Gliffy – Un esempio di uso

Gliffy – Esempio di uso

In questo post andremo a completare quanto indicato in questo post , esaminando un esempio di uso di Gliffy.

 

Iniziamo

Dopo aver installato l’addon, attraverso l’agevole e semplice procedura di installazione, come mostrato nella figura sottostante:

gliffy01

ed alla conferma della installazione (in questo caso ho installato Gliffy, su di un Atlassian Confluence Cloud, in versione trial):

gliffy02

Procediamo con la fase di configurazione 🙂

gliffy03

Il pannello di configurazione è molto semplice e richiede solo alcuni parametri.

gliffy04

Nella sezione di configurazione ed amministrazione distinguiamo le seguenti sezioni:

  • Versione e informazioni sull’addon
  • Numero di diagrammi
  • parametro autosave
  • Protocolli consentiti (http, https, etc)
  • possibilità di disabilitare toolbar del viewer etc

Inseriamo i grafi

Procediamo ad inserire un semplice grafo in una pagina, dove andremo a spiegare un semplice algoritmo. Al momento cose molto semplici. Partiamo da una nuova pagina ed inseriamo un diagramma, come mostrato in figura

gliffy05

 

Richiamiamo la macro che l’addon Gliffy mette a disposizione:

gliffy06

 

Scegliamo di creare un Flow Chart, che descrive un flusso molto banale. Ai fini di questo articolo non interessa impostare un flusso arzigogolato :-P.  Una volta selezionato la tipologia di grafo, possiamo disegnarlo.

gliffy07

L’editor che viene messo a disposizione è molto semplice, intuitivo e non richiede un training particolare per poter essere usato. Dopo aver disegnato il flow chart, lo andiamo a posizionare nella pagina Confluence.

gliffy08

Il risultato finale è il seguente 🙂

gliffy09

Risultato

Abbiamo inserito un grafico nella nostra pagina Confluence senza grandi problemi ed agevolmente. Come sappiamo, un grafico è sempre molto più esplicativo di una descrizione a parole. Ma non solo 😛

Possiamo anche agganciare dei link a pagine di Confluence :-). Rientrando nell’editor del grafo, selezioniamo l’elemento, a cui vogliamo agganciare il link, come mostrato in figura:

gliffy10

Fatto ciò, sarà visualizzata l’autocomposizione, simile a quella presente in Confluence e a cui siamo molto abituati, che ci consente di poter impostare la pagina Confluence da collegare.

gliffy11

 

Il risultato sarà il seguente:

gliffy12

 

Il risultato nella pagina Confluence è il seguente:

gliffy13

 

Conclusioni

Abbiamo visto un addon molto importante, disponibile sia per le versioni Cloud che per le versioni Server, che consente di completare le pagine di Confluence con diagrammi e grafici molto semplici ed esplicativi. La possibilità di potrerli usare è sicuramente un vantaggio in quanto aiuta la redazione della documentazione. Come sempre, la fantasia è l’unico limite 🙂

Likes(0)Dislikes(0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *