Uno Studio in JIRA – Proseguiamo le analisi

Uno studio in JIRA

In questo post proseguiamo quanti riportato nel post Uno studio in JIRA, dove cerchiamo di dare risposte ad annose questioni.

Dove eravamo rimasti?

Avevamo descritto delle situazioni in cui ci potevamo trovare nel caso di condivisione verso nuovi clienti di JIRA/JIRA Service Desk, al fine di condividere uno strumento con loro ed unificare la gestione delle issue.

Avevamo riscontrato diverse difficoltà, cui abbiamo dato una prima risposta con il seguente post, in cui descrivevamo come poter eseguire la sincronizzazione di due istanze di JIRA.

Proseguiamo nella analisi

Proseguendo le nostre elucubricazioni, abbiamo identificato una seconda possibilità per poter eseguire delle sincronizzazioni tra due istanze di JIRA. Si tratta di: JIRA2JIRA Connector.

Si tratta di un addon appena uscito, ma che mi ha parecchio incuriosito. Vediamo che cosa offre 🙂

  • Permette di mettere in comunicazione due istanze di JIRA 
  • Consente la sincronizzazione di Progetti ed Issues, tenendo conto dei dati master e client, rispettando i links e le diverse cose. La sincronizzazione riguarda solo quanto configurato.
  • Consente attraverso opportuno JQL, di poter scegliere che cosa sincronizzare, come mostrato dalla seguente immagine: 
  • Leggendo tra le funzionalità offerte, abbiamo anche la possibilità di poter eseguire la sincronizzazione di
    • Workflow transaction
    • commenti
    • attachments

Interessante

Abbiamo quindi a disposizione uno strumento che ci può essere utile. Oltre a eseguire la sincronizzazione, sembra che esegua anche la copia di parti del workflow. Questo ci aiuta notevolmente in una fase molto importante:

Esattamente: il deploy. Ci stiamo quindi avvicinando alla possibilità di poter eseguire delle operazioni tra due istanze. Questo apre un nuovo scenario abbastanza interessante.

Conclusioni

In questo post abbiamo approfondito questo Studio in JIRA, dove abbiamo esaminato questo nuovo addon, che ci illumina mostrando altre possibilità. Questo ci dimostra ulteriormente che il mondo Atlassian è in continua evoluzione. Nei prossimi post continueremo ad analizzare questo addon e a verificarne le potenzialità.

Reference

Maggiori informazioni sull’addon sono reperibili qui.

Likes(0)Dislikes(0)

Kanoah Test 2.5.0 – Ultime novità

Ultime novità

In questo post andiamo a evidenziare le ultime novità che sono presenti nella versione 2.5.0 di Kanoah tests.

 

Andiamo al sodo

Create and Edit Test Cases and Test Plans in a Full Screen

Risulta ancora più semplice creare e modificare i Test Case e i Piani di Test.

 Navigate to Test Cases, Test Plans and Issues from Reports

Possibile navigare direttamente Test case, Piani di test o le issue direttamente da ogni report: Basta un click 🙂

Share Test Cases and Test Plans Using Friendly URLs

Possibile condividere Test case e Piani di test utilizzando una URL più agevole ed amichevole, simile a quella classica di JIRA per navigare le Issue 🙂

Navigate to a Test Case During its Execution With a Single Click

Mentre si esegue un test case, eseguendolo utilizzando il Test Player, basta un semplice click sulla sua chiave per accedervi diretamente.

 

Easily Move Test Steps Up and Down

Abbiamo la possibilità di poter riordinare i passi do un test case, in maniera molto semplice ed agevole.

Fixes and Improvements

  • Migliorata la traduzione in Tedesco.

Conclusioni

Non cessa mai di sorprenderci il Kanoah Test. Restiamo in attesa di nuovi ulteriori sviluppi, ma di sicuro non smetteremo mai di sorprenderci.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nel sito della Kanoah Test.

Likes(0)Dislikes(0)

Estendiamo JQL con altre funzionalità

Estendiamo le funzionalità JQL

In questo post andremo ad esaminare come possiamo ancora estendere le funzionalità di JQL Standard.

 

Come possiamo fare?

Vediamo quali possibilità abbiamo per estendere le funzionalità JQL nel nostro JIRA. Abbiamo già visto alcuni esempi esaminando diversi addon, che abbiamo recensito nel corso del tempo, quali ad esempio scriptrunner, di cui abbiamo ampiamente parlato. vediamo adesso quali altri soluzioni sono possibili:

JQL Tricks Plugin è sicuramente una prima soluzione. Mette a disposizione tante funzioni aggiuntive per il JQL, permettendo di poter eseguire moltissime interrogazioni specifiche.

 

Abbiamo la possibilità di monitorare chi ha eseguito determinate operazioni in maniera banalissima, come mostrato dalla precedente immagine.

In aggiunta abbiamo la possibilità di poter indicare quali utenti/gruppi/progetti ne possono fare uso, con una agevole form di configurazione.

Craftware Search Linked Issues for JIRA è la nostra seconda indicazione. Si tratta di un addon che estende, a sua volta, il JQL con opportuni funzioni. Permette di poter eseguire delle ricerche sulle linked issue in maniera molto semplice.

 

 

 

Dalla immagine precedente, vediamo che abbiamo delle funzioni che, nella vita lavorativa, ci aiutano a semplificarcela :-D.

JQL Functions Collection mette a disposizione un insieme di funzioni JQL anche queste molto semplificative della vita di ogni giorno.

 

 

Si tratta di funzioni che trattano formato di dati, di stringhe etc. Queste sono sicuramente molto utili :-), come mostrato dalla immagine successiva.

 

Conclusioni

Abbiamo fatto una carrellata molto rapida di addons che permettono di estendere JQL con altre funzioni che possono aiutare la vita di tutti i giorni.

Likes(0)Dislikes(0)

JQL – Esempi di uso

JQL – Esempi di uso

Vediamo in questo post alcuni esempi di uso del JQL, ovvero del JIRA Query Language. Si tratta di alcuni esempi di utilizzo che possono aiutare nella vita di tutti i giorni 🙂

Andiamo al dunque

Dopo aver presentato il JQL, vediamo dove è possibile utilizzarlo per svolgere il nostro lavoro.

Confluence

Su Confluence abbiamo diverse possibilità di utilizzo. Abbiamo già mostrato alcuni di essi proprio nella gestione degli Asset Management, dove abbiamo anche collegato alle pagine dell’asset le Issue di riferimento attraverso una apposita macro: JIRA; come mostrato in figura:

JQL-02-02

Quindi, sfruttiamo il JQL per andare a selezionare le Issue o la Issue che ci interessa.

JQL-02-01

Come possiamo vedere, esaminando l’ultima immagine, quello che notiamo è che andiamo a selezionare le issue semplicemente andando a comporre la nostra query JQL in maniera opportuna. Quindi, senza fare alcuna fatica, settiamo le proprietà e le informazioni che vogliamo vedere, in modo quasi istantaneo 🙂

 

JIRA

Su JIRA semplicemente andiamo ad accedere alla sezione delle Issue, dove andiamo ad impostare sia i filtri che ad eseguire tutte le interrogazioni che ci servono.

JQL-02-03

Una volta identificati i filtri che servono, possiamo semplicemente andare a salvare le query come dei filtri. Semplicemente selezioniamo il tasto Save as posto in alto (vedi precedente figura):

JQL-02-04

Una volta salvato, possiamo referenziare il filtro semplicemente dalla toolbar laterale:

JQL-02-05

Conclusioni

Abbiamo  visto alcuni esempi di applicazione di JQL. Nei prossimi post andremo a vedere come possiamo estenderlo in maniera opportuna.

Likes(0)Dislikes(0)

JQL – First look

JQL aka JIRA Query Language

In questo post andiamo ad esaminare questo semplice linguaggio, che consente di poter eseguire delle interrogazioni sulle ISSUE JIRA, come se si trattasse di usare una sintassi simile-SQL.

Che cosa è?

La prima cosa che facciamo è rispondere ad una semplice domanda: Che cosa è JQL? Come indicato nel titolo, JQL sta per JIRA Query Languahge ed è un linguaggio simil-sql che la Atlassian mette a disposizione per ricercare issue su JIRA.

JQL è stato studiato per TUTTI. Non è inteso come uno strumento per pochi, ma per tutti coloro che ne abbisognano. Consente di poter cercare facilmente ed agevolmente le Issue che interessano o abbisognamo.

Possiamo agevolmente accedervi dal menù: ISSUE -> Search for issue come mostrato in figura.

JQL-01

Viene quindi proposta la form JIRA per le ricerche:

JQL-02

Dalla precedente immagine già abbiamo una prima indicazione di come si scrivono queste simil-sql query. In particolare:

Semplicemente andiamo a scrivere delle sequenze di:

  • Campo
  • operatore
  • valore

JIRA ci aiuta con dei suggerimenti (vedi immagine precedente), fornendo dei suggerimenti nella composizione della query JQL. Se torniamo all’esempio della precedente immagine, notiamo che stiamo interrogando JIRA per capire quali sono le issue che risultano NON RISOLTE, ovvero resolution = Unresolved, ordinate per priorita ed aggiornamento.

Notiamo anche che JIRA stesso ci indica se lq query JQL è corretta o meno

aggiungendo una icona che indica se OK o meno. Il risultato è sicuramente ottimo.

Grande risultato, ma possiamo esportare i dati?

Certo che si. La risposta è positiva. Una volta che abbiamo selezionato le informazioni che ci interessano, le issue che vogliamo, possiamo esportarle su Excel :-).

JQL-03

Attraverso l’apposito menù Export, visualizziamo le possibili alternative. Possiamo esportare tutte le informazioni che vogliamo. In questo modo possiamo eseguire ulteriori indagini sulle informazioni presenti in JIRA 🙂

Conclusioni

Abbiamo iniziato a scoprire questa piccola perla. Si tratta di una funzionalità che consente di poter reperire issue da JIRA, in base alle nostre esigenze.

 

Reference

 

Likes(0)Dislikes(0)

Confluence & JIRA – Ultime novità

Ultime novità

In questo post andremo a riassumere alcune delle ultime novità per Confluence e JIRA, con qualche piccola puntatina sugli altri prodotti della Atlassian 🙂

 

Confluence

Su Confluence segnaliamo l’aggiornamento della macro Roadmap, di cui abbiamo già parlato. Adesso viene data la possibilità di poter visualizzare le roadmap in settimane o mesi.

 

Altro aggiornamento, che riguarda un post su cui abbiamo approfondito un addon molto interessante, riguarda il “ricordare” l’ultima selezione del checkbox notify.

 

Per chi dispone della versione Cloud, questi aggiornamenti sono disponibili dal 10 di maggio 2015.

Altra segnalazione riguarda la possibilità di poter eseguire delle “query” ad hoc su Confluence, attraverso il CQL, sulle page properties o sulle Label. La macro è stata estesa in modo da poter eseguire delle interrogazioni molto più mirate ed in maniera assai più semplice, come mostrato in figura.

 

 

I metadati delle pagine Confluence sono stati …. spostati ed adesso sono visibili in cima alle pagine stesse.

 

Queste ultime modifiche saranno disponibili dopo gli aggiornamenti del 17 maggio 2015.

 

JIRA

Su JIRA sono state riportate le seguenti migliorie 🙂

La Basic Search di JIRA è stata estesa in modo da consentire l’interrogazione per lo SPRINT FIELD

 

Segnaliamo anche il seguente gadget per realizzare il seguente grafico bidimensionale

 

Conclusioni

Abbiamo visto alcune novità. Nei prossimi post andremo ad approfondirne alcune 🙂

Likes(0)Dislikes(0)

Semplice contabilità con Confluence e Jira

Altro esempio di uso

Mostreremo, in questo post, come realizzare una semplice gestione della contabilità, sfruttando Confluence e JIRA. L’obbiettivo è di combinare le funzionalità offerte dai due sistemi e di metterli a disposizione di tutti coloro che intendono gestire una semplice contabilità. Si va da piccolo professionista, alla azienda strutturata.

Di cosa abbiamo bisogno

Elenchiamo quello di cui abbiamo bisogno 🙂

  • Confluence (Cloud o Server)
  • Team Calendar
  • JIRA

Vediamo nel dettaglio come sfruttare questi strumenti.

 

Confluence

Useremo Confluence come repository dei nostri documenti. Come mostrato nei diversi esempi di uso, nei precedenti posts di questo blog, Confluence si presta molto bene nella gestione di documenti. Le pagine possono essere utilizzati per creare delle agevoli Dashboard, da usare per aggregare tutte le informazioni.

Allo stesso modo con cui abbiamo creato una scheda cliente, possiamo creare un repository per le fatture. A tale scopo, dedichiamo uno space alle fatture, dove la pagina principale sarà la Dashboard riassuntiva di tutte le fatture emesse, mentre le singole fatture saranno memorizzate su singola pagina. Sfruttando il meccanismo delle Page Properties, avremo sempre a disposizione un report riassuntivo con il quale potremo sempre visualizzare lo stato delle fatture, e capire se e quando sono state pagate, se sono da pagare, il cliente, etc.

 

La seguente immagine mostra un esempio di Dashboard che può essere realizzata.

fatture01

 

In questo esempio si può vedere come io ho organizzato la mia gestione delle fatture. Opportune Page Properties mi consentono di poter definire tutte le informazioni di cui abbisogno. Si va dal nome del cliente (che a questo punto, può essere una pagina a se stante di un altro Space Confluence, con tutte le indicazioni del cliente), alla data di emissione, anno riferimento, se il cliente è di buona o pessima qualità (ahimè occorrono anche queste informazioni) e, come conseguenza, se si è dovuti ricorrere ad un avvocato per il recupero crediti.

Ovviamente questo è un esempio abbastanza completo, ma non è il solo. Qui ci si può sbizzarrire con la propria fantasia o applicare le proprie conoscenze per poter avere a disposizione un quadro completo della situazione.

Team Calendar

Come per altri esempi, il Team Calendar è sicuramente utile per gestire gli appuntamenti aziendali, le scadenze fiscali o altre scadenze di vario genere.

 

Abbiamo anche la possibilità di poter generare più Calendari distinti, a seconda delle necessità. Si potrebbe avere a disposizione un calendario per le scadenze fiscali, un calendario per le scadenze di una divisione o di un ufficio, un calendario per gli eventi ed un calendario per le ferie del personale, etc etc etc :-). Lasciate correre la fantasia.

JIRA

JIRA viene usato per tracciare le varie attività. Ovviamente, JIRA può anche essere utilizzato per gestire progetti NON IT, non di sviluppo software. 🙂

Impostando i vari task, abbiamo la tracciatura completa delle varie attività. In aggiunta, inserendo le ore dedicate, abbiamo il controllo completo delle varie attività.

Quindi??

Semplicemente eseguendo una estrazione delle attività, attraverso JQL, possiamo ricavare il totale delle ore e determinare le fatture da emettere ai vari clienti.

 

Conclusioni

Confluence e JIRA si dimostrano dei software poliedrici, che consentono anche a persone non IT di poter essere validi strumenti per lo svolgimento delle operazioni di tutti i giorni, aiutando gli utenti nel loro lavoro e fungendo da supporto non indifferente per loro. Quanto riportato in questo post, può essere implementato sia nella versione Cloud, che nella versione Server.

Nei prossimi post, cercheremo di fornire ulteriori esempi di utilizzo di questi software.

Likes(0)Dislikes(0)