Una bellissima sopresa da Decadis

In questo post andremo ad esaminare due addon freschi freschi, rilasciati dalla Decadis. Si tratta di due addon:


Space Tools Pro for Confluence

Timesheet Check for Jira

Ma prima ….

un ringraziamento al Team di Decadis per il grande lavoro che hanno fatto.

Il ` Della Penna Stilografica E Dell'iscrizione Del Punto Dell'iridio  Ringrazia Fotografia Stock - Immagine di fontana, ringraziamento: 113588638
Grazie

Si tratta di due addon, uno per Confluence ed uno per Jira Cloud. Si tratta di due bellissime sorprese. Andiamo a vedere da vicino le funzioni che ci offrono, in una edizione speciale dove possiamo confrontare passo passo che cosa offrono i nuovi addon.

Space Tools Pro for Confluence

Tutti gli strumenti per gestire Space e Pagine in uno strumento unico. Il coltellino svizzero (come riportato dalla pagina del marketplace) per tutte le stagioni.

Un dettaglio delle nuove opzioni messe a disposizione (Fonte Decadis – Particolare)
L’opzione di Copy pages (Fonte Decadis – Particolare)

Questo addon raccoglie in un unico punto tutte le funzionalità che sono necessarie per gestire tutte le funzioni di amministrazione di uno space e tutte le pagine contenute, senza doverci spostare da una opzione all’altra.

Timesheet Check for Jira

Questo addon permette di aggiungere una serie di funzionalità non indifferenti. Prima tra tutte permette di potersi agganciare a TEMPO Timesheet e di estendere le funzionalità in modo da aiutare le aziende a rispettare i requisiti legali e le leggi – dai periodi di riposo giornaliero alle ore di lavoro medie massime.

Un esempio delle funzioni che ci aiutano in tal senso.

L’addon permette di definire le metriche di base, come ad esempio la lunghezza dei giorni di lavoro o i periodi di riposo giornaliero. Sulla base di queste metriche, le regole sono impostate in pochi minuti per soddisfare qualsiasi regolamento o policy.

I report, splendida funzione per rappresentare i risultati

Attraverso opportuni report è possibile controllare quali regole sono state rispetatte e quali no. permettendo un controllo sempre costante,


Conclusione

Sono due addon che ci sorprendono grazie alle funzioni che mettono a disposizione di noi utenti. Spesso la versione out-of-the-box non mette proprio tutto a disposizione, ma questi addon aggiungono la funzione che risolve tutti i nostri problemi, coprendo le nostre necessità. Non. vedo l’ora di provarli.




Secure custom field per Jira Cloud – Test addon

In questo post andremo a testare un meraviglioso addon. Andiamo ad analizzare quali caratteristiche ci sono offerte,

Shunsuke (Sean) Osawa e Hiroshi Ohnuki – Atlassian Open Vienna 2019

Installazione

Partiamo come sempre dalla installazione. La seguente GIF ci mostra come installare l’addon. In questo caso siamo ancora più contenti: L’addon è gratuito (al momento in cui viene redatto l’articolo, l’addon risulta gratuito).

La procedura di deploy

Configurazione generale

La configurazione generale è semplicissima: NON ESISTE. Di conseguenza siamo molto felici.

Allenare' la felicità, come puntare sul nostro lato positivo - la Repubblica
Questo ci semplifica la vita

Definiamo dei campi custom e testiamo il tutto

Per testare il tutto, andiamo a definire un nuovo campo custom. Se ci posizioniamo nella relativa sezione di amministrazione, questo è quello che vediamo

La lista dei tipi di campi che l’addon mette a disposizione

Definiamo un campo di test, seguendo la configurazione classica di un nuovo campo personalizzato.

La configurazione classica.

Una volta eseguita la generazione, passiamo alla configurazione interna del campo, dove riconosciamo una cosa. vediamo se la intuite

Configurazione del campo

La prima cosa che notiamo è l’autorizzazione ad accedere. Questo ci ricorda che si tratta di un addon realizzato con FORGE. Possiamo quindi rassicurarci che gli addon saranno presto ben realizzati con questa tecnologia che, essendo interna alla nostra istanza, non ci causerà poi tanti mal di testa per quanto riguarda la sicurezza dei nostri dati. Una volta che abbiamo autorizzato l’addon, veniamo reindirizzati alla configurazione del nuovo campo e, di conseguenza, possiamo gestire le autorizzazioni

La configurazione del nuovo campo.

Possiamo scegliere chi può vedere e chi può modificare il campo. Abbiamo questa duplice scelta . Nella GIF si vede che abbiamo impostato una utenza come autorizzata alla visualizzazione. Il risultato nelle seguenti GIF:

Utente con i privilegi di lettura e modifica
Situazione nel caso di utente non autorizzato

Conclusione

Abbiamo testato un addon molto interessante. Permette di introdurre delle funzioni molto interessanti ma sopratutto ci permette di poter gestire delle situazioni che, molto spesso, i miei clienti mi richiedono per nascondere le informazioni e renderle disponibili solo per alcuni. In questo modo possiamo gestire facilmente la riservatezza delle informazioni proprio grazie a questo addon che, tra le altre sorprese, ci permette di poter vedere FORGE nuovamente in azione.

Reference

Maggiori informazioni sono disponibili presso la pagina del marketplace.




Aggiornamenti da Old Street Solutions

Continuiamo a tradurre nella Italica lingua un altro articolo del blog della Old Street Solutions. Come sempre un ringraziamento ad Old Street Solutions per questa opportunità e per le nuove funzioni che sono state rilasciate.

Ma prima una piccola sorpresa: Vi introduco un video della Old Street Solutions molto particolare e carino 😉

Il Video definitivo 🙂

Di seguito la traduzione dell’articolo. Buona lettura

Ora puoi visualizzare più calcoli in un grafico personalizzato

Screenshot di più calcoli visualizzati nella legenda del grafico a torta Grafici personalizzati
Un esempio della nuova funzione. Fonte : Old Street Solutions

Molti utenti hanno chiesto di poter creare grafici che mostrano cose come la stima originale rispetto alla stima rimanente. Come sempre, vi abbiamo ascoltato e siamo entusiasti di annunciare che è qui. Custom chart for Jira e Custom chart for Confluence hanno ora la possibilità di visualizzare più calcoli in un singolo grafico.

Come posso usare questa nuova funzionalità?

Sono disponibili più calcoli da visualizzare nella legenda su grafici a torta, grafici a imbuto e tabelle unidimensionali. Sui grafici a torta e funnel, il grafico stesso continuerà a visualizzare il campo selezionato dal menu a discesa Calcola, ovvero il calcolo principale, indicato nella tabella con le icone del grafico accanto alle intestazioni dei calcoli principali.

Screenshot del grafico a imbuto Grafici personalizzati con più calcoli visualizzati
La nuova funzionalità: Fonte: Old Street Solutions

Dopo aver selezionato il calcolo principale, come faresti normalmente, apri la scheda Legenda e seleziona Add column per includere ancora più informazioni nella legenda del tuo grafico. Ogni calcolo può essere rinominato usando l’icona a forma di matita e puoi scegliere di mostrare/nascondere la colonna la percentuale associata con un clic sull’icona a forma di bulbo oculare.

Per cosa posso usare questa nuova funzionalità?

Ecco alcuni dei nostri casi d’uso preferiti per questa funzione per far fluire i tuoi succhi creativi:

  1. Original Estimate, Remaining estimate e Time Spent per visualizzare alcuni report di base sul monitoraggio del tempo utilizzando i campi di monitoraggio del tempo predefiniti di Jira.
  2. Time Spent e story points per i team che li utilizzano per tenere traccia delle stime e registrare il worklog effettivo.
  3. Time to Resolution e Story Points per confrontare le tue stime con il tempo impiegato per completare il lavoro.
  4. Tempo fino alla data di scadenza e Remaining Estimate per vedere se potrebbero esserci problemi nel completare il lavoro in tempo in base alla quantità di lavoro stimato rimanente.

Questa funzione è ora disponibile per i clienti Cloud che utilizzano Custom chart for Jira – Reports  o Custom jira charts Confluence – Reports e sarà presto disponibile per i clienti di server e data center!

Facci sapere cosa ne pensi di questa funzione e di tutte le altre che vorresti vedere attraverso il nostro portale di supporto .

Reference

Maggiori informazioni sono reperibili ai seguenti link:




Secure custom field per Jira Cloud

In questo post andremo ad esaminare una novità che la Giapponese Ricksoft ci mette a disposizione, che ci permette di poter gestire la visibilità di alcuni campi in maniera semplice. Andiamo ad esplorare.

Shunsuke (Sean) Osawa e Hiroshi Ohnuki – Atlassian Open Vienna 2019

Subito al dunque

Questo nuovo addon, gratuito (al momento in cui viene pubblicato il post, l’addon è gratuito) ci permette di poter definire diverse tipologie di campi custom che presentano carateristiche particolari:

Ecco le tipologie di campi custom (Fonte: Ricksoft).

Si tratta di campi custom che permettono di definire la visualizzazione e la modifica in base alla utenza. Possiamo definire facilmente queste caratteristiche attraverso una configurazione molto semplice.

La configurazione disponibile (Fonte Ricksoft)

I risultati sono i seguenti;

Un esempio di visualizzazione (Fonte: Ricksoft)

Conclusione

Un addon dai. 1000 utilizzi. Provate ad immaginare le possibilità che sono offerte: possiamo nascondere o mostrare il valore di campi a seconda del tipo di utente, anche per mantenere la privacy delle informazioni stesse. Non vedo l’ora di testarlo e verificare quali possibilità possono offrire questi campi custom.

Reference

Maggiori informazioni sono disponibili presso la pagina del marketplace.




Aggiungiamo delle proprietà alle issue ed ai progetti

In questo post andremo ad esaminare due addon nuovi nuovi. Appena li ho visti mi sono subito appassionato e non ho resistito, andando a installarli subito. In questo post cercherò di descriverli e mostrare quale valore aggiunto presentano.

Iniziamo 🙂

Due nuovi addon dalla ILA eSolution

Si tratta di questi due addon che permettono di gestire delle proprietà sia a livello di Progetto che a livello di Issue

L’addon che estende le proprietà a livello di issue

L’addon che estende le proprietà a livello di progetto

Sono due addon per Cloud e sopratutto, si tratta di due addon free (al momento in cui viene redatto il post, questi addon sono free). Abbiamo quindi l apossibilità di poter estendere le informazioni a livello di progetto e issue in manietra semplice.

Esempio di come sono rappresentate le proprietò a livello di issue
Esempio di come sono gestite le proprietà di Progetto

Interessante. Li installo subito

Riporto di seguito le GIF che mostrano come eseguire le installazioni dei due addon:

L’installazione mostrata come siamo abituati
Nulla da dire: siamo già ben abituati alla installazione

Una volta installati, occorre eseguire una operazione di autorizzazione degli stessi addon, affinché possano utilizzare la nostra instanza. Non vi ricorda qualcosa?

Ecco perché non riusciamo a ricordare il nome di alcune persone - Radio  Monte Carlo
Un attimo di riflessione

Abbiamo già visto questo effetto quando abbiamo esaminato i primi addon per FORGE. :-D. La faccenda inizia a diventare interessante. Contatterò i produttori per avere maggiori informazioni in merito.

Passiamo ad esaminare questa autorizzazione

Autorizzazione
autorizzazione

L’utilizzo è molto semplice

Aggiungiamo una proprietà e poi la togliamo
Un esempio di utilizzo: Aggiunta e rimozione di una proprietà

Conclusione

Abbiamo visto due addon che ci aprono un ventaglio di possibili utilizzi . Sulla modalità di accesso alle proprietà ci sono ancora delle limitazioni: alcuni utenti potrebbero obbiettare che la modelità di utilizzo non sia proprio il massimo, ma sono sicuro che molto molto presto gli sviluppatori potrebbero mettere in campo delle sorprese molto molto piacevoli. Questo è un primo passo di una coppia di addon che sicuramente sono destinati a rivoluzionare l’ecosistema degli addon Atlassian

Reference

Di seguito i link alle pagine del marketplace Atlassian




Ultime novità da Old Street Solutions

In questo post presentiamo la traduzione di un articolo del blog di Old Street Solutions, di cui siamo Partner. Si tratta delle ultime novità rilasciate su Custom Chart for Jira – Reports e Custom chart for Confluence – Reports. Nella sezione Reference troverete tutti i link utili oltre al link all’articolo originale . Ringraziamo Old Street Solutions per averci permesso di tradurre l’articolo.

Morgan Folsom – Autrice dell’articolo originale.

Screenshot del pulsante Usa modello nei grafici personalizzati
I modelli di grafici sono finalmente una realtà

L’attesa è finita! Se utilizzi Custom chart for Jira o Custom chart for Confluence , ora hai la possibilità di creare Template di report. Esaminiamo questa nuova funzionalità e come puoi farla funzionare all’interno della tua azienda.

Cosa sono i Template di report?

Creare un report da un template di personalizzato significa che non devi iniziare da zero. I template personalizzati sono più o meno come sembrano: report preconfigurati che puoi utilizzare come base per uno nuovo. Puoi salvare i template come privati, renderli globali o utilizzare alcuni dei modelli di esempio che abbiamo fornito come punto di partenza per creare i tuoi rapporti.

I template personalizzati sono un avanzamento del vecchio metodo di riutilizzo dei grafici, che era un tipo di operazione di copia e incolla (che puoi ancora fare se lo desideri). I template si trovano in un’area dedicata dei report personalizzati e sono un “tipo di grafico” specifico.

L’utilizzo di un template mostra un report a cui sono già applicate le fantastiche personalizzazioni disponibili. Questi includono titoli, descrizioni, colori, segmenti mostrati o nascosti e tutte le impostazioni che utilizzi per rendere i tuoi report esattamente come li desideri.

Come posso utilizzare un template di report in Jira o Confluence?

Per utilizzare un modello, seleziona l’ icona Template nel selettore Tipo di grafico (vedi immagine successiva. ndt). Una volta trovato il template che desideri utilizzare, seleziona semplicemente Use template . Questo sostituirà la configurazione attuale del report con il template.

Screenshot della selezione dei modelli del tipo di grafico
Selezione dei template
Screenshot del pulsante Usa modello nei grafici personalizzati
Esempio di template

Per visualizzare i template disponibili, puoi sfogliare l’elenco, utilizzare la barra a sinistra per cercare solo determinati tipi o utilizzare la barra di ricerca in alto se stai cercando template specifici per nome.

I report personalizzati vengono forniti con alcuni template di esempio inclusi nella scheda Example Template. Ma se questi non sono proprio ciò di cui hai bisogno, puoi crearne uno tuo!

Come faccio a creare e modificare un template?

Creare un template è semplice come creare il report che desideri, selezionare l’ icona Template come hai fatto sopra e fare clic su Save current chart as template . Da questa schermata è possibile selezionare un nome per il template ed il relativo tipo (privato o globale).

Quando i Template sono abilitati, tutti gli utenti possono creare template privati. Questi sono disponibili solo per l’autore e possono essere utilizzati come una libreria privata di report comuni.

Alcuni utenti saranno anche in grado di creare template globali. Questi template potranno essere visti e utilizzati da altre persone nel tuo ambiente ed è uno strumento utile per condividere le configurazioni dei report con i tuoi colleghi.

Screenshot del pulsante Sostituisci con grafico corrente nei grafici personalizzati
Gestione dei template

Se desideri modificare le proprietà di un template esistente, seleziona l’ icona Pencil (icona a fianco del bottone Use Template ndt)  e puoi modificare il nome o il tipo di modello. (Nota: per creare o modificare modelli globali è necessaria l’autorizzazione di amministratore del modello globale, descritta di seguito nella sezione Amministrazione.)

E se decidi di voler cambiare il report stesso, apporta semplicemente le modifiche nell’editor e seleziona il pulsante arancione Replace with current chart . Questo aggiorna il report nel template con quello che è attualmente nel tuo editor.

Come amministro i Template?

Se sei un amministratore di Jira o Confluence, ci sono alcune cose da sapere sull’amministrazione dei template di report personalizzati.

Questa funzione può essere disabilitata nella tua istanza se non vuoi che sia disponibile per gli utenti. L’abilitazione/disabilitazione di questa funzione può essere eseguita nelle impostazioni dei report personalizzati, nella scheda Funzioni. Quando disabiliti i template, i grafici creati da quei template non saranno interessati. Gli utenti vedranno semplicemente il messaggio di seguito nell’editor.

Lo screenshot dei modelli è stato disattivato la notifica
Messaggio mostrato quando i template sono disabilitati

Se riattivi i template, quelli creati in precedenza saranno nuovamente disponibili per gli utenti.

Quando i template sono abilitati, sono disponibili per tutti gli utenti della tua istanza.

Screenshot delle impostazioni delle autorizzazioni per i modelli nei grafici personalizzati
Dettaglio della sezione di amministrazione

L’uso dei template globali può essere autorizzato o limitato in base alle esigenze dell’azienda da parte di utenti o gruppi ben precisi. I template di report personalizzati hanno tre livelli di autorizzazione, gestiti anche nelle impostazioni dei report personalizzati:

Autorizzazione
Global Template Viewer Può utilizzare template globali ma non modificarli o crearli.
Global Template Administrator Può creare, modificare, utilizzare ed eliminare tutti i template globali.
All other users Se un utente non ha nessuno dei precedenti, sarà solo in grado di creare, modificare, utilizzare ed eliminare i propri template privati.
Dettaglio delle autorizzazioni disponibili

Se i template sono abilitati nella tua istanza Jira o Confluence, il terzo livello di autorizzazione si applica a tutti gli utenti. Potresti voler concedere a determinati utenti una o entrambe le altre due autorizzazioni, nell’interesse di una collaborazione più completa e più ampia. D’altra parte, potresti voler limitare chi può creare template globali per evitare che diventino ingombranti o riservare template globali solo a quelli creati dall’IT, per garantire un messaggio o una struttura coerente.

Suggerimenti per l’utilizzo dei template

Ora che stai lavorando con i template, ecco alcuni suggerimenti del nostro team su come farli funzionare al meglio per te.

  • Lascia la Sorgente vuota. Se vuoi che un template sia riutilizzabile dai team di tutta l’organizzazione, puoi lasciare il campo Source vuoto ma configurare il resto del report, quindi tutto ciò che gli utenti devono fare è collegare il loro progetto o filtro e il grafico sarà simile è stato fatto apposta per loro!
  • Usa la barra di ricerca. Puoi cercare tra tutti i template che puoi vedere, inclusi Privato, Esempio e Globale (in base alle autorizzazioni). Ad esempio, se stai cercando di creare un report che riporti i tipi di issue, puoi cercare “issue type” per vedere tutti i report esistenti che lo contengono nel nome.
  • Sii intenzionale con la denominazione del template. L’uso di nomi coerenti o un prefisso comune per team o funzione renderà la ricerca molto più semplice.
  • Usa la descrizione per fornire ulteriori istruzioni. Se hai un report complicato o utenti che non conoscono i report personalizzati, puoi utilizzare la descrizione per fornire alcune istruzioni o dettagli aggiuntivi ai tuoi utenti. Quando applicano il template, la descrizione può guidarli esattamente a come dovrebbe essere utilizzato/modificato il report.
  • Non preoccuparti di cambiare i template. Se modifichi un template, non influirà sui report creati in precedenza utilizzando il template.

Conclusione

I template di report personalizzati sono disponibili su tutte le piattaforme (Cloud, Server e Data Center) e nelle app Jira e Confluence . La creazione di template per casi d’uso comuni riduce l’amministrazione e aumenta la produttività. Significa che non è necessario ricreare manualmente report simili su dashboard uguali o diverse.

Abbiamo introdotto i template nei report personalizzati per semplificare ulteriormente l’impostazione. Volevamo un modo per ricreare facilmente singoli report e intere dashboard e ridurre il tempo impiegato per crearli. I template sono utili anche per gli utenti che non conoscono lo strumento. Invece di iniziare con una pagina vuota, ora possono iniziare con un template e adattarlo per soddisfare le loro esigenze.

Abbiamo visto le aziende utilizzare i template quando cercano di standardizzare i propri report. Ad esempio, le organizzazioni di prodotto che dispongono di dashboard separate per team o prodotti diversi possono utilizzare i template per rendere l’impostazione dei report semplice e coerente su tutta la linea. L’inserimento di nuovi team in Jira può essere difficile, ma i template consentono agli amministratori di offrire una dashboard già pronta da abbinare a qualsiasi progetto su cui lavoreranno.

Per ulteriori informazioni sui template di report personalizzati, consulta la documentazione qui:

Reference




User Profile facile grazie a StiltSoft

In questo post andremo ad analizzare una delle ultime sorprese che la Stiltsoft ci mette a disposizione con questa nuova App. Andiamo in modalità esplorazione e andiamo a scoprire le ultime novità.

Esplorazione
Set modalità-esplorazione=ON

Di cosa stiamo parlando?

Si tratta della nuova App User Profile Manager – CRM in Jira (nella sezione Reference in fondo sono presenti tutti i link di riferimento). che permette di poter estendere le informazioni dell’utente con informazioni custom

Esempio di profilo esteso
Un esempio (Fonte: StiltSoft)

oltre che permettere di avere a disposizione le informazioni di tutti gli utenti in un unica posizione, senza dover ogni volta saltare da una pagina di configurazione all’altra

Un semplice elenco utenti
Un elenco utenti che possiamo avere a dispozisione (Fonte: Stiltsoft)

Cosa più importante, queste informazioni sono reperibili attraverso le stesse issue 😀

La vista dalla Issue di Jira
La visualizzazione dalle issue (Fonte: Stiltsoft)

Le informazioni che possiamo gestire sono di varia tipologia e ci permette una ampia scelta

La sezione di configurazione dei campi custom per

Conclusioni

Abbiamo la possibilità di poter estendere i profili utente della nostra istanza cloud con informazioni di cui necessitiamo e in maniera molto semplice. Non vedo l’ora di provarlo per saggiarne le possibilità.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del Marketplace.




Importiamo gli utenti sul nostro Cloud – test Addon

In questo post andremo ad esaminare nel dettaglio come funzionano gli addon di cui abbiamo parlato in precedenza. In particolare andremo ad esaminare CSV Importer for Jira e CLI for Jira.

Installazione

Come sempre partiamo dalla installazione degli addon, iniziando da CSV User Importer for Jira.

La procedura di deploy di CSV user Importer for Jira

Per quanto riguarda CLI for Jira, la situazione cambia un attimo. L’installazione riguarda due componenti. In particolare occorre sia installare un addon sulla istanza Cloud, che scaricare il comando bash vero e proprio sul PC/server di nostra scelta.

Installazione CLI per JIra. Nulla di nuovo

La seconda parte è reperibile al seguente link. Vi passo anche il link diretto al sito del produttore per arrivare subito alla sezione di Download, se non volete fare troppi rigiri.

Selezionato il tipo di download (ho selezionato quello per Linux) ho eseguito il download (uso il comando wget di linux per eseguire l’operazione)

Quindi procedo con l’installazione. Ho generato la seguente GIF per dare una evidenza di come eseguire l’installazione. Come vedrete, si tratta di pochi passi. Basta lasciarsi guidare.

Seguite le domande e procedete con le risposte.

Il risultato finale della installazione è il seguente:

Il risultato finale

Passiamo adesso alla configurazione generale di entrambi gli addon.

Configurazione

Per l’addon del CVS User importer for Jira abbiamo la seguente sezione di configurazione

Prima operazione: Configurare una utenza attraverso il Token API.

Questa configurazione servirà per entrambi e di conseguenza andiamo a selezionare una utenza per generare

Come possiamo vedere dalla seguente immagine:

l’addon stesso ci mette a disposizione tutti gli elementi per poter generare il token. Le informazioni di dettaglio sono presenti in questo link.

Una volta generato il token, Ricordatevi di salvare questo codice perché le procedure di Atlassian non lo rimettono a disposizione e di conseguenza se ne dovrà generare uno nuovo per poterlo usare.

Le indicazioni fornite sono chiare

Procediamo con la prova.

Iniziamo ad aggiungere un nuovo utente usando il CSV User Importer. Andiamo quindi a predisporre il file XLS con le utenze che ci interessano.

Come prima cosa andiamo a definire il file CSV su cui opereremo

Un file semplicissimo
Un file semplicissimo

Quindi, dopo aver impostato il Token per consentire all’addon di poter operare

Token fornito
Il token impostato

procediamo con l’importazione di alcuni utenti

Come eseguire l'importazione
La GIF mostra le operazioni

Il risultato è il seguente:

Risultato finale
I nuovi utenti caricati

Alcune indicazioni. Se usate l’addon in trial, abbiamo la limitazione. Possiamo eseguire solo creare 5 utenti per volta. Abbiamo quindi alcune limitazioni. La app licenziata è completa in ogni funzionalità.

Fantastico, ma con CLI che possibilità abbiamo?

Con CLI abbiamo le stesse possibilità, semplicemente componendo un comando che esegue l’ operazione.

Nel nostro caso abbiamo bisogno di generare un nuovo utente. Occorre quindi usare la seguente sintassi:

acli –action addUser –userId “utente” –userEmail “utente@dominio.estensione”  –group “jira-software-users” 

Questa è la sintassi da usare

Per configurare il client occorre modificare acli.properties, dove risiedono le informazioni

Ho ovviamente nascosto i dati sensibili

Quindi ho lanciato il comando abilitando una delle email di test che uso per i miei corsi.

Questo è un comando di esempio

Il risultato è il seguente:

Ecco l’utente creato

Abbiamo il nuovo utente creato.

Una precisazione

Avrete notato che nella esecuzione del comando, viene restituito un msg di client error. Nonostante questo messaggio, l’utente è stato aggiunto alla istanza cloud. Sto eseguendo ulteriori controlli anche su altre istanze cloud sotto il mio controllo, per verificare l’origine di questo messaggio. Ipotizzo, al momento, che si tratti della istanza di test che utilizzo: credetemi se vi dico che ho installato di tutto e di più per fare test e proporre vari articoli in merito. considerate anche che ho eseguito diversi test con lo stesso utente per assicurarmi della correttezza della sintassi del comando. Potrebbe anche essere quello che genera il problema.

Conclusioni

Si tratta di un post molto lungo. Abbiamo visto due possibilità di come possiamo aggiungere degli utenti in modo automatico e veloce, senza doverli inserire a mano. Abbiamo un addon che , dato un file CSV, ci permette di poter inserire un discreto elenco di utenti. Con CLI, molto più adatto per coloro che lavorano con bash o a riga di comando, permette di poter scrivere degli script e di sfruttarli.

Ma una cosa la voglio evidenziare: Abbiamo più possibilità e questa è la parte più importante.




Jira + Excel = Ricksoft

Un esempio di cosa l’addon offre

In questo post andremo ad esaminare un addon della Ricksoft che permette di poter avere un foglio di calcolo all’interno dei nostri Task. Vediamo che cosa ci riserva la Ricksoft con questo addon.

Un esempio della visualizzazione offerta

Una nuova sezione in più nelle nostre issue

Abbiamo la possibilità di poter aggiungere un foglio di calcolo all’interno e di poter mappare all’interno dei campi di JIra stesso, per predisporre dei fogli di calcolo pronti all’uso. Gli usi possibili sono tantissimi

  • Possiamo produrre dei report immediati direttamente sulle nostre issue facilmente
  • Possiamo usarlo per generare i report da consegnare al cliente
  • Prendere appunti e inserire dei calcoli all’interno della issue
  • Lasciate spazio alla fantasia 😀
Agganciamo i campi di Jira sul nostro foglio

I campi di Jira possono essere riportati sul foglio agganciato alla issue stessa. Questo ci permette di poter costruire dei report facilmente, ma anche dei documenti precompilati con le informazioni che abbiamo inserito nelle nostre issue.

Lo voglio provare subito

Non riesco a resistere e provo subito questo addon. Dopo aver provato con successo WBS Gantt chart, sono sicuro che questo addon saprà meravigliarci. Partiamo come sempre dalla installazione

La procedura di installazione della App

La configurazione generale è semplicissima, come mostrato dalla seguente immagine

Attivazione/disattivazione della opzione

Il test è ancora più semplice:

Un semplice esempio di test

Abbiamo un bottone da cui attiviamo la visualizzazione della nuova sezione. Possiamo poi nascondere i dati della sezione come e quando vogliamo.

Attivato il foglio excel, possiamo aggiungere tutte le informazioni necessarie e, non ultime, anche le informazioni dei campi Jira possono essere aggiunte. Abbiamo anche una visualizzazione stesa che ci permette di poter eseguire operazioni molto più complesse e complete.

La visualizzazione estesa

Come possiamo vedere, abbiamo a disposizione un foglio di calcolo all’interno di Jira Cloud. Possiamo fare quello che vogliamo all’interno di questo foglio di calcolo.

Non ultimo possiamo agganciarlo con i campi di Jira per visualizzare le informazioni sul foglio Excel. In questo esempio che vedrete nella seguente GIF, mostriamo come si comporta quando impostiamo un campo in sola lettura (dai Jira Fields) e in scrittura

Campi collegati
Come si aggiornano i campi collegati del foglio di calcolo

Nella GIF abbiamo impostato 2 campi: uno che legge solamente i dati mentre il secondo puà anche impostare i dati. Se settiamo quest’ultimo, il risultato si vede.

Conclusioni

Abbiamo visto un addon molto molto interessante. Possiamo usarlo in tantissimi contesti. I possibili utilizzi sono tantissimi, quali ad esempio:

  • Generazione di report ad hoc, leggendo le informazioni dai campi di Jira
  • Semplici fogli di calcolo per eseguire dei calcoli veloci e rapidi
  • Semplici blocchi di appunti
  • lasciate che la Vostra fantasia corra e utilizzi questo strumento come meglio gli serve.

Reference

Maggiori informazioni sono reperibili alla pagina del marketplace.




Importiamo gli utenti sul nostro Cloud

In questo post andremo ad esaminare alcuni metodi che ci permettono di poter aggiungere utenti alla nostra istanza cloud. Cercheremo di capire come poter eseguire queste operazioni.

explore mode ON
Set explore_mode = ON

Contesto dove operiamo

Il contesto dove operiamo è quello dove abbiamo la necessità di dover aggiungere degli utenti, come ad esempio:

  • Una migrazione al Cloud. Infatti, nella versione Server abbiamo a disposizione la possibilità di poter agganciare AD ed LDAP senza alcun problema e nativamente. Su Cloud la situazione è differente (cambia il modo con cui ragioniamo) e abbiamo necessità di gestirla in altro modo. Ad esempio: su Server possiamo avere anche degli utenti di servizio (senza alcuna mail. Su Cloud obbligo di avere una mail.
  • Una istanza cloud, cui vogliamo aggiungere velocemente un buon numero di utenti e, se utilizziamo le funzionalità Standard, rischiamo di perdere molto tempo.
Respiro affannoso: cause più comuni e rimedi naturali
Quando dobbiamo fare un …. lavoro di concetto, allora questo è il risultato

Una prima alternativa

Possiamo contare su di un addon che ci permette di poter eseguire l’operazione in maniera semplice. Possiamo impostare i nostri utenti su di un file excel….

Upload a CSV file of users data
Un esempio di quello che dobbiamo predisporre

… e grazie a questo addon arrivare ad importare facilmente questi utenti, semplicemente mappando le informazioni …

Map CSV columns to Jira user management columns
Il mapping dei campi è semplicemente fantastico e semplice

dopo di che, una volta impostato tale mapping, indicato il Token da impostare per fornire l’utenza con cui eseguire le operazioni, che deve presentare le seguenti caratteristiche:

Deve essere un utente amministratore con la possibilità di poter generare degli utenti. Di conseguenza, occorre che sia disponibile un Token API come indicato nella seguente documentazione.

I risultati sono più che soddisfacenti, come mostrato in questo risultato.

View Upload results
I risultati che sono visualizati dall’azione dell’addon.

Fantastico: Alternative??

Possiamo sfruttare CLI per Jira della Bob Swift , che ci permette di poter eseguire il comando addUser e generare i nostri nuovi utenti…

Automate the Atlassian from Command Line (ACL) | Devpost
CLI per Jira in azione

In questo caso abbiamo a disposizione un comando ed un insieme consistente di opzioni che ci offrono un cospicuo insieme di possibilità. In questo caso ci soffermiamo in una opzione particolare: addUser.

La sintassi è abbastanza parlante:

–action addUser –userId “<id utente>” –userFullName “<Nome completo dell’utente>” –userEmail “<email>” –userPassword “<password> –notify —group “<Gruppo appartenenza o lista separata da virgola di tutti i gruppi>

Descrizione della sintassi

Per chi si sente maggiormente in sintonia con la sintassi Bash (ma anche il caro vecchio Dos), è possibile sfruttare tale potenzialità semplicemente installando il comando CLI Client for Jira.

How to read and parse CSV file in Java - Mkyong.com
Un esempio di file CSV

Possiamo infatti creare un semplice script che esegue il parsing di un file CSV ed esegue la generazione delle utente di cui abbiamo bisogno. Come riportato nel seguente articolo, che ritengo molto semplice, diretto e completo (complimenti all’autore), possiamo andare a sezionare i vari campi del CSV e usarli per comporre il comando CLI Jira che ci serve, creando gli utenti che servono.

Sempre grazie al sopra citato articolo, il seguente script (che ho leggermente modificato per dare maggiore evidenza dei dati che sono letti):

#! /bin/bash
while IFS="," read -r rec_column1 rec_column2 rec_column3 rec_column4
do
  echo "Column1-$rec_column1"
  echo "Column2: $rec_column2"
  echo "Column3: $rec_column3"
  echo "Column4: $rec_column4"
  echo ""
done < <(tail -n +2 file_di_input.csv)

Semplicemente occorre impostare il file CSV in modo da avere tutti i parametri, dopo di che al posto dei comandi echo, aggiungere la chiamata al comando di CLI Jira, ed il gioco è fatto.

Conclusione

Abbiamo a disposizione almeno un paio di sistemi per poter eseguire i caricamento massivo degli utenti. Nei prossimi post andremo ad esaminarli e dettagliarli meglio.

Reference

Maggiori informazioni su CSV Importer sono disponibili presso la pagina del marketplace.

Per la spiegazione sui comandi bash necessari per poter eseguire la scasione di un file CSV, fare riferimento al seguente articolo.

Per maggiori informazioni su CLI Jira , fare riferimento alla seguente pagina del marketplace.