task delle stories e fornendo uno stato di fatto della situazione. Come mostrato dalla seguente figura:

l’addon esamina tutta la struttura di issue e mette a disposizione un report riassuntivo della situzione.

In aggiunta permette di analizzare il tempo che ogni singolo utente dedica alle varie attività.

arrivando ad analizzare il tempo loggato e capire se ci sono dei problemi in alcune sezioni del progetto. In aggiunta analizza e riporta tutti i task che su cui il tempo di stima è esaurito

permettendo di avere un controllo completo della situazione. Concludendo, permette di generare un report facilmente partendo da una ricerca.

Concludendo, permette di racchiudere in report più compatti e completi quanto, nelle versioni standard, è riportato su più gadgets o report:

Conclusioni

L’addon presenta caratteristiche che meritano di essere analizzate con cura e in dettaglio. Nei prossimi post andremo ad esaminare questo addon saggiandone, come sempre, le potenzialità.

Reference

Maggiori dettagli sono presenti nella pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Prodotti Atlassian in Italiano

Annuntio Vobis Gaudium Magnum…

Habemus lingua italianaaaa

Questa è sicuramente una grande notizia 🙂

Likes(0)Dislikes(0)

JIRA on Mobile – La famiglia diventa sempre più grande

La famiglia Atlassian si allarga su mobile

In questo post andremo ad esaminare una app mobile che si interfaccia con la nostra installazione JIRA e che ci permette di poter lavorare agevolmente con tablet e cellulari

Di cosa si tratta

Si tratta di una app, Android o iOS, che ci permette di poter connettere sia alla nostra installazione Server, che alla istanza cloud di JIRA e ci permette di poter lavorare agevolmente

Come possiamo vedere dalla figura precedente, abbiamo una grafica abbastanza piacevole e di facile fruizione

Abbiamo a disposizione anche uno Story map abbastanza carino e a prima vista abbastanza chiaro.

Le Board sono molto simili alla visualizzazione web classica, con il vantaggio di avere a disposizione una app nativa.

Conclusioni

La famiglia si allarga ogni giorno sempre di più con nuove app e nuove sorprese. Anche, se a mio giudizio, la visualizzazione su cellulare non è proprio il massimo e conviene usare almeno un tablet, questa app sembra essere migliore anche di quella ufficiale. La proveremo e cercheremo di capire come si comporta.

Reference

Maggiori informazioni alla pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

JIRA Service Desk – Come collaborare al meglio

Un approfondimento

In questo post andremo ad approfondire alcuni aspetti di collaborazione tra utenti, agenti di JIRA Service Desk e sviluppatori.

Un piccolo recap….

In precedenti post abbiamo visto come si è evoluto JIRA Service Desk, che adesso andiamo a riassumere:

  • Agenti, che si occupano di gestire le richieste
  • Utenti, che si occupano di creare le richieste
  • Partecipant, ovvero un utente o un agente o un utente JIRA di altri progetti (lo sviluppatore o altro ruolo)

Questo ultimo è la nostra arma segreta, perchè ci permette di aggiungere persone alla segnalazione, in modo da consentirgli di poter leggere la segnalazione e di consentirgli di partecipare attivamente alla segnalazione.

Tenete sempre presente che tutti i prodotti della Atlassian si basano sempre sulla collaboration ed in questo articolo andremo a vedere come un Agente può richiedere l’aiuto di più soggetti per arrivare a risolvere la segnalazione dell’utente

Un caso di uso

Proseguiamo nella nostra esplorazione, analizzando e spiegando meglio questa situazione.

L’agente, quando riceve una segnalazione, può chiedere il supporto di uno sviluppatore o di un altro utente JIRA e una prima operazione che può eseguire è quella di inserire un nuovo partecipant, ovvero coinvolgere un utente nella risoluzione chiedendo delle informazioni particolari. Questo si può realizzare semplicemente con un click, direttamente dal task jira, quando si entra nel dettaglio della segnalazione.

Oppure possiamo anche inserire direttamente un commento interno, in cui andiamo a referenziare un utente, nel nostro caso potrebbe essere uno sviluppatore, cui chiediamo un supplemento di spiegazioni. le mentions ci aiutano tantissimo 😀

Un’altra possibilità è quella di aprire una segnalazione direttamente al progetto di manutenzione/sviluppo utilizzando l’apposita funzione, che permette di creare una issue collegata alla nostra di Service Desk..

In questo modo lo sviluppatore dispone già della segnalazione originaria, da cui ricava tutto ciò che gli serve, e può già lavorare alla risoluzione della stessa.

Conclusioni

Vediamo come nei prodotti Atlassian la collaborazione è sempre al centro di tutto. Non averemo mai persone sole contro gli utenti cattivi, ma delle squadre, dei team che si occupano di gestire le situazioni.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nel seguente articolo su JIRA Service Desk, da cui ho preso spunto per costruire questo articolo.

 

Likes(0)Dislikes(0)

Addon per Confluence da esaminare

Analizziamo alcuni addon per Confluence

In questo post andiamo ad analizzare alcuni addon per Confluence che risultano interessanti. Cerchiamo di analizzarli e proviamo ad immaginarne un possibile utilizzo che ne possiamo fare 🙂

Vediamoli in dettaglio

Partiamo da Atlas CRM for Confluence, che permette di poter organizzare le informazioni dei clienti di una azienda attraverso le pagine di Confluence. Avevo già esaminato la possibilità di poter realizzare questa funzione, sfruttando le funzioni standard che Confluence mette a disposizione. In questo caso, l’addon permette di automaticcare e meglio organizzare tali informazioni. Lavorabndo a stretto contatto con JIRA, sfruttando le potenzialità di Confluence, abbiamo la possibilità di poter disporre delle informazioni in maniera più agevole, come mostrato in figura:

Usandolo con JIRA ci permette di poter gestire il nostro parco clienti, mettendo a disposizione una serie di interfaccie predisposte e ben congegnate :-). Non male 😀

Proseguiamo con Agile Retrospectives for Confluence, che permette di creare delle retrospettive su Confluence relativamente a Sprint concluse.

Addon utile nel caso di gruppi di lavoro particolarmente distribuiti nel mondo.

Continuiamo parlando di Refined Theme for Confluence Cloud, ovvero la possibilità di poter modificare lo stile e la grafica del nostro Confluence Cloud, in maniera semplice e veloce

consentendo di avere la possibilità di poter facilmente personalizzare il layout:

Abbiamo adesso la possibilità di poter personalizzare il nostro Confluence Cloud. Possiamo quindi arrivare a condividere delle sezioni della nostra documentazione fornendo una grafica differente :-).

Proseguiamo visionando Responsive Tabs, ovvero un addon che permette di poter inserire dei tab nelle nostre pagine confluence:

sfruttando delle macro molto semplici, come già abituati da Confluence.

Possiamo, con questo addon, arrivare a gestire delle sezioni dedicate ed organizzare meglio lo spazio della pagina. Non male come addon e ci possono essere tantissimi ambiti in cui possiamo applicare queste macro 😀

Terminiamo con Knowledge Pathways for Confluence. Si tratta di un addon creato per scopi didattici e che permette di creare un percorso che può essere utilizzato per descrivere una sequenza di passi, connessi a pagine confluence, ben precisa ed organica. Un esempio è sicuramente la fase di onboarding di un nuovo dipendente, in cui sono specificate quali informazioni deve conoscere, descrivere i ruoli aziendali, etc.

Conclusioni

Abbiamo visto una panoramica di alcuni addon per Confluence. Per alcuni di questi ho già in mente un utilizzo particolare, dove possiamo impostare delle pagine molto interessanti e utiuli per la vita di tutti i giorni. Nei prossimi post andremo ad esaminare come possiamo usare questi addon  e cercheremo di esaminarne di nuovi.

Citazioni

Lo spunto per scrivere questo post mi è stato fornito da questo articolo in inglese, scritto  molto bene, e che mi ha dato diverse idee.

Likes(0)Dislikes(0)