Trasformiamoci negli altri utenti

In questo post andremo a trattare un argomento molto particolare. Cerchiamo di descrivere lo scenario.

Scenario

Immagine correlata

NON FUNZIONAQueste due parole ce le dicono quasi sempre i nostri utenti ogni volta senza specificare nulla. Ma non solo. Quando noi usiamo il software solitamente funziona mentre quando i nostri utenti …. NON FUNZIONA.

Una soluzione

Nei mesi scorsi avevamo visto una prima soluzione. Si tratta della serie di addons SU per i prodotti Atlassian. Allego il link per l’addon Confluence.

A new SU link will appear in the user hover actions menu

Adesso abbiamo a disposizione …

… una ulteriore possibilità, per Confluence. Abbiamo un nuovo addon da esaminare. Trasformiamoci in lupi mannari

Immagine correlata

Werewolf for Confluence – Switch to User 

Questo addon permette di poter eseguire le operazioni su Confluence, trasformandosi nell’utente da simulare.

One click switching

Attraverso questa funzionalità possiamo trasformarci nell’utente che ci manda la segnalazione.

Select users from groups

Werewolf for Jira – Switch to any User

Abbiamo la possibilità di poter seguire queste operazioni anche per Jira 😀

One click switching

Dalla precedente immagine, vedimao che possiamo accedre dalla funzionalità da diversi punti. Infatti, nella immagine seguente

Switch anywhere you want

Vediamo che possiamo attivare questa funzione da diversi punti.

Conclusioni

Abbiamo visionato due addon molto interessanti. non vedo l’ora di provarli in azione 🙂

Likes(0)Dislikes(0)

Lavoriamo con i collaboratori esterni

In questo post andremo ad esamianre questo addon particolre, che ci da una marcia in più: permetterci di poter gestire al meglio la collaborazione con i nostri collaboratori esterni.

Immagine correlata

Space Privacy – Extranet for Confluence

Questo addon estende le funzioni di Confluence permettendo di poter creare degli ‘Space’ particolari, che permettono di:

  • gestire la protezione dei dati (rispettando la recente GDPR)
  • gestire le possibili permission e restrizioni alle pagine di questi space
  • gestire utenti ‘esterni’ alla nostra istanza di Confluence

Questa ultima caratteristica è interessantissima 😀

Come Cosa Chi?

Esattamente. Questo addon fornisce la risposta a diverse esigenze di tanti ma tanti clienti che sempre chiedono di poter gestire al meglio le pagine di Confluence, gestendo le permission/restrizioni al meglio.

Private Spaces

Come mostrato dalla precedente immagine, vediamo una nuova tipologia di Space.

Protection of User Data

La configurazione sembra molto molto semplice. Così come la gestione dei ruoli/permission per questa nuova tipologia di Space

Simple Authorization Concept

La stessa sezione di amministrazione dello space viene estesa con queste nuove funzionalità

To assign a new Extranet Space Manager or Extranet User Manager for the current extranet space, you can select users or groups in the tab Admin Roles.

La gestione degli utenti che possono accedere a questo nuovo Space viene anche gestita all’interno della sezione di amministrazione dello Space

You can create new users within your current extranet space. Just go to the Create User tab. You can also decide if the user should be able to set their own password or you can enter a password for them.

Caratteristica anche questa MOLTO MOLTO IMPORTANTE, perchè permette di delegare determinate operazioni direttamente all’amministratore dello Space.

Solo un commento finale

S P E T T A C O L O 🙂 Non abbiamo altro da aggiungere se non che non vediamo l’ora di analizzare e testare questo addon.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del Marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Aggiunta di campi calcolati su Jira – Ultime novità – Test Addon

In questo post andremo a testare un addon che ci permette di poter aggiungere delle formule su appositi campi delle nostre issue.

Installazione

Partiamo come sempre dalla installazione del nostro addon, come abbiamo già fatto in altri post. Andiamo a cercare questo addon dalla sezione dedicata di Jira

Selezioniamo Free trial per attivare la procedura di installazione

Accettiamo i termini di utilizzo dell’addon….

Otteniamo la licenza

Siamo adesso pronti per gestire l’addon . Procediamo con la configurazione generale.

Configurazione

Questo addon mette a disposizione una serie di nuovi campi custom.

Una volta aggiunto il nuovo campo, possiamo configurare questo nuovo campo utilizzando delle agevoli autocomposizioni, come mostrato dalla seguente GIF

Come possiamo vedere, abbiamo a disposizione un metodo semplice per ricavarci le nostre formule, lasciandoci guidare. Il tutto con pochi semplici click.

Passiamo al test.

Test

Completiamo il nostro tour con il test vero e proprio. Abbiamo definito un esempio di calcolo, dove calcoliamo la moltiplicazione di due semplici campi numerici:

A questo punto, il seguemte GIF mostra il funzionamento. Creiamo una segnalazione, impostando i due campi, dopo di che andiamo a vedere il risultato.

Conclusioni

Abbiamo testato un addon non indifferente. Possiamo definire dei campi calcolati ed utilizzarli in qualsiasi ambito. Immaginate un calcolo del costo del lavoro e di quanto possiamo fatturare per questo lavoro. Ma questo è solo l’inizio. Possiamo scatenare la fantasia per calcolare qualsiasi cosa. Ho in mente tantissimi scenari di possibili utilizzi.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella relativa pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Excetia Admin Tools – Tools per amministratori

In questo post andiamo a curiosare nuovamente tra i vari Tools per gli amministratori. Vediamo cosa ha preparato la Spagnola Excentia e che cosa mette a disposizione di noi amministratori.

Tools per amministratori

Questo addon introduce una serie di pagine/report/opzioni che ci aiutano nella gestione della nostra istanza di Jira, aiutandoci e, in taluni casi, facilitandoci il nostro lavoro….. gratuitamente (al momento in cui viene redatto questo post, l’addon risulta gratuito 🙂 )

Curiosiamo 🙂

Cosa l’addon mette a disposizione?

Andiamo subito al dunque:

Workflow Conditions, Validations e Postfunctions

Custom conditions, validators and post-functions

Questo addon estende l’insieme delle Condizioni, Validazioni e Postfunctions. Questo permette di poter eseguire diverse operazioni, quali:

  • Condizioni: verifichiamo se l’utente che esegue l’operazione è il Project Lead
  • Validazioni: Possiamo definire quali campi sono obbligatori in una transazione; Consentire la creazione di determinate issue type solo ad un gruppo di utenti, etc
  • Postfunctions: Possibilità di cacnellare il contenuto di un campo; Applicare un security level, copiare un commento in una linked issue e (strategico) poter eseguire una transazione di una linked issue 🙂

Reportistica ad hoc

Abbiamo a disposizione una reportistica ad hoc che ci aiuta

Extended report of Jira instance

Ottenere l’ID del custom field

Possiamo ricavare in maniera agevole l’ID del campo custom.

Get IDs from your fields, statuses and projects

Estendiamo il TAB Activity

Abbiamo a disposizione un nuovo TAB nella sezione Activity, dove possiamo vedere una sezione dedicata ai passaggi di stato, come mostrato in figura

Transition Issue Tab

Conclusioni

Abbiamo un addon interessante. Non vedo l’ora di collaudarlo 😀

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del Marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

La famiglia addon per cloud si allarga ulteriormente

In questo post andiamo ad analizzare un addon per Cloud, anche disponibile per Server, che riguarda Elastic Log. Esploriamo

Immagine correlata

Un pò di storia

Prima di iniziare, cerchiamo di introdurre l’argomento. A tale scopo, ho rintracciato il seguente sito, dove ho trovato una spiegazione molto semplice e diretta, che permette di capire meglio l’argomento Elastic Log 🙂

Immagine correlata

Che cosa offre questo addon?

Questo addon permette di eseguire delle ricerche sull’Elastic Log della nostra istanza Cloud.

con apposito strumento di configurazione.

Interessante

Non avendo molta esperienza su questo argomento di Big Data, non vedo l’ora di collaudare questo addon,

Reference

Maggiori in informazioni sono reperibili alla pagina del Marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Centralizziamo la gestione delle permission

IN questo post andremo ad esaminare un semplice addon che ci aiuta nella gestione delle permission. Curiosiamo

Un piccolo aiuto ….

… ma un grande risultato, in quanto possiamo vedere le permission dei singoli utenti

View user's permissions in all spaces

oltre che eseguire la clonazione degli stessi

Clone user's permissions to another user

Interessante

Lo proviamo subito, procedendo senza indugio :). CI colleghiamo al nostro ambiente di test e cerchiamo immediatamente il nostro addon 🙂

Passiamo subito ad esaminare la configurazione generale, che andiamo a reperire dall’apposito menù 🙂

Una volta selezionato, questo è il risultato 🙂

Da qui possiamo accedere alle funzioni dell’addon e possiamo eseguire la visualizzazione dei permission degli utenti o copiare le permission da un utente ad un’altro.

Test

Procediamo con i test utilizzando i nostri utenti di prova

La seguente GIF, ci fornisce il risultato della esecuzione dell’addon.

Conclusioni

Abbiamo a disposizione uno strumento che ci mette a disposizione una funzione importante, in quanto ci permette di poter gestire in maniera centralizzata le permission di un utente nonchè clonarle . UN addon da tenere sotto controllo.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del Marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Slack & Jira Server – Approfondimento in corso

Come già indicato in questo post, Slack è adesso lo strumento ufficiale che la Atlassian ha deciso di adottare per il sistema di Chat tra i vari utenti che utilizzano i prodotti Atlassian.

In questo post, andremo ad esaminare un addon che permette di poter gestire questa integrazione 🙂

Dalla Atlassian with Love

Questo addon, rilasciato dalla Atlassian e, importantissimo, GRATIS (al momento in cui viene redatto il post, l’addon è gratuito).

Receive the notifications you care about

La configurazione risulta molto completa e semplice

React to change from anywhere

e, come ho indicato nel mio articolo in cui descrivo la migrazione dal mio hipchat cloud a slack, le operazioni che eseguiamo su Jira sono poi visualizzate su slack

Stay aware of changes

Conclusione

Abbiamo un addon MOLTO MOLTO interessante. Nei prossimi post andremo a collaudarlo 😀

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del Marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Controlliamo quello che scriviamo su Confluence – Test addon

In questo post andremo a testare questo interessante Addon. Cercheremo di saggiarne le potenzialità 🙂

Installazione

Partiamo come sempre dalla installazione. Cerchiamo l’addon nella sezione degli addon e cerchiamo l’addon da testare.

Selezioniamo Free Trial
Accettiamo le condizioni e procediamo con l’installazione
Lasciamo che la installazione si completi
Applichiamo la licenza
Siamo pronti ad usare l’addon

Configurazione

Continuiamo con la configurazione generale dell’addon. Questa ci consente di scegliere il dizionario che possiamo utilizzare e, tra le altre cose, aggiungere i termini che non sono contenuti nel dizionario che l’addon mette a disposizione.

Dalla precedente immagine possiamo vedere che :

  • possiamo scegliere quale dizionario applicare allo Space interessato, anche se al momento non possiamo selezionare un numero molto alto dei dizionari
  • Aggiungere nuovi termini ai dizionari disponibili
dizionari disponibili
Ho aggiunto alcuni termini di test 🙂

Test

Procediamo con il test. Per facilitare la comprensione, ho registrato un semplice GIF, che potete vedere di seguito:

Conclusione

Abbiamo esaminato un addon molto interessante e che ci aiuta nella redazione della nostra documentazione. Per le lingue disponibili abbiamo uno strumento aggiuntivo. Non so se sarà esteso a breve con altri dizionari, ma sono abbastanza sicuro che prossimamente vedremo delle belle novità.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del Marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Gestiamo Gruppi e utenti in Confluence – Test Addon

In questo post andremo a collaudare questo addon per saggiarne le potenzialità.

Installazione

Partiamdo come sempre dalla installazione di questo addon, andando a cercarlo nella apposita sezione che gestisce gli addon

Selezioniamo Free Trial

Procediamo con la configurazione generale

Configurazione

Abbiamo una sezione di configurazione generale, a cui possiamo accedere direttamente sia dalla sezione di gestione degli addon:

Se vi accediamo, possiamo vedere le seguenti schermate.

Vediamo di analizzarle nel dettaglio.

Possiamo specificare quali parametri usare nella generazione dei gruppi specifici per lo Space. Di default possiamo sfruttare la KEY dello Space, in modo da identificarli meglio, oltre che ndicare dei suffissi particolari.

Possiamo o meno abilitare la ricerca degli utenti oltre che disabilitare l’addon, mostrando un apposito messaggio per gli utenti. Adesso li elenchiamo 🙂

Disponiamo di tre TAB:

  • Configuration, dove abbiamo il numero maggiore di opzioni
  • Audit Log, dove possiamo vedere il log delle operazioni che gli amministratori degli Space hanno eseguito
  • Operations: Questa sezione è dedicata per il fix, tra una versione particolare che presentava un bug.

Nella sezione Configuration, abbiamo le seguenti opzioni:

  • Group actions permitted – Attivazione delle funzioni dell’addon per gli Amministratori di Space
  • Space group pattern – Specifica quale pattern usare nella definizione dei gruppi attraverso l’addon
  • Auto Join Group – Permette anche di aggiungere gli utenti che aggiungiamo ai nostri gruppo, ad un ulteriore gruppo.
  • Maximum user/group process at any time – Numero di utenti/gruppo che possiamo processare
  • User search enabled – Abilita la ricerca degli utenti
  • Personal space management allowed – Estende le funzioni dell’addon anche per i personal Space
  • Addon deactivated – Serve per attivare/disattivare
  • Addon downtime message – Messaggio che viene mostrato quando l’addon è disattivato.

Nel nostro test, abbiamo impostato alcune opzioni molto semplici, lasciando il default. Abbiamo lasciato la possibilità di identfiicare i gruppi dello Space usando, come prefisso, la SPACEKEY.

Test

Passiamo al test. Come prima azione andiamo nella sezione di amministrazione dello Space. Da li accediamo alla sezione dedicata all’addon 🙂

Il seguente GIF permette di descrivere meglio il funzionamento dell’addon.

In questa piccola animazione, vediamo come aggiungere il nostro utente Luigi Bianchi, ad un nuovo gruppo, appositamente creato.

Conclusioni

Si tratta di un piccolo esempio, che ci mette a disposizione una grande funzione. Gli amministratori degli Space POSSONO (e lo scrivo in maiuscolo) finalmente gestire chi accede o meno ai propri dati, senza ammattire o far ammattire il povero amministratore di Jira. Diamo le funzioni alle persone che servono.

Reference

Maggiori informazioni sono reperibili sulla pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Jira Cloud and Zoom – Come l’unione fa la Forza – Test addon

In questo post andremo a testare questo addon graruito per il Cloud. Sono più che sicuro che non mi deluderà.

Installazione

Partiamo come sempre dalla installazione, andando a cercare nella apposita sezione di Jira, l’addon da installare. Trattandosi di un addon gratuido (al momento in cui scrivo questo articolo, l’addon è tale), l’installazione risulterà molto più semplificata.

Piccola annotazione

Da questo post in avanti, vedremo come sono organizzate le installazioni delle Apps, nelle istanze cloud di Jira con gli ultimi aggiornamenti della .

Partiamo dalla maschera di ricerca delle nuove Apps (non sono ancora abituato e probabilmente le andrò a chiamare Addons).

La nuova maschera di ricerca

Abbiamo una nuova organizzazione molto marketplace like, Selezioniamo l’app ZOOM….

Maschera di conferma di installazione

Selezioniamo Get it now e procediamo con l’installazione

Dialog di installazione (in alto a sinistra)
Termine installazione

Passiamo alla configurazione

Configurazione

Per configurare l’addon abbiamo da fare un piccolo barbatrucco. Occorre configurare il proprio account di Zoom affinché possa comunicare con Jira. Dobbiamo dare le autorizzazioni affinchè Jira Cloud possa accedere alle funzionalità di Zoom. Prima cosa accediamo, dal nostro account zoom verso il marketplace e dare la propria autorizzazione

Dare la preautorizzazione affinchè Jira possa accedere

Passiamo da Jira Cloud e successivamente andiamo a dare le autorizzazioni lato Jira.

Autorizzazioni lato Jira

A questo punto siamo in grado di eseguire il test

Test Test ed ancora test

Una volta configurato, abbiamo a disposizione il tasto che ci permette di poter eseguire la chiamata.

Conclusione

UNa sola parola: S P E T T A C O L O. L’addon ha rispettato le aspettative. Lo consiglio come un MUST nel portafoglio di addon da possedere.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del Marketplace.

Addendum

Prima di pubblicare questo articolo ho impostato il mio Jira Service Desk in modo da poter sfruttare questo addon. Da questo momento mi sono organizzato in maniera tale che, se devo pianificare una riunione, mi posso creare il link a Zoom direttamente su Jira e, sopratutto, posso agganciarlo ad una segnalazione Jira e tenere traccia di tutto. Il risultato è il seguente 🙂

Nei prossimi post cercherò di spiegare meglio come ho implementato il tutto 😀

Likes(0)Dislikes(0)