Git & Confluence – Alcune novità – Test Addon

Confluence + Git = Perfezione

In questo post andiamo a testare l’addon della Scandio che ci permette di integrare Confluence e GIT.

Installazione

Partiamo sempre dalla installazione, andando a cercare il nostro addon

Selezioniamo Free trial per attivare la procedura di installazione …

… fino alla generazione della licenza trial …

… e relativa applicazione all’addon ….

… fino al termine della stessa.

 

Configurazione

Passiamo alla configurazione generale dell’addon. Possiamo accedervi dalla sezione di amministrazione di Confluence, dato che l’addon aggiunge una voce specifica, come mostrato in figura:

Con estremo piacere, vediamo che la configurazione riguarda solo la generazione di un Token per poter accedere a GitHub, come abbiamo vià visto in questo post, e nella succcessiva prova sul campo, dove abbiamo esaminato un addon simile.

SI rimanda al secondo post citato per la generazione del Token. Passiamo all’utilizzo vero e proprio.

 

Test

Testiamo il tutto. Per iniziare, andiamo a generare una nuova pagina, su cui poi andremo ad inserire il nostro codice GIT. La prima cosa che notiamo è la presenza di un nuovo blueprint, che possiamo utilizzare per generare una nuova pagina già preconfezionata:

ma possiamo comunque andare ad inserire la nuova macro che l’addon mette a disposizione, nella pagina che ci interessa. Quando configuriamo la macro, come mostrato in figura successiva:

andiamo ad inserire il link al file che ci interessa inserire nella pagina.  Nel nostro test abbiamo preso un file preesistente, dalla precedente prova, dove è presente il seguente testo (banale):

e siamo andati a modificarlo, andando ad inserire una modifica (altrettando banale). Senza eseguire alcun refresh alla pagina di Confluence, siamo riusciti a visualizzare la modifica.

Conclusione

Abbiamo testato questo addon e siamo rimasti piacevolmente sorpresi. Come nel caso del post, dove abbiamo censito un addon simile per Confluence, vediamo che possiamo inserire un solo file per volta. Altra cosa che segnalo è il recente acquisto di Github da parte di Microsoft, che potrebbe generare una fuga di massa degli sviluppatori da Github, come molti analisti segnalano, causando un effetto contrario ma molto importante, ovvero l’acquisto in massa di licenze Bitbucket :). Restiamo in attesa degli eventi.

 

Likes(0)Dislikes(0)

Aggiungiamo un Forum al nostro Confluence – Test addon

Forum interno a Confluence

IN questo post vediamo come possiamo estendere le funzioni di Confluence al fine di aggiungere un Forum interno. Vediamo come.

Installazione

Partiamo come sempre dalla installazione, andando a cercare il nostro addon dalla lista degli addon disponibili (ricordiamoci che Confluence ci propone sempr egli addon che sono …. installabili).

Selezioniamo Free trial come sempre per atttivare la procedura di installazione….

… accettiamo i termini di licenza …

Generiamo la licenza trial ….

… quindi applichiamola ….

… fino alla conclusione. Al termine della installazione viene proposta una prima documentazione, dove viene spiegato come creare un Forum 😉

 

Configurazione

Proseguiamo con la configurazione generale. Abbiamo diverse opzioni, che riguardano la visualizzazione e di permessi di editazione e scrittura.

Una volta configurati, possiamo procedere di conseguenza.

 

Test

Proseguiamo con il test. Creiamo in nostro FORUM, e per questa ragione, creiamo uno Space ad hoc

L’addon mette a disposizione un insieme di macro che ci permettono di creare e gestire il nostro/i forum, come possiamo vedere dalla seguente immagine.

Se lo selezioniamo abbiamo una autocomposizione molto semplice e con pochi parametri.

che presenta anche una sezione per inserire i colori del forum.

Ma non è il solo sistema. Abbiamo anche dei template, che ci aiutano a generare il forum. La seguente GIF ci aiuta nell’apprendere come 😛

 

Conclusioni

Abbiamo visto l’addon in azione ed abbiamo una sola parola. S P E T T A C O L O :D. Abbiamo la possibilità di poter aggiungere delle nuove funzionalità che ci permette di centralizzare sempre di più la attività di una azienda, rimarcando il concetto che Confluence è il punto unico delle informazioni ;).

 

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Gestiamo meglio i nostri Space – Test Addon

Vita più facile per gli amministratori

In questo post andremo a testare un addon che permette di semplificare la vita degli amministratori di Space.

Installazione

Partiamo come sempre dalla installazione dell’addon, andando a cercarlo nella lista degli addon disponibili.

Selezioniamo Free trial  per attivare l’installazione ….

… attendiamo che si attivi la generazione della licenza trial …

… quindi la applichiamo ….

… fino alla conclusione della installazione.

 

 

Configurazione

Non abbiamo alcuna configurazione generale.

 

Test

Andiamo a testare le nuove funzionalità. Ci posizionamo nella gestione dei permission dello space ….

Notiamo la presenza di un nuovo tasto: Create Space Group. Se lo selezioniamo, l’addon ci propone una autocomposizione per generare un nuovo gruppo (senza passare dalla pagina dedicata), come mostrato di seguito:

…. impostiamo il nome …

… confermiamo e questo è il risultato …

… possiamo aggiungere membri al gruppo selezionando Add/Remove Members ….

 

e da li andiamo ad aggiungere.

 

Conclusioni

Abbiamo una funzionalità che ci aiuta nella gestione dei gruppi al fine di centralizzarla. Si tratta di una funzinalità molto importante, dato che i prodotti Atlassian non presentano, out-of-the-box intendo, delle funzioni centralizzate. Molte sono sparse su diverse schermate e non è sempre semplice arrivare in fondo. Questi addon sono importanti perchè mirano a migliorare la vita degli amministratori.

 

Reference

Maggiori informazioni alla pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Aggiungiamo un Forum al nostro Confluence

Forum interno a Confluence

IN questo post vediamo come possiamo estendere le funzioni di Confluence al fine di aggiungere un Forum interno. Vediamo come.

Subito al sodo

L’addon aggiunge le funzioni di Forum a Confluence, come possiamo vedere dalla seguente immagine:

integrandosi perfettamente con Confluence.

Possiamo vedere il numero di Risposte ai vari post e possiamo anche eseguire delle ricerche.

Conclusione

Interessante e non vedo l’ora di provarlo per vedere in azione per capire che cosa si può fare.

 

Reference

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Riportare le board e le card di Trello in Confluence Server

Parliamo di integrazione

IN questo post riportiamo, in lingua italiana, quanto avevo riportato nel blog di MrAddon.

Integriamo Trello in Confluence

Andiamo con ordine e calma. Vediamo come possiamo integrare Trello nella nostra istanza Cloud. Qui siamo facilitati: Abbiamo a disposizione una macro ad hoc che ci permette di integrare Trello

Questo il risultato:

dove possiamo interagire con Trello direttamente dalla pagina di Confluence Cloud.

Fantastico. Ma se abbiamo la versione Server?

Possiamo ancora integrare Trello ma in maniera meno … interattiva. Infatti possiamo usare la HTML Macro (ricordiamoci di attivarla dato che è normalmente disattivata).

con il risultato di avere una icona che ….. ci aiuta a richiamare direttamente Trello

Conclusioni

Abbiamo visto due esempi di integrazione. uno per Cloud ed uno per Server.

 

Reference

Trovate informazioni sull’articolo di MrAddon e anche sul sito di Trello.

Likes(1)Dislikes(0)

Git & Confluence – Alcune novità

Approfondiamo l’argomento

In questo post andiamo a riprendere come sia possibile eseguire l’integrazoone tra GIT e Confluence.

 

Dove eravamo rimasti?

Avevamo esaminato un addon per Confluence che permetteva di eseguire l’integrazione tra Github e Confluence. In particolare abbiamo esaminato e poi testato Github Macros for Confluence.

Abbiamo visto come fosse possibile eseguire quetsa operazione.

 

Che novità?

Abbiamo una novità: La tedesca Scandio ha rilasciato un addon che permette di poter eseguire una integrazione tra Confluence e un sistema GIT

In particolare, questo addon permette la comunicazione tra BitBucket Server e Github.

L’obbiettivo è quello di poter inserire il codice e di averlo…. sempre aggiornato. Infatti, se lo andiamo a leggere il repository GIT, andiamo sempre a leggere l’ultima versione aggiornata.

Abbiamo anche un blueprint per agganciare il codice

Conclusioni

Interessante :). Il bello dell’ecosistema Atlassian e che riserva sempre belle sorprese. Nei prossimi post andremo ad esaminare l’addon e proveremo a confrontare i due addon per capire …. come usarli al meglio.

Reference

Maggiori informazioni alla pagina del Marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Gestiamo meglio i nostri Space

Vita più facile per gli amministratori

In questo post andremo ad analizzare un addon che permette di semplificare la vita degli amministratori di Space.

Cosa l’addon mette a disposizione

L’addon estende le funzioni già presenti nella sezione di amministrazione dello Space, aggiungendo la possibilità di poter gestire diverse operazioni:

Possiamo generare nuovi gruppi utenti direttamente, senza dover passare da una maschera all’altra 🙂

Possiamo aggiungere nuovi utenti a gruppo …..

… e cercarli attraverso la apposita funzione.

Conclusioni

Ottima notizia ed ottimo addon. Finalmente abbiamo degli addon che ci aiutano nella gestione semplificandoci il fatto che non dobbiamo navigare su diverse maschere, ma reperendo la funzione direttamente da dove serve.

Reference

Maggiori informazioni alla pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Confluence 6.9 Beta – Curiosiamo

Quali sono le ultime novità della versione

In questo post andremo a curiosare nelle ultime novità della versione 6.9 di Confluence.

 

Quali novità?

Prime novità che segnaliamo riguardano la parte di Editing. SI tratta di mofiche inerenti a diversi punti:

Abbiamo il raggruppamento di nuove funzionalità, come mostrato in figura, con la Preview. Possiamo verificare fin da subito anche le moficihe che sono state operate (funzione View changes) e possiamo anche ritornare all’ultima versione pubblicata (funzione Revert to last published version).

 

La nuova versione introduce il supporto di IPv6. Occorre però terener presente che:

  • Must allow IPv4 traffic
    Alcune parti di Confluence, incluso UPM (Universal Plugin Manager) oltre che Atlassian Troubleshooting e Support Tools, devono essere abilitati a connettersi  a siti IPV4, come l’Atlassian Marketplace.
  • AWS RDS non supporta al momento IPv6
    Tenere bene a mente questo punto.
  • L’editor non riconsoce gli indirizzi IPv6
    Quando si esegue il paste oppure scrivi degli indirizzi IPv6 nell’editor, questo non saranno trattati automaticamente come dei link. Se si imcolla il nome del dominio di un sito IPv6, allora il link sarà riconsciuto.
  • Alcuni drivers di database non riconoscono indirizzi IPv6 
    Quando si connette Confluence al database, non è possibile usare l’indirizzo IPv6.
  • Problemi con il collaborative editing in Firefox
    Confluence deve essere in grado di connettersi a Synchrony per far si che il  collaborative editing sia disponibile. Non è al momento possibile utilizzare un indirizzo IPv6 se setti un valore custom per il file synchrony.host.

 

Segnalo infine che la caratteristica di avere Confluence in Read Only non sarà ancora disponibile su Confluence 6.9.

 

Conclusioni

Monitoriamo come sempre le ultime novità sui prodotti Atlassian. Rimaniamo in attesa di ulteriori news 🙂

 

Reference

Per maggiori informazioni vi rimando alla pagina delle release notes di Confluence.

Likes(0)Dislikes(0)

Condividiamo una pagina di Confluence – Test addon

Esplorazione continua

IN questo post andremo a testare questo addon della Comalatech, che ci permette di poter condividere una pagina del nostro Confluence

Installazione

Partiamo come sempre dalla installazione, andando a cercare il nostro addon nella apposita sezione, come mostrato in figura:

Selezioniamo Free trial per attivare la fase di installazione ….

… accettiamo i termini di licenza …

… passiamo alla fase di generazione della licenza trial …

… applichiamo la licenza e attendiamo la conclusione della installazione ….

Passiamo alla fase di configurazione generale.

Configurazione

A livello generale possiamo configurare su quali Space possiamo attivare il nostro addon, come mostrato in figura:

Possiamo adeguare lo stile ed il testo della mail da usare per comunicare il link da usare al nostro/nostri utenti esterni

oltre che se vogliamo o meno abilitare i commenti . Altra caratteristica non indifferente.

Passiamo al test vero e proprio 🙂

 

Test

Selezioniamo una pagina e condividiamola. Per il nostro test proviamo a condividere la pagina che abbiamo usato per il test dell’addon della RefinedWiki, come mostrato in figura:

Selezioniamo dal menù la voce Share this Page e seguiamo le autocomposizioni ….

… confermiamo con Get Link per avere il link quindi, come mostrato dalla seguente figura:

andiamo a leggere il nostro link diretto alla pagina. Per verificare che cosa vediamo, apriamo un’altro browser (Firefox, in questo caso) e, nella seguente figura, vediamo il risultato.

Notiamo che le caratteristiche della pagina si sono preservate (vediamo anche il pulsante dell’addon della RefinedWiki). DI conseguenza abbiamo la possibilità di poter condividere anche diverse altre caratteristiche insite nella pagina. Un risultato non indifferente, anche se sono sicuro che non tutti gli addon sono condivisibili.

 

 

Conclusioni

L’addon centra in pieno le nostre aspettative. L’aggiunta di questa funzionalità alla nostra istanza server di Confluence è sicuramente un vantaggio. Vedo molte applicazioni pratiche che proverò a descrivere nei prossimi post.

 

Reference

Maggiori informazioni sono reperibili alla pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Condividiamo una pagina di Confluence

Condividiamo una pagina di Confluence ….

In questo post andremo a descrivere come possiamo condividere una pagina di Confluence ….. in un modo particolare e differente, senza aver bisogno di altre utenze accessorie e controllando a chi condividere.

Cosa offre lo standard?

Nello standard possiamo eseguire la condivisione delle pagine dei nostri Space, ma siamo obbligati a due possibilità:

  • disponiamo di una utenza ed accediamo alle pagine in base alle permissions/restrizioni applicate
  • attiviamo l’accesso anonimo e, come conseguenza, apriamo le pagine a tutti

Tuttavia …

…. i problemi iniziano quando vogliamo condividere dei contenuti con utenti esterni a Confluence.  Abbiamo la funzione di Share Page che ci aiuta, ma sempre con utenti di Confluence.

Abbiamo una soluzione

Se dobbiamo condividere una pagina con altro utente abbiamo una nuova possibilità. Si tratta di Share IT della Comalatech, che permette di poter condividere una pagina con utenti NON Confluence (quindi esterni) consentendo di poter coinvolgere altri utenti.

Cosa permette?

Fondamentalmente permette di poter generare dei link, a scadenza, per condividere le informazioni con utenti esterni a Confluence

A questo link possiamo impostare una scadenza ben precisa, per essere sicuri che l’informazione rimanga scoperta entro un certo limite temporale (ed evitare che rimanga una qualche porta aperta del nostro Confluence).

Il risultato è la visualizzazione di una pagina di Confluence, ma senza alcuna indicazione

Conclusioni

Abbiamo una funzionalità non indifferente. Anche se disponibile su versione server, si presta bene ad applicazioni in diversi ambiti.Non vedo l’ora di provarlo. Nei prossimi post andremo anche ad esaminare degli scenari di possibili applicazioni di tale addon.

 

https://marketplace.atlassian.com/plugins/com.keinoby.confluence.plugins.share-attachments/server/overview

Likes(0)Dislikes(0)