JQL & Worklog

In questo post andremo ad esaminare come possiamo sfruttare il JQL per ottenere informazioni sul Worklog delle issue Jira.

Un esempio di caricamento del worklog
Un esempio di caricamento di worklog

Cosa offre il JQL standard

Partiamo come sempre dallo standard e cerchiamo di descrivere nel dettaglio quello che abbiamo a disposizione sul Worklog.

L’opzione deve essere attiva

Jira memorizza il Worklog nativamente. L’opzione deve naturalmente essere attivata (di default la abbiamo già abilitata) e questa possibilità la abbiamo a disposizione nella sezione di amministrazione della nostra instanza Jira (menù Issue).

Come attivare il Time Tracking
Sezione di Jira Cloud dedicata al Time Tracking

I campi che referenziamo

Le informazioni che Jira memorizza sono le seguenti:


Original estimate

Si tratta della stima che andiamo a impostare nelle nostre issue. Il formato è :

1w 2d 3h 4m (1 settimana, 2 giorni, 3 ore, 4 minuti)

Remaining estimate

Nel caso di ore caricate, il campo ci indica quanta stima abbiamo ancora a disposizione. Il formato è:

1w 2d 3h 4m (1 settimana, 2 giorni, 3 ore, 4 minuti)

Time spent

Tempo speso dall’operatore nel task. Il formato è:

1w 2d 3h 4m (1 settimana, 2 giorni, 3 ore, 4 minuti)


Worklog comment

Commento che è stato inserito dall’operatore per specificare il dettaglio delle operazioni eseguite. Si tratta di una stringa.

Worklog date

Data in cui è stata svolta l’attività. Si tratta di una data.

Work ratio

Percentuale di lavoro svolta (in %)

workRatio = timeSpent / originalEstimate) x 100

Si tratta di un numerico.


Che operazioni possiamo fare?

Con i primi tre campi che ho indicato, possiamo verificare quali issue presentano :

  • Original estimate – Verificare quali issue presentano un particolare valore di stima impostata (valore esatto oppure maggiore o inferiore ad un valore)
  • Remaining estimate – Verificare quali issue presentano una stima rimanente pari ad un valore esatto o maggiore o inferiore ad un valore
  • Time spent – Verificare quali issue presentano un worklog caricato pari ad un valore esatto o maggiore o inferiore ad un valore;

In questo caso possiamo eseguire delle interrogazioni JQL del tipo:

<CAMPO> = <Valore> | <CAMPO> > <Valore> | <CAMPO> < <Valore>

<CAMPO> != <Valore> | <CAMPO> >= <Valore> | <CAMPO> <= <Valore>

esempi di alcuni possibili interrogazioni

Alcuni esempi

Riporto alcuni esempi di interrogazioni JQL per capire che cosa possiamo arrivare ad ottenere.

Capire quali issue per cui non abbiamo un worklog caricato

project = <KEY> and timespent is EMPTY

Capire quali issue presentano un worklog maggiore di un determinato limite (8 ore)

project = <KEY> and timespent > 8h

Capire quali issue presentano una stima superiore al tempo usato

project = <KEY> and timespent > 0 and remainingEstimate > 0

Cosa non possiamo fare

Non possiamo confrontare questi campi tra di loro. Se ad esempio impostiamo un JQL come nella seguente immagine:

evudenza dell'errore che segnala Jira
L’errore che andiamo a riscontrare

lo standard purtroppo non ci supporta e ci restituisce un errore.

Per i restanti campi ….

…. possiamo eseguire delle operazioni di diverso tipo. Andiamo nel dettaglio.


Worklog Comment

Quando inseriamo un worklog, abbiamo la possibilità di poter inserire una stringa per descrivere il tipo di attività. Le operazioni che possiamo eseguire possono essere quelle di verificare la presenza di determinate stringhe usando l’operatore ~

worklogComment ~ "<qui inseriamo il nostro testo>"

Esempio di utilizzo

Quando vogliamo accertarci che esista un worklogrelativo ad un lavoro svolto ad una determinata data, allora andiamo a referenziare questo campo, sfruttando tutte le funzioni relative alle date.

worklogDate = "<Inserisci_qui_la_data>"

Il formato della data è: yyyy-mm-dd

Esempio di utilizzo

Worklog Date


Work ratio

Il campo esprime la percentuale di lavoro svolto rispetto alla stima impostata. In questo caso è particolarmente utile per capire la % di lavoro svolto dall’operatore.

workratio < <valore_numerico>

Esempio di utilizzo

Nella seguente immagine vediamo un utilizzo interessante:

Un esempio
Punto di attenzione

In questo caso vediamo una issue in cui abbiamo stimato 5 ore ma abbiamo speso 7 ore con un surplus di 2 ore rispetto alla stima. In questo caso, abbiamo visto un esempio di come rintracciare le issue che sono risultate sottostimate.

Conclusione

Abbiamo visto alcuni esempi di utilizzo dello standard di JQ, dedicati al worklog. Se volete avere maggiori ragguagli, vi suggerisco di acquistare il mio libro su JQL:

Reference

Altre informazioni sono reperibili alla seguente pagina.

Likes(0)Dislikes(0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *