Evoluzione continua

In questo post prosegue l’esplorazione degli addon per ambiente Server/Data Center. Voglio presentare il magnifico lavoro che la Decadis ha realizzato sui loro Addon. Permettetemi di presentare queste ultime novità che ci accompagneranno nei prossimi anni.

I segni zodiacali che amano le sorprese: ecco chi sono
Non vedo l’ora di poter descrivere queste novità

Una precisazione doverosa

Anche se la Atlassian, con il suo annuncio bomba, ha deciso di dare una volta al passaggio al Cloud, gli ambienti Server continueranno ad esistere ben oltre il 2024. In aggiunta, gli ambienti Data Center continueranno a lavorare e, di conseguenza, continueremo a lavorare e censire tali addon 😀

Quando la Paura diventa Determinazione ⋆ Letture con Barbara
Non c’è nulla che una mente determinata possa mai fermata

Subito al dunque

Voglio concentrarmi su un addon particolare, che ha catturato la mia attenzione. Si tratta di Jira Workflow Toolbox, un addon che permette di poter realizzare delle azioni fenomenali, ma, come ho avuto modo di vedere in una anteprima eccezionale, non posso che meravigliarmi ogni volta che le guardo.

Il Team Decadis ha realizzato una magia migliorando notevolmente questo addon. Devo anche ringraziare una persona in particolare per il supporto, la pazienza e l’aiuto che mi ho introdotto nelle innovazioni che adesso vi descriverò: Thorsten Letschert.

Come era…

Questo addon permetteva di poter specializzare le postfunction, arrivando a realizzare operazioni veramente incredibili

fcarmario / JIRA Workflow Toolbox — Bitbucket
L’interfaccia che l’Addon metteva a disposizione

L’interfaccia risultava molto spartana. Tuttavia si sentiva l’esigenza di un restyling e di uno svecchiamento che aiutasse anche gli utenti meno esperti. L’obbiettivo di questi prodotti e di consentire a tutti i utenti di poter realizzare le postfunction di cui avevano bisogno.

Come è adesso

L’interfaccia è stata ristudiata e adesso è stata trasformata in modo da risultare

  • semplice
  • pratica
  • veloce

Come possiamo vedere dalla seguente immagine:

L’elenco delle possibili post-functions

Se selezioniamo la prima, ovvero l’aggiunta di un commento, questo è quello che vedremo:

Un esempio di cosa viene messo a disposizione dalla nulva interfaccia

Come possiamo vedere abbiamo a disposizione una autocomposizione che ci permette di poter selezionare facilmente la configurazione della postfunction. Siamo passati da una interfaccia spartana ad una interfaccia che ci guida in ogni singola operazione. In aggiunta abbiamo a disposizione anche degli esempi (lo si vede molto bene dalla GIF allegata) e la documentazione sulla postfunction che stiamo configurando.

Una semplice panoramica della nuova interfaccia

Questa evoluzione permette di poter gestire al meglio le Postfunction e consente anche di poter leggere meglio le operazioni che abbiamo impostato.

Conclusioni

Abbiamo una sorpresa non indifferente. Questa evoluzione ci aiuta tantissimo e ci permette di poter gestire al meglio le postfunction della nostra instanza Jira Software/Datacenter.

Reference

Maggiori informazioni sono presenti sulla pagina del marketplace.

Likes(0)Dislikes(1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *