Teniamo traccia degli allegati su Cloud

In questo post andremo a testare un addon appena rilasciato dalla Stiltsoft, addon che ha attirato la nostra attenzione: Find attachments for Jira Cloud

Subito al dunque

Questo addon permette di poter gestire in maniera semplice gli allegati delle varie issue.

Browse through the list of all Jira attachments grouped by the issue

Gli allegati delle varie issue sono sempre un punto abbastanza ostico e avere a disposizione uno strumento per poterli gestire al meglio è sempre ben accetta.

Search for attachments against the specific file format in Jira projects

Lo provo subito

Partiamo come sempre dalla installazione e, come siamo abituati da un pò, usiamo una GIF per poter mostrare come funziona il tutto.

Configurazione

Questo addon non prevede una configurazione molto complicata. Anche in questo caso ci serviamo di una GIF per aiutarci.

Principalmente questo addon ha la sola necessità di eseguire una reindicizzazione dei dati.

Test

Passiamo al test. La prima cosa che andiamo a notare è la presenza di una nuova voce nella barra laterale della dashboard del singolo progetto.

Se lo selezioniamo, attiviamo le funzioni dell’addon….

I nomi del file sono stati omessi…. si tratta della mia istanza di lavoro 😉

…. visualizziamo i TUTTI (e ripeto TUTTI) gli allegati del progetto. In questo modo possiamo gestirli facilmente e rintracciarli. Se li dobbiamo cercare senza questa funzionalità ….. non è così semplice

Risultati immagini per aiuto

In aggiunta, questa nuova funzionalità, ci fornisce anche una classificazione del tipo di allegato e link diretti sia allo stesso allegato che alla issue.

Conclusione

Questo addon è un grande aiuto per coloro che lavorano molto con gli allegati nelle issue. Sappiamo benissimo che allegare file alla issue è un valido aiuto, ma sappiamo anche che rintracciarlo è una impresa titanica.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

AGILE per liberi professionisti

In questo post ci prefiggiamo uno scopo molto difficile e di non facile spiegazione, ovvero come applicare i principi della metodologia AGILE al SINGOLO. Ovvero, quando si è freelance o banalmente dei Liberi Professionisti.

In questo caso vogliamo vedere come possiamo, anche se il TEAM è formato da una singola persona, migliorare la nostra vita lavorativa sfruttando i principi dell’AGILE.

Set Esplorazione mode = ON

Immagine correlata

Stato iniziale

Essendo Freelance, possiamo affermare con estrema sicurezza che non possiamo ricoprire tutti i ruoli che si hanno a disposizione nella metodologia Agile. Non possiamo usufruire di questa situazione e di conseguenza, anche se ricopriamo i ruoli in diversi momenti della giornata, non possiamo sfruttare i vantaggi che ci può offrire.

Ragionando vediamo che la metodologia mette a disposizione non solo ruoli, ma ci mette a disposizione (come dice il nome stesso) una metodologia, un modo di ragionare e di mettere in ordine le cose.

Immagine correlata

La prima cosa da fare è dotarsi di uno o più strumenti che ci permettono di organizzarci e di mettere ordine. A tale scopo, i prodotti Atlassian, nella versione Cloud, sono sicuramente quelli che meglio possono aiutare., perchè ci mettono a disposizione tutto ciò che ci serve:

  • Confluence, per memorizzare la nostra documentazione
  • Jira, per memorizzare le nostre attività.

L’essere cloud ci favorisce, in quanto, letteralmente, basta avere una connessione internet per poter accedere e vedere i dati, i file che sono memorizzati. In aggiunta, l’uso di un TABLET o di un Cellulare, laddove possibile, per gestire le varie informazioni di cui abbiamo bisogno.

Questo ci favorisce nel reperire le informazioni ovunque ci troviamo. L’essere Freelance ci porta ad essere sempre in movimento: Letteralmente inseguiamo i clienti. DI conseguenza abbiamo bisogno di poter montare il nostro ufficio …. ovunque.

La nostra fonte di ispirazione

L’ho citato negli articoli di ECM, oltre che nei vari corsi su Confluence che svolgo nelle varie aziende. l’Accampamento Romano. Vi propongo un semplice esempio pratico.

Risultati immagini per accampamento romano

La citazione non è mia, ma è presa in prestito da un famoso storico italiano. Un Legionario Romano, poteva trovarsi in qualsiasi parte dell’Impero, ma :

  • sapeva dove era la mensa
  • sapeva dove si trovava l’armeria
  • dove prestare servizio
  • dove iniziava e smontava il turno di guardia
  • come andare in battaglia

Di conseguenza il primo consiglio: ESSERE ORDINATO E SFRUTTARE TUTTI GLI STRUMENTI DI CUI ABBIAMO BISOGNO AL MEGLIO.

Prima di tutto

Organizziamo le nostre attività su Jira, sfruttando un progetto Jira, dove:

  • ogni singola issue rappresenta una specifica attività. Di conseguenza, se sfruttiamo una opportuna configurazione delle issue type, possiamo classificarcele.
  • Usare le Component per ulteriori classifcazioni. Possiamo usarlo anche per definire i clienti. Da li possiamo anche sfruttare il JQL e le BOARD per classificare ulteriormente le issue.
I nomi delle aziende sono di fantasia, ovviamente
  • Sfruttare sempre il JQL, perchè ci permette di poter ricavarci le informazioni che ci servono. ma non solo 🙂

Questo primo passo ci permette di poter trovar le informazioni che ci servono senza impazzire. Non è da poco.

Che altro?

Sfruttare la possibilità di poter prendere appunti e memorizzarli nelle pagine di Confluence.

Risultati immagini per appunti
Avere a disposizione un buon sistema per prendere appunti, aiuta

In questo ci aiutano tantissimo Space e template di Pagine. Possiamo creare delle pagine con tutte le indicazioni che ci servono e poi classificarle attraverso:

  • metadati da associare alla pagina. In questo caso abbiamo diverse opzioni
  • Label, che ci aiutano a classificare le pagine
  • Space che possono fungere da blocchi note ben definiti.
  • Addon che ci permettono di poter creare dei Log Activity, come abbiamo descritto in questo Post.
Immagine correlata

Per fare ciò possiamo sfruttare un Tablet (molto più leggero di un portatile) e che ci risolve diversi problemi.

Ma questo ci permette anche di ….

… di creare delle retrospettive. Fondamentalmente si tratta di fare una analisi critica dei problemi, che si sono verificati al termine di uno sviluppo/iterazionen, cercare di sviscerare le cause e da li, arrivare a soluzioni che risolvano il problema.

Consiglio una lettura, che trovo molto interessante in quanto mette a disposizione uno specchietto molto semplice e diretto.

In questo caso, invece di realizzare queste Retrospettive dopo una iterazione, procediamo dopo diverse altre situazioni:

  • risoluzione di una problematica sollevata da un cliente;
  • contestazione sollevata da un cliente;
  • aver identificato delle situazioni problematiche che si presentano a cadenze regolari;
  • difficoltà ad acquisire un nuovo cliente o difficoltà a mantenerlo;
Risultati immagini per riunione analisi

In questo caso si tratta di fare una cosa che i freelance fanno molta molta fatica: Fermarsi e ragionare su di un aspetto che riguarda le proprie procedure di lavoro. Eppure una cosa che ho notato per mia esperienza personale, se riesco a ragionare in queste prospettive, si riesce ad identificare delle problematiche e a risolverle.

Conclusione

Abbiamo presentato un esempio di come, alcune tecniche di AGILE, possono aiutarci nel migliorarci e rimuovere problematiche varie, mettere ordine in varie parti e, unendo l’utilizzo dei prodotti Atlassian, quello che otteniamo è un risultato vincente :-).

Likes(0)Dislikes(0)

Issue Matrix – Sulla gestione particolare dei subtask

In questo post andiamo ad esaminare un addon particolare, che ci può aiutare e che può fare la differenza. Partelermo di un addon che permette di poter gestire al meglio i subtask dei nostri progetti. Andiamo a curiosare.

Subito al dunque

Questo addon ci permette di poter definire dei campi custom particolari, che ci permettono di poter riorganizzare:

  • Subtask
  • linked issues

in modo che ci risulta più comodo.

Custom fields can be visualized as a column of sub-tasks, linked issues, or Stories in Epics panel, eliminating the need to open them individually. Issues with the same semantics can be grouped in separate panels.

Da una semplice lista piatta, a dei raggruppamenti di issue differenti, attraverso i quali classificare le nostre attività o, come ho ricordato in tanti articoli di questo blog, qualunque cosa vogliamo far diventare le nostre issue 😀

Visualize issues which are not directly linked, but share a common context. A feature which allows issues to be contextually linked based on a system (e.g. same reporter) or custom (e.g. labels) value field.

Possiamo anche collegare issue che, anche se non rientrano nelle linked issue, possono presentare un contesto comune

Issue Matrix allows users to configure color-coded categories.

Ci permette di avere una interfaccia personalizzabile per le linked issue/subtask

Molto molto interessante

Possiamo infatti utilizzare questo addon per classificare issue esattamente …. come vogliamo noi, non solo per Jira Core e Software, ma anche per Jira Service Desk

Additionally, Issue Matrix allows users to quickly identify issues within Jira or Service Desk requests based on some specific criteria (e.g. due date).

Ma la caratteristica più importante è sicuramente quella di poter eseguire l’editazione dei campi esposti direttamente dalla visualizzazione dettaglio delle issue

Inline edit: enabling users to perform immediate changes to the issues in the Issue Matrix tables without leaving the current page.

con risparmio di tempo NON indfferente

Conclusione

Una sola parola: S P E T T A C O L O. Non possiamo che essere piacevolmente impressionati da questo addon e da quello che permette di fare. Non vedo l’ora di collaudarlo per poterlo vedere in azione.

Reference

Maggiori informazioni sono reperibili presso la pagina del Marketplace.

Likes(1)Dislikes(0)

Una bella novità – Test addon

In questo post andremo a testare questo addon della Old Street Solutions che permette di aggiungere grafici su Confluence. Andiamo a curiosare come sempre 🙂

Installazione

Partiamo come sempre dalla installazione. Sfruttiamo come sempre da una GIF che ci aiuta nel descrivere come installare l’addon.

Configurazione

Procediamo con la configurazione generale dell’addon e con somma gioia apprendiamo che non ne abbiamo…. Passiamo subito all’utilizzo.

Risultati immagini per felicità

Test

Procediamo con il test. IN questo caso andiamo a realizzare un grafico dei dati delle mie fatture di acquisto del 2018. Voglio visualizzare un grafico su questi dati, e questo è il risultato:

Si tratta delle fatture di acquisto della mia attività, spese che ho sostenuto nell’anno 2018 e che normalmente mi rappresento come una list aaggregata attraverso un altro addon: SUMUP:

Dalla precedente immagine, potete vedere come ho riclassificato le issue di un progetto in modo da poter rappresentare le mie fatture di acquisto. Adesso proviamo a sfruttare questo nuovo addon, per cercare di rappresentare in altro modo le mie spese di acquisto.

PS: I dati che vedete sono ovviamente un sottoinsieme: Ho rimosso diverse informazioni.

Per inserire i dati nelle nostre pagine Confluence, basta semplicemente aggiungere una macro, che l’addon, mette a disposizione:

Una volta selezionato, possiamo configurare la query JQL (e qui divento molto sensibile) per selezionare i dati da raffigurare

Possiamo quindi rappresentare dei dati da Jira sul nostro Confluence, usandolo come sempre come punto centrale della condivisione delle informazioni in ambito aziendale, dei progetti di Jira (siano essi progetti di sviluppo software che progetti che sono stati rimappati con altri obbiettivi).

Il risultato lo abbiamo visto nella prima immagine del test:

Conclusioni

Abbiamo visionato un addon mooooooooooolto carino. In primis, ci permette di rappresentare i dati di un progetto/di una interrogazione JQL su Confluence. Secondo, è facilissimo da usare. Lo consiglio.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del Marketplace.

https://marketplace.atlassian.com/apps/1220925/custom-charts-for-jira?hosting=server&tab=overview

Likes(0)Dislikes(0)

Risolto un problema. Test Addon

In questo post andiamo a ‘collaudare’ un addon che ci permette di risolvere l’annoso problema della condivisione di una pagina del nostro Confluence CLOUD, senza dover spendere tantissimo e senza ….. complicarsi la vita. Procediamo

Installazione

Ci serviamo come sempre di una GIF per mostrare come eseguire l’installazione.

Configurazione

Anche in questo caso abbiamo una buona notizia. Non abbiamo una sezione di configurazione generale.

Risultati immagini per felicità

Test

Andiamo a provare subito l’addon. Per questo creiamo uno Space dedicato dove andiamo ad inserire una pagina con alcune informazioni di prova.

A questo punto, una volta che lo space è creato, procediamo con la generazione della condivisione. Ci facciamo aiutare nella generazione di una condivisione.

Ci siamo mandati una mail per segnalare la condivisione, e questo è il risultato:

Per verificare il funzionamento, simulando apriamo una finestra in navigazione anonima oppure apriamo un nuovo browser (ad esempio, dato che usiamo prevalentemente Chrome, Firefox)

Il risultato è il seguente:

Come possiamo vedere abbiamo a disposizione una pagina web, in tutto e per tutto uguali alla originaria, come mostrato in figura.

Quello che notiamo è:

  • assenza della barra laterale. Non serve alla persona cui condividiamo la pagina
  • la formattazione potrebbe risultare più dilatata.
  • Possiamo inserire i commenti (come da configurazione)
  • Possiamo accedere a tutto il contenuto della pagina

La seguente GIF da un esempio di Commento

Lato nostro ,questo è il risultato.

Ovviamente un apposito messaggio di posta elettronica viene inviato all’autore per indicare che è stato postato un commento:

SPETTACOLO

Abbiamo FINALMENTE LA SOLUZIONE CLOUD al problema pluriannuale. Sono Stracontento anzi lo sono ancora di più: Raggiante di gioia.

Risultati immagini per gioia

Ringrazio fin da adesso i ragazzi della Old Street Solutions Ltd. per il lavoro Straordinario che mettono a disposizione degli utenti che da anni, a viva voce, chiedevano la soluzione a questo problema.

Reference

Maggiori informazioni sono reperibili alla pagina del marketplace. Consiglio anche la lettura della manualistica.

Likes(1)Dislikes(0)

Atlassian Open – Un breve riassunto

In questo post cercherò di riassumere quanto ho visto e quanto ho appreso dall’evento Atlassian Open di Vienna,

dove ho avuto il privilegio di incontrare delle persone fantastiche e di apprendere novità importanti. Eccomi qui all’ingresso della fiera di Vienna pronto e ben determinato 🙂

Una piccola nota

Come in altri post, ho cercato di raccogliere le foto da varie fonti, sia da Twitter che da Linkedin, sperando di riuscire a riassumere l’evento al meglio. Un ringraziamento a tutti per l’aiuto, la pazienza e la grande voglia di fare che ho visto durante questo evento.

Nell’anno del Cloud

La prima cosa che segnalo è che questo è l’anno del Cloud. Atlassian punta ad estendere la propria presenza sul Cloud, aggiornando il periodo di prova ed estendendolo, al fine di permettere agli utenti di poterlo testare con il tempo che serve

Come riportato dal blog ufficiale, ci sono varie ragioni per scegliere il Cloud, che provo a riassumere:

  • Costi contenuti per iniziare le proprie attività: I gruppi di lavoro possono contare su di un software pronto all’uso senza doversi preoccuparsi di fare manutenzione ai server
  • Scalare con facilità quando si ha effettivamente bisogno, senza sprecare risorse.
  • Amministrazione semplificata, dato che viene delegata al personale Atlassian: Non ci si deve preoccupare del fatto eseguire i backup, di controllare i server.

Questo significa che Atlassian dovrà mettere a disposizione una serie di funzionalità e di chiamate REST per poter consentire, ai vari produttori di Addon, di poter portare tutte (e dico tutte) le funzionalità. In questo modo sarà possibile avere un porting completo.

D’altra parte, ho notato diverse lamentele su come sono stati reimpostati i profili cloud. Molti utenti hanno espresso pareri negativi sul fatto che determinate funzionalità, chieste a più riprese e rimaste NON SVILUPPATE per diversi anni. Quando finalmente si intravedeva la luce, queste sono state rese disponibili solo per i profili PREMIUM….. Un esempio è data dalla seguente ISSUE: Si tratta della possibilità di poter condividere una pagina a persone esterne a Confluence cloud. Vedremo come si evolverà la situazione nei prossimi mesi. La situazione è ancora fluida e sono sicuro che ci saranno sorprese.

Risultati immagini per cloud atlassian

Grandi Team

Ho avuto modo di incontrare diversi Team che producono diversi addon molto molto interessanti:

DEISER

La squadra tutta al femminile di Deiser 🙂
Allo Stand di Deiser – dove ci viene mostrata una novità. Dettagli a breve.

Deiser ci ha mostrato le ultime novità ed anche una sorpresa. Nei prossimi giorni consiglio di andare a controllare il blog di Deiser e vedere le ultime pubblicazioni 🙂

Refined

Grandi novità da REFINED – Si intravede la possibilità di poter specializzare il layout di Jira SOftware. Straordinari 😀

Novità in corso per chi ha necessità di modificare o adeguare il layout di Jira. Tra la fine e l’inizio dell’anno sarà disponibile la possibilità di personalizzare anche Jira Software, oltreche Jira Service Desk e Confluence. Stay tuned.

RICKSOFT

Il TEAM Ricksoft – Presentano un addon molto interessante sui GANTT. BRAVISSIMI 😀

Abbiamo a disposizione un addon per Server e Cloud che permette di poter gestire i diagrammi GANTT. Da vedere sicuramente.

Botron

Botron, che hanno presentato un addon molto interessante su Jira per gestire al meglio la sua amministrazione. Straordinari.

Grande novità sul fronte della amministrazione di Jira. Botron propone un addon che permette un controllo a 360° delle nostre istance Jira, Da vedere ed usare. Lo consiflio

Poca ma buona la presenza Italiana, con i grandi esperti di Herzum.

HERZUM

La grande squadra di Herzum. Forzaaaaaa 😀

Lo so che posso sembrare nazionalista, ma sono sempre contento di vedere la compaggine Italiana.

PS: Prendo atto della lamentela che mi avete fatto e manterrò la promessa di recensire gli addon della Herzum 🙂

k15t

Il Team k15t – Straordinari 😀

Sempre bravissimi. Hanno realizzato degli addon fantastici ed anche se non sono riuscito a passare dal loro stand, non posso che fare i complimenti al lavoro svolto. BRAVI.

Communardo

Lo Stand Communardo

Ho avuto l’occasione di conoscere diversi rappresentanti della Communardo, dopo aver recensito i loro Addon. Sempre un piacere confrontarsi ed imparare. Una menzione speciale per David.

David Toussaint

La prossima birra la offro io 🙂

Old Street Solutions

Menzione ancora più speciale per l’amico Chris Cook:

Chris Cooke

E’ un onore conoscere persone validissime in questo ecosistema di Atlassian. Chris, mi permetto di ringraziarti e di ringraziare l’intero Team per il lavoro straordinario che avere fatto. MI attrezzo per una birra da offrire a tutto il team.

Una bellissima sorpresa

Durante l’evento abbiamo conosciuto un nuovo amico: Lukas:

Lukas Gotter

Ho avuto modo di visionare l’addon che la tua meravigliosa azienda produce. Stay tuned: presto sarà recensita dall’Artigiano. 😀

TechTime Initiative Group Limited

Una bellissima sopresa. Mi hanno presentato un addon che potrebbe risolvere diverse problematica: conteggiare le ore che si dedicano ad una issue. Questo addon permette di conteggiare quanto tempo dedichiamo alle issue semplicemente spostandoci sopra. Lui conta. Non vedo l’ora di testarlo.

Stiltsoft

Al termine di una demo speciale da Stiltsoft – Un grazie di Cuore 😀

Una sorpresa conoscere e assistere ad una piccola demo della Stiltsoft. Abbiamo incontrato la Irina che ci ha presentato un addon prodotto (ma sono tutti meravigliosi, ve lo garantisco). Grazie Irina. Un grande piacere ed un onore conoscere e confrontarci.

Conclusione

Evento fantastico, sicuramente da ripetere e da fare. Solo una piccola nota negativa: l’intervento di Tony Franco che non condivido in nessuna parte. Personalmente l’ho trovato fuori posto.

Foto di gruppo

Riporto una foto di gruppo dei ragazzi con cui ho condiviso questa splendida esperienza. Un grande abraccio da tutti.

Likes(0)Dislikes(0)

Custom Charts for Jira

In questo post continuiamo a visionare il lavoro superbo svolto dalla Old Street Solutions che ci mette a disposizione un addon molto interessante per Jira. Abbiamo avuto modo di visionare il corrispondente addon per Confluence, come mostrato dal seguente POST.

Di cosa si tratta?

Questo addon ci mette a disposizione opportuni gadgets da inserire nelle nostre Jira Dashboards, dove possiamo inserire dei diagrammi a torta

Make custom colored Pie Charts in Jira

facilmente configurabili

Pick from a wide range of Jira fields

esattamente come mostrato per il corrispettivo per Confluence.

Conclusioni

Proverò questi due spettacolari addon e non vedo l’ora di farlo. Ho avuto l’occasione di incontrare gli autori direttamente all’Open di Vienna e posso garantire che si tratta di ottimi addon per Confluence e Jira.

Reference

Maggiori informazioni sono reperibili alla pagina del Marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Gestiamo delle gallerie di immagini su Confluence

Continuiamo la nostra esplorazione degli addon di Confluence. Questa volta andiamo ad esaminare questo addon della tedesca XALT Business Consulting GmbH che ci propone un addon free (al momento in cui scrivo questo post, l’addon è gratuito) per gestire le gallerie di immagini. Indaghiamo

Subito al dunque

Andiamo subito ad indagare sulle caratteristiche importanti di questo addon.

Easily select your images

Questo addon ci permette di poter organizzare in maniera semplice le gallerie di immagini

Define the label and information of each image

… e di assegnare loro delle etichette in maniera rapida e decisa.

Troppo curioso

Lo provo subito. Come sempre mi servo di GIF per mostrare come avviene l’installazione.

Per la configurazione, vi dico subito che non è presente alcuna configurazione generale . Possiamo subito passare alla fase successiva

Test

Anche in questo caso ci facciamo aiutare da una GIF, per mostrare il funzionamento che è …. BANALE.

Una piccola nota

Probabilmente non lo avete notato, ma attraverso i miei test potete anche vedere come diversi addon possono coesistere senza alcun problema. Questo non fa altro che confermare la potenza di questo strumento 🙂

Conclusioni

Abbiamo uno strumento free MOLTO MOLTO CARINO. Ci piace e permette di poter gestire delle gallerie di immagini in modo semplice e rapido. Per tutti gli utenti che hanno bisogno di uno strumento veloce, questo è una validissima soluzione. Lo consiglio.

Reference

Maggiori informazioni alla pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

STAGIL Navigation Jira – Test Addon

In questo post andremo a collaudare l’addon in oggetto per Jira, dopo che abbiamo collaudato l’addon corrispondente per Confluence, saggiandone come sempre le funzionalità. Indaghiamo.

Installazione

Partiamo come sempre dalla installazione. Ci serviamo della seguente GIF per meglio descrivere questa fase. Molto più pratica:

Descrizione della installazione dell’addon

Passiamo quindi alla fase successiva, molto corposa in questo adon

Configurazione

Procediamo con la configurazione generale. Si tratta di diversi menù. ANche in questo caso, le GIF ci aiutano a capire meglio queste opzioni e come sfruttarle 😀

In questo caso la GIF ci mostra la prima opzione di configurazione, che ci mostra come possiamo personalizzare la barra dei menù in alto, aggiungendo ulteriori voci o specializzando quelle presenti. Interessante notare che possiamo anche definre la visibilità delle stesse 😀

Come esempio ho aggiunto un link al mio sito internet. Nella precedente GIF non sono riuscito a mostrarne il funzionamento. Ho quindi composto la seguente.

Se procediamo con le altre opzioni, abbiamo molto da mostrare: Altra GIF che ci aiuta ulteriormente in questa fase.

Ma adesso andiamo con ordine ad esaminare le varie componenti della configurazione. Verifichiamo Project Navigation

Dalla seguente GIF possiamo vedere che possiamo ‘nascondere’ alcune voci della barra dei menù di progetto a determinati gruppi di utenza.

Nella GIF viene mostrato un esempio dove andiamo a nascondere Releases e Components.

Se andiamo oltre, possiamo anche aggiungere delle nostre voci di menù particolari.

Nell’esempio viene mostrato come aggiunrere un link 🙂

Passiamo adesso alla voce successiva: Footer Navigation

In questa sezione possiamo definire meglio il Footer del nostro Jira con una immagine particolare e aggiungere delle sezioni in cui aggiungere dei link utili. La GIF sopra riportata mostra un esempio di configurazione, dove ho aggiunto un link al sito web ufficiale di Atlassian.

Passiamo alla sezione successiva. Configuration Issue Navigation.

Attravsrso questa configurazione possiamo definire il comportamento della maschera di visualizzazione delle issue, dove andiamo a impostare diversi parametri.

In questo esempio ho impostato, sempre per il progetto ELEVATORS, alcuni parametri di visualizzazione per la issue type TASK. Questo è il risultato

Passiamo ad esaminare la prossima configurazione. Theme & Style.

Attraverso questa possiamo impostare una immagine superiore alla barra di navigazione, per dare una grafica maggiore al nostro Jira.

Passiamo all’ultima voce: Configuration Field Renaming.

Questa opzione permette di poter modificare alcune etichette di sistema nella form di creazione di una issue. Abbiamo la agevole GIF autoesplicativa.

Conclusione

Una sola parola: S P E T T A C O L O . Aspettative totalmente raggiunte. Con un addon del genere possiamo fare veramente tantissime cose e riusciamo a modificare aspetti grafici del layout di Jira. Consigliatissimo.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina di marketplace

Likes(0)Dislikes(0)

Interpretiamo un altro utente in Confluence – Un nuovo addon

In questo post riprendiamo un argomento molto importante, che sempre serve a noi del settore per fare meglio il nostro mestiere. Vediamo come possiamo interpretare un altro utente

Risultati immagini per cane travestimento

Ma prima di tutto …

…. ci tengo a ringraziare l’amico Alejandro Villalobos Vázquez per la segnalazione che ha fatto. Grazie.

Alejandro Villalobos Vázquez

Di cosa si tratta

si tratta di un addon per Confluence che permette di poter entrare nei … panni di un utente. Questo è importante in tutte quelle situazioni in cui ci arriva la segnalazione: ….. MA A ME NON FUNZIONAAAAA

Risultati immagini per lamentarsi

e quando proviamo noi con la nostra utenza ….. FUNZIONA. Di solito questa è la nostra reazione

Abbiamo una possibilità in più

Grazie a questo addon abbiamo una possibilità free (al momento in cui scrivo questo post, l’addon è free), di poter controllare una funzione, ma nei panni di un altro utente

Troppo curioso. Lo provo subito

Anche in questo caso sfrutto delle GIF per descrivere la fase di installazione. Molto molto pratico 🙂

Piccola annotazione. Non abbiamo nessuna configurazione generale da fare. Scateniamoci

Immagine correlata

Test

Anche in questo caso, facciamo uso di una GIF per descrivere il funzionamento. Ci siamo loggati con l’utente amministratore della mia installazione di test, eseguiamo un cambio, con un altro utente (in questa mia installazione ho configurato un LPAD free liberamente usabile sotto internet) e provo a fare una modifica con questo utente…

Come ulteriore controprova, dopo che ci siamo riloggati con l’utenza amministratore, con il seguente risultato:

Ovvero Confluence ci avvisa gentilmente che Einstein ha eseguito una modifica della pagina. Molto molto carino. Questo succede perchè quando ci riconnettiamo con la precedente utenza, non è stata ancora propagata la modifica.

Conclusioni

Bello Bello Bello ed ancora bello. Siamo molto contenti. Aspettative rispettate. Abbiamo un addon semplice e rapido. Un click e siamo trasformati in altro utente, consentendoci di ripetere in prima persona le operazioni che sono state eseguite e verificare l’anomalia. Lo consiglio

Reference

Maggiori informazioni sono reperibili nella pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)