Novità per Jira e Confluence da Old Street Solutions

Le nuove funzionalità

Old Street Solutions, di cui siamo Partner, ha appena rilasciato la versione 4.3.16 per Custom Chart for Jira e per Custom Chart for Confluence con tante nuove ed interessanti novità. Abbiamo tradotto un loro articolo in Italiano per aiutare i tanti lettori Italiani nell’esaminare ed apprezzare quali novità sono state offerte da questi magnifici prodotti.

Più calcoli, più risultati

La funzione di calcolo è stata decisamente migliorata! Se avete già utilizzato questa funzionalità, sapete quindi come utilizzare l’operazione di COUNT (conteggio) o calcolare la somma (SUM) oppure il calcolo della media (AVERAGE) di campi numerici come Story Points o Costi.

Molti customer hanno più volte sostituito i reports nativi di Jira come Time to Resolution oppure Average Age con le versioni di Custom Charts. Con la nuova versione 4.3.16 potete calcolare:

  • Tempo fino ad una specifica data
  • Tempo a partire da una specifica data
  • Tempo tra due date
  • Time to resolution

Bisogna semplicemente utilizzare il campo date o date-time in Jira per calcolare ad esempio quanto tempo manca alla risoluzione di un’attività oppure da quanto tempo l’attività è stata creata.

Screenshot of calculate functionality in Custom Charts
Un esempio di calcolo
Screenshot of calculate functionality in Custom Charts
Un altro esempio di calcolo

L’opzione “time to resolution” può permettere di includere od escludere nel conteggio issue non risolte. In questo modo se avete issue risolte di recente ma avete una lista di issue ancora in stallo, potete decidere se includerle o meno nella vostra chart.

Screenshot of Custom Charts Average Age Chart
Un altro esempio di questa nuova funzionalità

Controllare la durata e il time to resolution è essenziale per molti team, specialmente team in Jira Service Management. Con Custom Charts, questi report sono facilissimi da creare e vi permettono di visualizzare meglio come sta lavorando il vostro team.

Più opzioni avanzate di Simple Search per super user

Cari super user di Simple Search, questa release è per voi! Il gadget Simple Search offre alcune opzioni avanzate di customizzazione e riesce a soddisfare molte richieste.

Con questa release, potrete:

  • Riutilizzare filtri salvati esistenti aggiungendo un bottone di filtro semplice alla vostra Simple Search
  • Scrivere la vostra query in JQL (Jira Query Language) e aggiungere un bottone JQL alla vostra Simple Search
  • Aggiungere un filtro dropdown con selezione multipla che permetta agli utenti di selezionare i filtri salvati esistenti
  • Aggiungere una descrizione alla vostra Simple Search, come avete fatto nella Custom Charts
  • Filtrare per currentUser() oppure selezionare gli utenti

Aggiungendo i Filtri Salvati e il bottone JQL, puoi costruire query complesse utilizzando la Simple Search, visualizzando unicamente un singolo bottone per i tuoi end users.

Questo significa che potete utilizzare delle potenti opzioni di filtro, senza rendere il processo troppo complesso per quegli utenti che non hanno familiarità con lo strumento.

Screenshot of Custom Charts Simple Search
Qui vediamo come costruire la nostra interrogazione

Nell’immagine sopra potete vedere come con solo pochi bottoni posso selezionare una query lunga e complessa. Costruite subito la vostra Simple Search e poi organizzate la dashboard esattamente come volete!

Dark mode on!

Attratti dal lato oscuro? Adesso potete farlo! Il Dark Mode può essere finalmente abilitato nei gadget Custom Charts e Simple Search sia in Jira che in Confluence, cambiando lo schema colori in modo che il testo appaia in bianco oppure griglio con lo sfondo scuro.

Il Dark Mode riduce la luce emessa dallo schermo mantenendo sempre il contrasto con il testo per garantire la visibilità delle parole. Purtroppo Jira non ha a disposizione l’opzione Dark Mode ma grazie al Dark Mode per la Custom Charts le dashboard siano decisamente più leggibili.

Screenshot of Custom Charts Simple Search in Dark Mode
Qui vediamo come funziona il Dark Mode
Screenshot of Custom Charts Recently Created Issues Chart in Dark Mode
… e come reagisce quando mostra i grafici

Altre piccole interessanti novità!

Sono state aggiunte anche delle piccole potenti funzionalità per migliorare ancora di più l’esperienza con Custom Charts.

Potete:

  • Raggruppare le issues per ore utilizzando il campo data
  • Visualizzare un totale nel tuo Tile Charts
  • Selezionare i numeri in diversi formati in modo che i team internazionali possano visualizzare i dati nel modo migliore per loro

Attenzione Spoiler! Dashboard condivisibili e Templates stanno arrivando!

Fate sempre attenzione alle prossime release di Custom Charts! Ci saranno dei frameworks basici così non dovete sempre costruire la vostra Chart da zero. Potete anche salvare i vostri template, a livello globale oppure privato. In questo modo potete salvare il template più adatto alle vostre esigenze ed utilizzarlo quando ne avrete bisogno.

Old Street sta anche lavorando sulla funzionalità delle Shared Dashboard che sarà disponibile nei prossimi mesi. In questo modo, potrete inizialmente condividere le vostre Custom Charts con i clienti direttamente nel portale di Jira Service Management. Attualmente potete solo creare una chart su una pagina Confluence e poi collegarla al JSM portal e poi condividerla. Con lo Shared Dashboard potete evitare questo passaggio e condividere Jira charts e reports direttamente attraverso il portale.

Potrete quindi condividere la vostra dashboard Custom Charts con non-Jira users dovuque essi siano. In questo modo potete condividere una dashboard Live in un’email ad uno stakeholder (invece di uno screenshot statico) o visualizzarlo su un website – ad esempio la vostra intranet aziendale. Potete ad esempio visualizzarla sulla vostra intranet home screen per costantemente tenere informati e motivati i remote worker al posto di una Jira wallboard in ufficio.

Reference

Articolo originario dal Blog di Old Street Solutions. Potete trovare maggiori informazioni sui prodotti della Old Street Solutions ai seguenti link:

Likes(1)Dislikes(0)

WBS Gantt Chart – Un approfondimento

In questo post andremo ad approfondire un aspetto del WBS Gantt Chart, in particolare della versione Cloud.

La pagina del marketplace dell’Addon

Presentazioni

Abbiamo già presentato questo addon nel lontano 2019, presentandolo in questo post. e nel corso del 2020 e in questa prima metà del 2021 si è dimostrato un addon molto molto interessante e completo.

L’ho consigliato e visto usare con molto successo in diverse realtà

Gantt charts can be created from a Jira project or designed from scratch. Each line on the chart represents a Jira issue; arrows indicate task dependencies. Make changes on the chart or in the data fields to the left.
Semplice, veloce e preciso

I punti di forza di questo addon sono:

  • Semplice: Possiamo creare tutti i GANTT che vogliamo, usando filtri o selezionando i progetti che vogliamo impostare.
  • Veloce: pochi click per generare il nostro GANTT, senza complicazioni
  • Completo: Non solo GANTT, ma anche carico di lavoro delle risorse e altri indicatori che completano il tutto
This add-on displays resource allocation at the bottom of the screen. When the workload for an assignee exceeds 100%, it is highlighted red. This tool helps project managers distribute work efficiently to get more done.
Avere il quadro completo della situazione aiuta sempre.

Scenario affrontato di recente

In questo approfondimento andremo ad esaminare un particolare scenario che ho affrontato di recente. Nell’affrontarlo, non posso che ringraziare il supporto della Ricksoft per l’aiuto ed il supporto fornitomi per affrontare la situazione e risolverla brillantemente:

MARZO su Mae_stria
Grazie

Ma andiamo subito al dunque e descriviamo lo scenario affrontato. Si tratta di una istanza Cloud, dove abbiamo configurato un WBS Gantt Chart, cove l’azienda monitorava l’avanzamento dei lavori.

Scenario

WBS Gantt Chart memorizza le proprie informazioni, quali la gerarchia , le date di inizio e fine lavoro, il tracciamento del progresso delle attività, etc, sono memorizzati nel database della App. Di conseguenza, tutte le query JQL non sono sempre fattibili. In aggiunta, abbiamo anche dei problemi quando andiamo a visualizzare la gerarchia: Su WBS vediamo tutto, mentre se andiamo nelle altre maschere potremmo non vedere nulla.

COGNIMIND - Erboristeria Futura

Questo potrebbe causare dei problemi, sopratutto se abbiamo utenti che devono leggere le informazioni sulle issues e senza avere la possibilità di accedere alle interfaccie di WBS. Questo è un problema.

Un aiuto

Da Aprile 2021 i produttori della App hanno messo a disposizione la possibilità di poter mappare queste informazioni direttamente sul database di Jira Cloud, oltre alla possibilità di migrare le informazioni in modo da ‘salvare’ il lavoro pregresso senza perdere nulla.

Andiamo a vedere quanto riportato nella documentazione dell’Addon e verifichiamo i vari passi. Aggiungo che lo stesso addon, quando andiamo a visionare la parametrizzazione, ci segnala quello che serve.

Le indicazioni sono abbastanza precise, ma devo ammettere che, per sicurezza, ho chiesto al supporto del produttore, un aiuto per essere sicuro delle operazioni. A tal proposito devo ringraziarli perché, subito dopo la mia richiesta, hanno prodotto una documentazione semplice, diretta, precisa per poter realizzare questa migrazione. Basta referenziare questa guida per un rapido consulto. Per maggiore chiarezza ho riportato, nella sezione Reference, tutti i link necessari. Andiamo nel dettaglio.

Le informazioni che sono migrate, sono le seguenti:

Oltre ai legami tra le issue, dobbiamo definire i campi:

  • Start Date ed End Date, indicanti il periodo temporale cui l’attività deve essere svolta
  • Baseline Start Date e Baseline End Date, indicanti il periodo complessivo di esecuzione di un numero di attività
  • Percent Done, ovvero il campo in cui viene indicata la percentuale di completamento
  • Units, ovvero il campo in cui viene indicata la percentuale di allocazione della persona in una determinata attività
  • Manually Scheduled, ovvero se l’attività è stata schedulata manualmnete
  • Milestone, ovvero se l’attività è una milestone.

Questi due ultimi campi devono essere dei Ratio button con due opzioni: YES/NO.

Una volta definiti i campi necessari, la configurazione si imposta in un attimo. Si procede quindi con la stima dei tempi per comprendere quanto tempo è necessario per la migrazione. Basta infatti selezionare il tasto presente in schermata per avere una idea di tempi necessari per l’operazione:

A questo punto, dopo aver controllato tutti i singoli passi, tutte le operazioni, tutti i punti, si procede con la parte di migrazione vera e propria e di attende la completa esecuzione della stessa

Conclusioni

Al termine della esecuzione, i dati sono riportati nei campi indicati nella configurazione e di conseguenza risulta possibile eseguire tutte le query JQL richieste. Come conseguenza, qualsiasi operazione che viene eseguita lato WBS, viene immediatamente riportata sul database della nostra istanza di Jira Cloud, centralizzando le informazioni.

Reference

Maggiori informazioni sono reperibili ai seguenti link:

Likes(0)Dislikes(0)

Da Profields a Projectrak: Le ultime novità

Profields è l’addon principe della Deiser ed è i punto di riferimento per tutti coloro che devono gestire le informazioni a livello di progetto. Ho avuto il piacere di collaborare alla realizzazione di alcuni articoli che descrivono come poter sfruttare al meglio la potenzialità di tale addon con eazyBI. Mi permetto di riportare i link:

La Deiser non smette di meravigliarci. Il 5 Aprile 2021, l’addon è stato trasformato e adesso, sotto il nome di Projectrak andiamo ad esplorare le novità che porta.

Entriamo in modalità esplorazione e verifichiamo quali sono le novità sull’argomento.

Modalità esplorazione attivata

Una cronostoria del prodotto

Profields ha esordito mettendo a disposizione un sistema per poter estendere le informazioni a livello di progetto. Infatti, come abbiamo già sottolineato in più post di questo blog, le funzioni out-of-the-box di Jira, permettono di aggiungere informazioni custom solo a livello di Issue. Se abbiamo bisogno di avere una informazione a livello generale di progetto, non abbiamo che una scelta: Profields.

Creating layouts and project fields - Profields Server and Data Center
Un esempio di Layout che Profields mette a disposizione

Vediamo qualo novità sono state aggiunte in questa evoluzione.

Cosa abbiamo a disposizione oggi?

Questa è la vera domanda a cui cercheremo di rispondere. L’evoluzione ha sicuramente portato del le novità. Vediamo nel dettaglio che cosa abbiamo adesso a disposizione.

Campi predefiniti

Predefined Fields Projectrak
Un esempio di Campi Predefiniti (Fonte DEISER)

Già dall’ultima versione di Profields, alcuni campi erano già stati messi a disposizione, ma con l’ultima versione quetsa lista è stata finalizzata.

Abbiamo quindi a disposizione, fin da subito, un insieme di campi predefiniti che possiamo usare. Questa possibilità ci permette di poter subito iniziare a lavorare con un insieme di informazioni già pronte e su cui operare poche e semplici personalizzazioni, senza dover costruire tutto da zero. Un vantaggio senza ombra di dubbio.

PQL – Project Query Language

Come sostenitore del JQL, non posso che essere contento del potenziamento del PQL, ovvero il linguaggio che l’addon mette a disposizione.

Autocomplete Projectrak
L’autocompleramento: Un vantaggio non indifferente

Introdotto nelle ultime versioni di Profieleds, con Projectrak l’autocompletamento è stato ulteriormente affinato.

Interessante, ma cosa cambia per la versione Cloud?

La domanda è più che legittima: da Ottobre 2020 il Cloud è argomento principale di molte aziende e capire come si evolve la situazione è importantissimo. Esplorando nella documentazione ufficiale abbiamo queste indicazioni:

Projectrak Reloaded

Abbiamo diverse novità, da nuove API messe a disposizione (importantissimo per tutti coloro che hanno a disposizione la versione Cloud e che tutti i giorni devono confrontarsi nella configurazione di questo addon), a nuove formule e funzioni che sono messe a disposizione ad un nuovo design.

In particolare, come mostrato dalle seguenti GIF (che saranno poi riprese dai prossimi post, dove andremo a saggiare meglio le potenzialità della versione Cloud, abbiamo a disposizione una interfaccia migliorata

Il primo dettaglio della configurazione
Il secondo dettaglio della configurazione

L’interfaccia Cloud risulta sicuramente migliorata e assai più gradevole della server

Un esempio di interfaccia grafica

Conclusioni

Abbiamo solo spolverato la superficie. Nei prossimi post andremo a esaminare cosa offre nel dettaglio la versione cloud e cercheremo di sfruttare al meglio le potenzialità offerte. La funzionalità base di avere a disposizione delle informazioni a livello di progetto è utilissima e permette di colmare una necessità indispensabile per gli utilizzatori.

Reference

Maggiori informazioni sono reperibili alla pagina del Marketplace e alla documentazione ufficiale ed il change log.

Likes(0)Dislikes(0)

L’eterno dilemma: Come gestire il Budget

In questo post adremo ad affrontare la gestione dei Budget all’interno di Jira. In questo post andremo ad esaminare alcuni esempi di addon che ci permettono di aggiungere questa funzione. Alcuni Gratis alcuni a pagamento. Cerchiamo di capire quali soluzioni sono disponibili.

La base di un buon progetto Erasmus+ è il budget. Ecco come compilarlo -  ETN Magazine
Un problema annoso e sempre attuale. Vediamo come andare a trattarlo

Cosa è un budget

La prima cosa da fare è sicuramente rispondere a questa domanda. Cosa è un budget e a cosa serve. Ci serviamo nuovamente di Wikipedia, che ci fornisce le basi.

Il bilancio di previsione è un documento contabile che generalmente gli enti pubblici e privati sono tenuti a redigere, in cui vengono stabiliti gli atti di previsione relativi a un futuro bilancio, al fine di conseguire un determinato risultato.

Il bilancio di previsione rientra tra gli strumenti fondamentali di programmazione e di controllo dell’attività economica. Esso viene anche detto budget (termine della lingua inglese, derivato dal francese bougette, traducibile in italiano come “borsa”; la voce è poi rientrata in francese come “budget”).[1] Il termine è anche utilizzato fuori dell’ambito aziendale, sia con il suo significato di base, ristretto, ad esempio all’ambito familiare, sia anche – seppur impropriamente, ma diffusamente – per indicare “quanto c’è in cassa da spendere” ossia la “disponibilità” del momento.

Fonte Wikipedia

Nella gestione di un progetto questo è importantissimo perché serve a tenere sotto controllo come stiamo andando, come procedere e come anche gestire le nostre azioni future nella gestione di progetto.

Come creare il tuo primo budget - Giulia Roncoroni
Un parametro da tenere sempre sotto controllo

Come possiamo estendere Jira

Atlassian Jira ci aiuta sempre in questo e, grazie anche alla sua flessibilità, ci permette di poter gestire situazioni che non sempre sono relativi allo sviluppo del software, ma come sempre ci sorprende con nuove meraviglie.

Senza pagare nulla di eccezionale (l’addon è free al momento in cui pubblico l’articolo) possiamo avere a disposizione il seguente addon:

HORREUM Project Budget Manager

​Simply setup work costs by assigning users to their costs. Setup once and all your project tasks will have the cost info. Find the user you want in the table of users to add her/his cost
Diamo una prima occhiata

E’ disponibile una prima soluzione free per gestire dei budget all’interno del nostro Jira Cloud. Possiamo configurare il costo delle persone e da tali valori, ricavare il budget totale del progetto

Role Admin can choose to view the report by particular user's cost and expenses. The report can be exported to a PDF file.
Il risultato che possiamo ottenere

Solo una annotazione, ricavata dalla pagina dle marketplace:

If you’re using Tempo Timesheets to log time on projects, Horreum Project Budget Manager will not be able to read user’s timelogs, and will not work.

Fonte: Pagina del Marketplace Atlassian

Se fate uso di Tempo Timesheet potreste avere dei problemi. Vi rimando al mio prossimo post per capire come funziona l’addon.

Le restanti soluzioni che potete trovare su marketplace sono al momento a pagamento. Proviamo ad elencarle.

Cost Tracker for Tempo Timesheets

Questo addon, che estende la suite TEMPO, permette di aggiungere la gestione dei costi su Jira.

Gain insights into all projects quickly, their budget status and actual costs. Also enables you to easily communicate the top line financial value of the project development across the organization.
Una semplice panoramica

Dalla precedente immagine vediamo che ci permette di poter tenere sempre sott’occhio la gestione dei costi di ogni nostro singolo progetto. Questa soluzione, a differenza della precedente, presenta un costo e di conseguenza occorre valutare se il costo è quello che ci si attende.

HawkBudget – Monitor your budget

Abbiamo anche altre soluzioni a pagamento che ci permettono di poter monitorare i costi.

Easily setup work costs
La configurazione di questo addon risulta molto intuitiva a prima vista

In aggiunta abbiamo la possibilità di poter gestire su quali progetti vogliamo monitorare il costo piuttosto che su altri

Set your projects' budgets and track expenses
Abbiamo una scelta in più

Conclusioni

Abbiamo fatto una semplice panoramica di come possiamo estendere le funzioni di Jira per arrivare a gestire il budget dei propri progetti, presentato delle soluzioni free e delle soluzioni a pagamento. Abbiamo comunque una ulteriore evidenza del fatto che i prodotti Atlassian si confermano versatili e che i vari produttori di Addon riescono anche a vedere oltre producendo ulteriori funzionalità che completano e potenziano Jira. Nei prossimi post cercheremo di testarne le potenzialità e proveremo anche a costruire delle soluzioni alternative, che non richiedano degli addon

Likes(0)Dislikes(0)

I nuovi Ronin – Test addon

In questo post andremo a saggiare le potenzialità di questo addon per il Cloud.

Pronti per analizzare le funzioni di questo addon

Installazione

Partiamo come sempre dalla installazione. In questo caso ho avuto la possiblità di avere una versione in Private listining per poter valutare la App/Addon. Non vedo l’ora 😀

La versione installata

Sarà poi mia cura spiegare come avviene l’installazione, su Cloud, di questi addon 🙂

Configurazioni

La prima cosa che notiamo è che non abbiamo configurazioni generali. Possiamo usare direttamente l’addon.

Cammino Materano - Blog
Vantaggio 1 – Non abbiamo da imparare una configurazione generale. Possiamo subito usare.

Iniziamo ad usare questo nuovo addon

La prima cosa che notiamo è l’aggiunta della nuova voce nel menù App, da dove andiamo a richiamare la nuova funzionalità installata

La nuova voce da refereniare

Uan volta selezionata la voce, accediamo alla nuova funzionalità che ci mostra, udite udite, una nuova DASHBOARD

La prima schermata che viene visualizzata

Quello che abbiamo, come prima impressione, è che abbiamo a disposizione una primo elenco di nuovi Gadget che permettono di visualizzare i nostri dati su Jira. Ovviamente usando la mia istanza di lavoro, quello che mostrerò sarà …… mascherato :-P.

Notiamo che abbiamo subito una prima pre-configurazione, pronta da usare, subito, anche se devo ammettere di aver scelto il progetto non proprio indicato: ho usato un mio progettp di altro livello che uso per gestire tutte le attività.

Avendo selezionato un progetto KANBAN, non mi ha mostrato alcuno Sprint.Tuttavia, vedo come una bella opportunità per poter iniziare a lavorare alla modifica della dashboard per adeguarlo alla situazione e vedere quando è complicato o meno.

Yes winner gesture. Amazed european businessman with beard shocked, saying  yeah. by Kohanov on Envato Elements
Non vedevo l’ora di mettere alla prova l’Addon

Lo so: non ho resistito ed ho subito scombinato il layout ma ho subito visto quali potenzialità sono disponibili da questo addon: Possiamo creare delle dashboard molto interssanti e aggiungeer una seriei di Gadget leggermente differenti ma che ci permette di dare una leggibilità maggiore:

Subito i primi danni, ma possiamo vedere che abbiao un ottimo spazio di manovra

Ogni singolo gadget è configurabile, possiamo aggiungerlo/spostarlo, rivederlo e farci quello che vogliamo. Nella immagine vedete che ho proprio scombinato il layout. Ma adesso basta giocare e vediamo come possiamo comporre la dashboard.

Iniziamo ad usarlo

Cominciamo ad organizzare la Dashboard per mostrare un risultato utile per il mio lavoro e quindi ho iniziato a lavorare sui vari gadget per estrarre le informazioni che mi interessano. Una delle cose che possiamo fare è aggiungere delle statistiche che permettono di gestite dei valori aggregati e questo è sicuramente importante.

Ho quindi realizzato un esempio andando ad aggregare il worklog del mio lavoro di Marzo. Ho preso un sottoinsieme di attività ed ho calcolato l’aggregazione Questo è il risultato:

La prima aggregazione

La prima cosa che ho notato è che il risultato della aggregazione viene espresso in maniera particolare. Qui voglio spendere due parole in più per meglio chiarire.

Se guardiamo bene il dettaglio dell’aggregato, abbiamo questo risulato:

Il risultato della aggregazione

Vediamo che il risultato di una aggregazione è 2d and 18h. Non lasciamoci traviare. Non si tratta del risultato che siamo abituati su Jira. Con d non intendiamo 8h, ma in realtà d = 24h. Il primo valore di 2d and 18h indica in realtà 66h.

La configurazione della aggregazione è molto semplice, come mostrato in figura;

Pochi parametri. JQL, come sempre, la fa da padrone

Si selezionano le issue che servono ramite JQL le colonne che si vuole visualizzare, e successivamente si selezionano di quali colonne si vuole calcolare l’aggregazione. Il risultato è quello che ho mostrato nelle immagini precedenti.

Non solo aggregati

Tra le varie possibilità che sono offerte, per chi produce addon abbiamo la possibilità di poter monitorare gli andamenti delle nostre app direttamente da Jira

Le possibilità offerte

Ne selezioniamo uno per fare un test e lo aggiungiamo alla nostra nuova dashboard

Selezioniamo le App Download

Visualizziamo subito le configurazioni per questo gadget

Come possiamo vedere, questo gadget ci guida nella configurazione

In questo caso, sfruttando la connessione via Token, possiamo connetterci al Marketplace e via chiamate API possiamo ricavarci i download della nostra app.:-)

Conclusioni

Il lavoro dei nuovi Ronin è sicuramente una ottima e gradita novità che si affaccia nell’ecosistema Atlassian e che ci permette di poter creare delle dashboard molto interessanti. In questo post abbiamo visto solo un primo assaggio. Queste dashboard sono diverse da quelle cui siamo abituati, ma aggiungono ulteriore valore aggiunto permettendo ulteriori funzionalità che, come ho mostrato in altri post, richiederebbero due o più addon.

Reference

Maggiori informazioni sono reperibili nella pagina del Marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Atlassian parla Italiano

Annuntio Vobis Gaudium Magnum ……

Habemus Gruppo Atlassian Community espressamente dedicato a tutti coloro che parlano Italiano.

Atlassian in Italiano

Possiamo finalmente chiarirci i nostri dubbi sui prodotti Atlassian usando la nostra meravigliosa Lingua. Possibile accedere a gruppo attraverso il seguente link.

Likes(0)Dislikes(1)

Primo ciclo di Webinar – Un riassunto

Presentiamo un primo riassunto di questo primo ciclo di webinar, un esperimento che non possiamo che definire una esperienza molto interessante e positiva e che ci ha sicuramente insegnato molto.

Esperienza formativa

Questa esperienza ci ha insegnato molte cose e ci ha permesso di affinare tante capacità. La preparazione di base, gli incontri, i confronti e gli scontri non hanno fatto altro che formarci ed affinare i rapporti tra noi.

Felici di aver iniziato una grande impresa all’Open di Vienna 2019

Abbiamo imparato a presentare, presentarci ed esporre le nostre conoscenze con l’obbiettivo di migliorarci il più possibile. Ringraziamo un utente che ci ha seguito e che ci ha messo a disposizione alcune immagini di alcuni dei webinar che abbiamo seguito.

Maria presenta le necessità con cui ci confrontiamo ogni giorno
Con la barba post-Covid che presento i primi argomenti
Marco ci presenta Jira
Framcesco mentre ci descrive Confluence

Una esperienza che potete rivedere

In questo paragrafo mettiamo a disposizione i link alle registrazioni, che cono a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Primo evento del ciclo
Secondo evento del ciclo
Terzo evento del ciclo
quarto e ultimo evento del ciclo

Ringraziamenti

Un ringraziamento va a tutti coloro che ci hanno seguito e che speriamo ci continueranno a seguire nei prossimi webinar che riprenderanno dopo l’estate.

Un grazie anche ai produttori degli addon che abbiamo citato e scelto per le varie presentazioni.

  • Old Street Solutions, che ringraziamo per i suoi addon per Confluence e Jira, che ci aiutano a semplificarci la vita
  • Meetical, che ringraziamo che il grande lavoro svolto nella realizzazione di una soluzione che permette una gestione spettacolare delle riunioni e dei verbali. Ma sopratutto per aver vinto il CodeGeist 2020 Hackathon. Il seguente link ci racconta nel dettaglio: https://www.linkedin.com/posts/lukasgotter_this-news-is-huge-meetical-just-won-activity-6694315074183548929-0M5q
  • ikuteam, Autori dell’addon di integrazione con Google drive, Dropbox migliore che abbiamo mai visto.
  • Re:solution, autori di tantissimi addon, citato per un addon che permette di eseguire delle traduzioni automatiche su Jira Service desk.
  • Amrut software, che ha realizzato un sistema di Chat Agente-Cliente per Service Desk non indifferente.
  • Deviniti, importante produttore di Addon che, sempre per Service desk, ci mette a disposizione un addon importantissimo.
  • Koncis ApS, che ci aiuta ulteriormente specializzando PORTAL e permettendo all’utente finale di poter avere a disposizione un numero di informazioni maggiore rispetto alle funzioni standard.

Likes(0)Dislikes(0)

Novità sul fronte JQL.

Sono sempre stato sensibile al JQL, ma per ovvi motivi. Dopo aver pubblicato un libro sull’argomento

ed ho anche avuto il privilegio di parlarne ad un webinar della WebGentle

Link diretto al video su youtube

Ma non è tutto ….

Ovviamente non è mai abbastanza. Infatti, una volta presa l’abitudine di usare JQL in Jira, sia sulle dashboard che nei filtri che nelle subscription, possiamo essere sicuri che andremo a cercare altre funzioni da poter utilizzare per poter estrarre i dati che ci interessano.

Parlo per mia esperienza e, sicuri del detto:

L’appetito vien mangiando

andiamo ad esaminare un altro addon che ci permette di poter aggiungere nuove frecce alla nostra faretra.

Faretre showroom | Rikybow
Sempre meglio avere molte frecce da usare

Enhanced Search (JQL & Subqueries)

Questo addon della Adaptavist permette di poter eseguire delle ricerche mirate attraverso l’introduzione di nuove funzioni JQL, che permettono di poter affinare le ricerche delle issue dei nostri progetti

Use the dedicated Enhanced Search screen to create Enhanced Search Queries and save them as Enhanced Filters. The Query Builder lets you pick from any of the Enhanced Functions, so you don't have to refer to the docs.
Query Builder, la novità che questo addon mette a disposizione

Dalla pagina del marketplace sono riportare le nuove funzioni che vengono messe a disposizione dall’addon:

➡️ Functions

  • dateCompare
  • subtasksOf
  • parentsOf
  • linkedIssuesOf
  • epicsOf
  • issuesInEpics
  • inSprint
  • nextSprint
  • previousSprint
  • issueFieldMatch
  • and more!

➡️ Keywords

  • numberOfSubtasks
  • numberOfLinks
  • numberOfAttachments
  • numberOfComments
  • and many more!

Conclusioni

Queste funzioni permettono di poter ricavare delle issue facilmente e aiutano tutti gli utenti di Jira, dallo sviluppatore al Project Manager o anche il semplice fruitore di Jira, a identificare le issue che gli servono e permettono anche di poter gestire delle situazioni che, in precedenza, facevamo fatica a gestire. Non vedo l’ora di saggiare le potenzialità di questo addon CLOUD.

Mi permetto di sottolineare che nell’ultimo periodo abbiamo avuto una costante fioritura di addon per l’ambiente Cloud, che ci permette di poter fare un ventaglio di operazioni non indifferente. Sono sicuro che quanto prima, quanto offerto dall’ambiente Server/onPremise/Data Center sarà sicuramente offerto anche dal Cloud.

Reference

Maggiori informazioni sono disponibili presso la pagina del Marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Un altro addon dalla Deviniti – Test addon

In questi post saggiamo le potenzialità di un addon molto molto interessante. Context Issues for Jira

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image.jpeg
test in corso

Installazione

Partiamo come sempre dalla installazione. La seguente GIF ci aiuta a capire come eseguire l’installazione

vediamo come installiamo su Cloud una app

Configurazione

Non abbiamo una configurazione generale. Questo significa che non abbiamo da dettagliare altre informazioni. Passiamo direttamente alla fase di test dell’addon.

Trasmettere la gioia della salvezza | riforma.it
Questo significa che l’addon è semplice.

Test

Chiudiamo con il test. La prima cosa che notiamo è la presenza di un nuovo campo aggiuntivo.

Dettaglio del nuovo campo

Osserviamo subito che questo campo ci restituisce il risultato di una query JQL. Possiamo infatti selezionare le informazioni che ci servono. Nella GIF precedente, mostro anche come è possibile anche andare a gestire e modificare il JQL per arrivare a estrarre i dati che mi interessano, andando ad affinare la ricerca.

Quando selezioniamo una issue per la prima volta, abbiamo il seguente valore impostato:

project = $current order by priority DESC

Successivamente possiamo modificarla e portarla al JQL che più ci aggrada e serve per la questione. Come conseguenza abbiamo a disposizione un addon che ci permette di rintracciare le issue che possono essere collegate tra di loro.

Immaginate che i diversi attori che interagiscono con le issue del progetto, possono eseguire una prima analisi dei dati e possono identificare facilmente tutte le issue che possono tornare utili per i propri obbiettivi, il tutto senza muoversi dalla issue su cui si sta lavorando.

Conclusioni

Abbiamo esaminato un addon interessante. Le funzioni sono ancora basiche, ma si tratta di un buon inizio. Si tratta di un addon molto interessante e che promette di essere arricchito con nuove funzionalità. Sono sicuro che quanto prima dovrò occuparmene

Reference

Maggiori informazioni sono reperibili sulla pagina del Marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)

Un altro addon dalla deviniti

In questo post andiamo ad analizzare un nuovo addon della Deviniti. Siamo sempre rimasti piacevolmente sorpresi dai loro lavori e oggi sono sicuro che non deluderà

Analisi in corso

Subito al dunque

Questo addon ci permette di poter visionare le issue similari direttamente dalla vista della issue. Praticamente ci permette di poter vedere

glance with tiles and results
Direttamente dalla issue, una vista ad hoc con la lista delle issue simili

In aggiunta abbiamo la possibilità di personalizzare la ricerca con il JQL. Ho una forte sensibilità sul JQL (come potete immaginare)

glance with JQL
Il JQL – La nostra arma segreta sempre

Sono ripetitivo, ma lo sono a fin di bene. Il JQL è l abase di tutto su Jira e di conseguenza invito tutti a leggere il mio libro:

Un suggerimento fornito dagli autori: Questo addon è un ottimo aiuto per gli Agenti di Jira Service Desk. Infatti permette di poter definire un JQL che aiuta nel rintracciare delle issue dello stesso contesto/autore/similare.

search results with tickets
Un grande aiuto.

Conclusione

Il primo giudizio è semplice: SPETTACOLO :-D. Questo addon mette a disposizione delle ottime funzionalità ed una marcia in più da non sottovaltare. Non vedo l’ora di provarlo

Reference

Maggiori informazioni sulla pagina del Marketplace.

Likes(0)Dislikes(0)