Export Jira Dashboard in a click

In questo post andremo a segnalare una funzionalità molto interessante, che risulta molto utile nella realizzazione di documentazione. si tratta dell’addon per Jira PDF View Plugin for Jira (PDF Exporter)

Questo addon, messo a disposizione dalla Midori Global Consulting Kft., permette di poter eseguire diverse tipologie di esportazioni su PDF

Si va dalle issue alle ….. Dashboard. In questo caso la Midori Global Consulting Kft. stessa mette a disposizione un Video di Youtube in cui descrive molto bene come realizzare queste operazioni, che trovate di seguito 🙂

Likes(0)Dislikes(0)

Personalizziamo PORTAL per Jira Service Desk

In questo post affrontiamo una piccola digressione su come possiamo eseguire delle personalizzazioni di PORTAL. Cercheremo di analizzare quali possibilità abbiamo a disposizione e che addons possiamo sfruttare per meglio personalizzare il tutto.

Out-of-the-box

Abbiamo già analizzato, nel blog di MrAddon, quali possibilità abbiamo a disposizione, verificando quali possibili opzioni sono già a nostra disposizione, ma queste non sono tutte sufficienti per poter soddisfare tutte le necessità di cui gli utenti abbisognano.

Il confronto l’ho operato con i vari clienti/utenti con cui mi sono interfacciato.

Risultati immagini per confronto

Che altro possiamo fare?

Iniziamo ad analizzare i vari addon, presenti nel Marketplace di Atlassian, al fine di capire che altro possiamo fare per personalizzare PORTAL

Se vogliamo dare una nuova grafica, possiamo utilizzare  Refined Sites for Jira Service Desk

L’esperienza di RefinedWiki, che ha prodotto l’addon per personalizzare il layout di Confluence, di cui abbiamo già abbondantemente parlato in vari articoli in questo blog, permette di poter modificare ed aggiornare la grafica

Dettaglio dell’addon
Risultato delle modifiche che possiamo operare con PORTAL

Possiamo vedere che PORTAL lo possiamo personalizzare parecchio 🙂

Altra personalizzazione che possiamo eseguire è quella di poter accedere anonimamente a PORTAL senza aver bisogno di eseguire alcuna LOGIN. Il tutto attraverso Anonymous Portal for Jira Service Desk

Questo addon permette di poter generare delle segnalazioni attraverso PORTAL senza avere la necessità di doversi loggare. Si tratta di una estensione di un’altra funzionalità, presente in Jira, che andiamo a personalizzare: Issue Collector.

Il seguente Video fornisce (in inglese) un dettaglio maggiore, in attesa che vi inoltri la solita recenzione in Italiano 😀

Ma torniamo alla possibilità di poter personalizzare l’output di PORTAL. Una delle richieste che maggiormente viene fornita dai clienti è la possibilità di poter visionare, tra le richieste degli utenti, dei campi che normalmente non sono visibili :). In questo caso ci appoggiamo a Ultimate Theming for Jira Service Desk

​This screenshot shows additional fields (Time Spent, Priority) and a sort by Status. Note the Export (CSV) button. There are also added 3 additional search buttons: Requester, Labels and Priority.
Elenco delle richieste specializzato

Abbiamo avuto modo di parlare di questo addon e di testarne le potenzialità. 

Possiamo anche aggiungere delle funzionalità che risolvono anche delle segnalazioni utenti (che come abbiamo già fatto notare, spesso diventano delle forche caudine cui dobbiamo passare con i nostri clienti) che ci obbligano a superare dei problemi che ancora la Atlassian non ha rilasciato.

In questo caso ci viene in aiuto Collective Issue View for Service Desk

​Build up the ideal structure for your special needs by assigning Jira Groups to Units. Those Units could be companies, organisations, teams, departments or whatever you want.

Questo addon ci permette di superare JSD-270 e ci permette di dare visibilità, agli utenti di una stessa organizzazione, delle segnalazioni che riguardano la loro organizzazione attraverso PORTAL. 

Per concludere, possiamo andare a gestire meglio i Knowledge base, che PORTAL mette a  disposizione, attraerso un altro addon (messo a disposizione da  //SEIBERT/MEDIA, ovvero lo stesso produttore che mette a disposizione il precedente addon. 

Si tratta di  Service Desk Knowledge Base Custom Field.

Questo addon mette a disposizione un nuovo campo Custom, che permette di poter condividere degli articoli di KB direttamente nelle risposte verso il cliente, dando la possibilità di renderli disponibili non solo nella ricerca standard, ma anche nelle risposte vere verso i clienti 🙂

Quicker and more profound Support Replies

Conclusione

Abbiamo a disposizione molte possibilità d poter estendere il nostro PORTAL, andando dalla visualizzazione grafica alla aggiunta di nuove funzionalità, le quali spaziano tra diverse possibilità/necessità. Nei prossimi post andremo a verificare gli addon che ancora non abbiamo censito e verificheremo cosa mettono a disposizione testandoli sul campo .

Likes(0)Dislikes(0)

Lo stato di una issue è cambiato. Chi è stato?

In questo post andremo ad analizzare un aspetto molto interessante. Cercheremo come, attraverso gli strumenti di cui disponiamo, sia stato possibile che lo stato di un Workflow sia cambiato Vediamo come

Esploriamo

La domanda che ci siamo posti non è affatto fuori luogo, ma è la classica domanda che ci si pone quando ci si trova di fronte ad un problema e dobbiamo dare delle risposte certe. Sopratutto quando ci sono di mezzo dei clienti. 

Un valido strumento è sicuramente l’Audit Log di Jira, che ci permette di poter scoprire se degli utenti hanno eseguito diverse operazioni, come possiamo vedere dalle seguenti immagini. 

Workflow modificato

Possiamo risalire alle modifiche di un workflow:

Versione iniziale
Modifica

Come possiamo vedere, abbiamo a disposizione un primo strumento non indifferente.

Ottimo, che altro?

Possiamo anche arrivare a vedere altro? Ma larisposta è si. Se andiamo sulla/e issue incriminata/e, possiamo vedere la storia. Ma se aggiungiamo il Jira Suite Utility, abbiamo un ulteriore piccolo aiuto 🙂

Dettagio dell’Addon

Quello che vediamo è l’aggiunta di un TAB nella sezione activity della issue:

Dettaglio

dove abbiamo una indicazione particolare del cambio di stato :). Abbastanza utile. In aggiunta abbiamo che Jira si salva tutte le operazoni che eseguiamo (anche se eseguiamo delle BULK, queste salvano informazioni circa quanto eseguito). Di conseguenza, armiamoci di pazienza ed andiamo a spulciare le operazioni per capire che cosa è successo. Di strumenti ne abbiamo.

Se poi citiamo nuovamente il LastLog della DecadisAG, otteniamo anche la possibilità di poter leggere le informazioni del LOG direttamente da Jira

Dettaglio

Conclusioni

Possiamo risalire a diverse azioni che sono state commesse su Jira e capire chi ha fatto cosa. Come novelli Sherlock Holmes possiamo trovare le risposte che vogliamo. 

Likes(0)Dislikes(0)

Aggiungiamo funzioni al nostro Workflow…. gratuitamente

Estendiamo le funzionalità per il nostro Workflow

In questo post continuiamo ad analizzare gli addon che scmenthusiast mette a disposizione per i prodotti Atlassian. Oggi vediamo come incrementare le nostre possibilità con i Workflow di Jira.

 

Cosa permette di fare l’addon?

L’addon permette di estende le Post-functions e le Conditions. In particolare:

  • Workflow Post Functions
    • Aggiunta di utenti come Watcher di una issue, anche basato su condizione particolare.
    • Rimuovere un utente da watcher di una issue
    • Aggiungere i membri di un determinato Ruolo del progetto o di un gruppo come Watcher di una issue
  • Workflow Conditions
    • Controllare gli utenti che sono Watcher della issue soggetta al passaggio di stato
    • Verificare se la issue ha commento/i  o se l’utente che esegue la transazione di stato ha inserito dei commenti alla issue in questione

il tutto … gratuitamente (al momento in cui viene redatto il post, l’addon è gratuito).

 

Carino, molto molto carino

Abbiamo la possibilità, attraverso questo addon, di poter impostare degli utenti come Watcher in automatico, in modo da poterli aggiunere alla conversazione.

 

Conclusioni

Interessante la possibilità di estendere le nostre funzioni su Workflow e di …. impostare delle funzioni in base alle nostre necessità. Cercheremo nei prossimi post di provare questo addon.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del marketplace.

 

Likes(1)Dislikes(0)

Adaptavist completa un’altra acquisizione

Annuntio Vobis Gaudium Magnum ….

Adaptavist completa una nuova acquisizione:

Dopo il brillante acquisto di Kanoah Test, come abbiamo annunciato in questo blog, adesso la Adaptavist conferma il suo interesse nei prodotti Atlassian . Rimaniamo in attesa di maggiori dettagli per capire come si muoverà nei prossimi mesi 😀

Likes(0)Dislikes(0)

Accesso anonimo a PORTAL di Jira Service Desk

Una particolarità

In questo post andremo ad esaminare una patrticolarità che ho scoperto in questi giorni, ovvero la possibilità di poter generare delle segnalazioni via PORTAL di JIra Service Desk….. in maniera Anonima 😛

Subito al dunque

L’addon permette di poter generare delle segnalazioni attraverso PORTAL senza la necessità di connettersi.  Il seguente Video

fornisce una serie di spiegazioni ed alla fine… non sono riuscito a resistere ed ho subito installato l’addon .

Configurando velocemente l’addon, come mostrato in figura (occorre indicare un utente anonimo o di lavoro, che sarà poi utilizzano immagino per gestire la segnalazione)

nel mio caso ho utilizzato l’utente amministratore e, come vedete nella immagine successiva:

 

funziona benissimo. Non sono loggato ma riesco ad accedere al PORTAL ed a creare una segnalazione 😀

Conclusioni

Interessante. SI tratta di un addon per cui prevedo tante (ma proprio tante) applicazioni. La prova che ho eseguita è stata molto veloce, ma nei prossimi post ci sarà la prova effettiva, completa di tutto punto.

Likes(0)Dislikes(0)

Rendiamoci anonimi … in Jira

Protezione dei dati ….

In questo post torniamo ad affrontare l’argomento dell’anonimato e della protezione dei dati in Jira, andando ad esaminare un addon che, da quanto leggiamo, promette bene. Procediamo con la prima indagine

 

Subito al dunque

Questo addon ci promette di poter rendere anonime delle informazioni su Jira

permettendoci di mascherare i dati affinchè solo alcuni possano averli a disposizione, come possiamo vedere dalla seguente immagine.

Indicando anche quali campi sono stati protetti/criptati

Conclusioni

Interessante. Questo addon potrebbe risolvere diversi ambiti in cui abbiamo la necessità di dover condividere il nostro Jira, senza dover installarne di nuovi e semplicemente indicando che cosa condividere. Non vedo l’ora di provarlo

 

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Usiamo Jira per gestire le nostre scadenze

Utilizzo NON IT

In questo post andremo a definire un esempio di uso in ambito NON IT, forti anche del nostro intervento all’Atlassian Team Tour in Italia, du cui abbiamo già ampiamente parlato in questo blog.

 

Sfruttiamo la potenza dei prodotti Atlassian

La prima domanda a cui rispondiamo è la seguente:

Possiamo utilizzare i prodotti Atlassian per gestire uno scadenziario?

La risposta è SI. Aggiungo anche che abbiamo l’imbarazzo della scelta.

Quali prodotti?

Il primo che citiamo è Confluence che, attraverso Team Calendar, permette di definire dei calendari, come abbiamo già mostrato in precedenti post di questo blog, e definire uno scadenziario al suo interno.

L’interfaccia è molto semplice

e possiamo gestirne anche più di uno di calendari (a seconda delle nostre esigenze). SI tratta comunque di una soluzione semplice, che ci permette ottenere delle funzionalità di base.

Che altro?

Se abbiamo la necessità di gestire degli eventi più complessi, possiamo fare affidamento su Jira e su alcuni addon che permettono di poter generare degli eventi a cadenza regolare, come ad esempio: The Scheduler. Ma ne esistono anche diversi altri, sia per Cloud che per Server/OnPremise.

In questo caso, se dobbiamo gestire degli eventi ripetitivi e abbiamo la necessità di tracciare meglio una serie di attività, questa soluzione ci permette di avere a disposizione il potente motore di Workflow di Jira e la possibilità di generare delle schedulazioni automatiche. Non male 😀

In questo caso, combinando l’uso di Jira con The Scheduler permette di generare delle issue che rappresentano delle scadenze (possiamo gestire il tutto sfruttando appieno tutte le potenzialità di JIra) e disegnare un workflow che permette di rappresentare il flusso che vogliamo far seguire alla/e scadenza/e.

Possiamo anche diversificare il flusso inserendo anche delle fasi di approvazione: In una situazione particolare potrebbe essere necessario inserire una autorizzazione ad un determinato pagamento.

Conclusione

Abbiamo descritto  un possibile utilizzo in ambito NON IT. Nei prossimi post cercheremo di sviluppare questo argomento con altri esempi.

Likes(0)Dislikes(0)

Secure field – Aggiungiamo una caratteristica importante ai campi di Jira

Aggiungiamo la sicurezza ai campi Custom

In questo post andremo ad esaminare un addon che mette a disposizione dei campi custom particolari, che presentano una caratteristica in più: La possibilità di definire degli scheme particolari per gestire la sicurezza.

Cosa abbiamo a disposizione?

L’addon mette a disposizione dei campi custom particolari, con l’aggiunta di alcune funzionalità che permettono di definrie degli scheme particolari solo per loro.

Come vediamo dalla precedente figura, abbiamo a disposizione un insieme di campi, che si sovrappongono ai campi standard, sui quali possiamo definire tali configurazioni supplementari

come possiamo vedere dalla figura, la sezione Issues->Fields viene estesa con una nuova voce, che permette di richiamare queste nuove funzioni.

La sezione Activity viene estesa con un nuovo pannello, dove possiamo andare a vedere nel dettaglio quello che è stato eseguito per questi campi.

Interessante ….

…. e quindi lo installo immediatamente per capire come si comporta sul campo :P. Partiamo, come sempre, dalla installazione.

selezioniam Free trial per attivare la procedura di installazione …

… attendiamo che si attivi la procedura di generazione della licenza trial ….

… quindi applichiamo la licenza …

… fino al completamento della installazione. Al termine, ci verrà proposto di eseguire una re-index

dato che aggiungiamo un nuovo insieme di campi custom. Eseguiamola senza problemi. 🙂

Configurazione

Procediamo con la configurazione. Generiamo un nuovo campo custom, scegliendo tra quelli che l’addon mette a disposizione

Dopo di che andiamo a configurare i permessi per tale campo.

Selezioniamo Permissions per procedere con la nuova configurazione ed impostiamo il tutto.

come indicato nella precedente figura, ovvero consentiamo editazione e visualizzazione delle modifiche di questi campi al solo amministratore. Quindi eseguiremo un accesso come altro utente ed eseguiremo il test :P. La configurazione delle permission non richiede grandi problemi, dato che, come possiamo vedere dalla seguente figura:

non richiede skill particolari. L’organizzazione è similare a quanto siamo già abituati. Rivediamo la configurazione finale:

Quindi se andiamo a leggere tali informazioni come Administrator, questo sarà il risultato:

mentre se accediamo come altro utente, il nostro Luigi Bianchi, allora questo sarà il risultato 😀

Conclusioni

Abbiamo a disposizione uno strumento interessante, con una possibilità di poter eseguire delle operazioni di configurazione non indifferenti. Possiamo aggiungere dei nuovi campi custom e permettere la visualizzazione dei dati letteramente come ci pare :D. Mi vengono in mente tantissimi utilizzi in vari ambiti e scenari.

 

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del marketplace.

Likes(1)Dislikes(0)

Un addon da approfondire …. Parliamo di GDPR…. – Test Addon

Argomento spinoso

IN questo post andiamo a trattare un argomento spinoso, difficile e abbastanza complicato, che rigarda il GDPR. Passiamo al test dell’addon.

Installazione

Partiamo sempre dalla installazione, andando a cercare il nostro addon.

selezioniamo Free trial per installare l’addon …

attendiamo la fase di generazione della licenza Trial …

… quindi applichiamola ….

… fino alla conclusione della installazione.

Configurazione & Test

Passiamo alla configurazione generale. Dato che si tratta anche della fase di applicazione e test, questa fase sarà unica.

Nella sezione degli addon abbiamo un nuovo menù per richiamare la configurazione, come mostrato nella figura seguente.

Da questa form abbiamo la possibilità di impostare quale/i utente/i modificare  e trasformare in una nuova utenza.

Una volta impostato il tutto ….

… andiamo ad impostare quali issue andare a … trattare e lo andiamo a fare attraverso una query JQL, come mostrato in figura:

Possiamo anche andare a simulare il risultato finale, come possiamo vedere dalla seguente immagine. 

Passiamo all’utilizzo dell’addon. Impostando questi parametri:

andiamo a confermare il tutto e, come mostrato dalla seguente figura:

l’esecuzione di questa operazione MODIFICA IN MANIERA PERMANENTE le issue selezionate e, di conseguenza, non POSSIAMO TORNARE INDIETRO. Dobbiamo reimpostare il tutto per ripristinare la configurazione iniziale. Il risultato è il seguente:

Conclusioni

Non male, non male. Abbiamo un addon che ci permette di rimappare in maniera massiva le issue, fornendo una interfaccia dedicata. Questa stessa operazione possiamo eseguirla anche attraverso le BUlk Operation, ma in questo caso abbiamo una interfaccia più semplice e diretta. Attendiamo di esaminare le prossime release dell’addon :).

Reference

Questa volta abbiamo diverse referenze. Ve le cito tutte:

Likes(0)Dislikes(0)